Accettarsi

PS_20171027172911Urla verso il cielo

che squarciano le tenebre,

lamenti di anime agonizzanti

che cercano la Verità.

Il dolore le attanaglia,

incapaci alla vita,

sentono il vuoto dentro

e non si abituano.

L’angoscia del non essere

ricorda pene eterne,

forse è questo l’inferno?

Allora la decisione,

volontà di esistere,

affermarsi nell’essenza,

per quello che si è,

nella pochezza di sé stessi,

nella gloria delle fragilità.

Daniele Corbo

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    Terribilmente incisiva!

    Mi piace

    1. Spesso il dolore interiore deriva da un conflitto con se stessi, dovuto ad una non conoscenza di sé…

      Liked by 2 people

  2. Anime fragili

    Siamo tutti
    anime fragili
    in cerca di senso
    fili sottili
    legati a speranze
    strappati dal vento
    Mai soli
    nella tempesta
    se ci guardiamo
    nella profondità
    degli occhi
    riconoscendoci
    Arcobaleni
    colorano
    i respiri
    nell’attesa
    di cambiare
    le nostre rotte

    27.10.2017 Poetyca

    Liked by 1 persona

  3. lilasmile ha detto:

    E’ un mondo fragile quello di chi si sente protezione. Probabilmente basterebbe solo accettare la nostra umanità. Un sorriso. Lila

    Liked by 1 persona

    1. accettare la nostra umanità implica accettare i propri limiti e le proprie fragilità e non è facile… ma anche secondo me è la migliore via percorribile! grazie ed un sorriso…

      Liked by 1 persona

      1. lilasmile ha detto:

        Proprio perché non è facile credo che si debba lavorare per arrivare a capirci. Anche secondo me è la migliore via percorribile. Mi piace molto questo vostro progetto e sarei curiosa di sapere con quali mezzi fate questo “lavoro”. Grazie a te 🙂

        Mi piace

      2. Noi cerchiamo di costruire un rapporto basato sull’empatia, in cui c’è la massima compenetrazione del dolore, provando ad eliminare la prigione di solitudine in cui si sente intrappolato chi soffre. Questo priva la relazione di barriere che possono costituire un problema nella ricerca dell’essenza.

        Liked by 1 persona

      3. lilasmile ha detto:

        Grazie della tua spiegazione. Credo che questa sia solo una parte del vostro cammino. Per eliminare questa corazza creata dal dolore ci vuole oltre ad empatia un uso sapiente dei mezzi medici.
        Ciao Daniele! 🙂

        Mi piace

      4. ovviamente! però l’aspetto che più ci piace sottolineare è quello dell’empatia… ciao Lila! 😊

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...