Cosa si può fare per chi soffre?

PS_20170928171118Basta una frase, a volte,  a capovolgere le prospettive, mettendo in discussione tutto un sistema di pensiero e di credenze faticosamente costruito. Succede altre volte che non c’è bisogno di parole, ma basta la presenza ed una viva compartecipazione a cambiare una vita intera. Chi soffre non vuole sentirsi dire che andrà tutto bene, né che in fondo il problema che sembra insormontabile alla fine è meno grave di quanto sembri. Chi ha un dolore vuole rispetto per esso e cerca disperatamente qualcuno che si fermi insieme a lui a soffrire. Serve tenerezza e comprensione e accettazione del fatto che anche il problema apparentemente più insignificante, potrebbe essere potenzialmente enorme per qualcuno. È necessario ascoltare con pazienza infinita e senza preconcetti, cercando di proiettarsi nella dimensione di chi non vede via di uscita, di chi si sente solo e sconfortato e pensa di non farcela. Idealmente bisognerebbe diventare una sola mente con la persona in difficoltà, in quanto sentire che non si è soli lascia intravedere una luce, una possibilità, e questo è già abbastanza per trovare la forza per uscirne fuori.

Daniele Corbo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...