La struttura del cervello è condizionata dalla relazione con la mamma nell’infanzia

PS_20171127125411I problemi comportamentali colpiscono il 5-10% dei bambini ed i bambini con problemi comportamentali consolidati sono a rischio di esiti significativamente peggiori durante l’infanzia e nella vita adulta. È più probabile che si verifichino disturbi psichiatrici, comportamento antisociale e criminalità, uso improprio di droghe e alcol, insufficienza educativa e salute fisica. Pertanto, i problemi comportamentali possono portare a livelli elevati di difficoltà e infelicità per i giovani e le loro famiglie e costi elevati per la società attraverso i sistemi sanitari, di assistenza sociale e di giustizia penale. Un fattore di rischio chiave per lo sviluppo di problemi comportamentali è la qualità dell’assistenza genitoriale che i bambini ricevono. In particolare, bassi livelli di genitorialità sensibile e un maggiore uso di una disciplina severa sono stati causalmente collegati allo sviluppo di problemi comportamentali. Diversi studi dimostrano che gli interventi che iniziano nei primi anni di vita offrono un valido strumento per promuovere le capacità genitoriali e ottimizzare le traiettorie di sviluppo per i bambini.  Inoltre diverse ricerche longitudinali forniscono prove convincenti del ruolo critico delle relazioni di attaccamento precoce nello sviluppo sociale, emotivo e cognitivo dei bambini. Si prevede che le relazioni di attaccamento tra genitori e figli possano anche avere un impatto sullo sviluppo cerebrale dei bambini, tuttavia gli studi che collegano le esperienze di caregiving e la struttura del cervello sono scarse. Ancora nessuno studio ha ancora esaminato le associazioni tra la qualità delle relazioni di attaccamento genitore-bambino e la morfologia del cervello durante l’infanzia. Lo scopo di uno studio preliminare appena pubblicato sulla rivista frontiers in Psychology era quello di indagare i potenziali collegamenti tra la sicurezza dell’attaccamento madre-bambino e il volume e lo spessore della materia grigia di tutto il cervello nella tarda infanzia. La sicurezza dell’attaccamento nei confronti della madre è stata valutata in trentatré bambini quando avevano 15 mesi. Questi bambini sono stati quindi invitati a sottoporsi a risonanza magnetica strutturale a 10-11 anni di età. I risultati hanno indicato che i bambini più saldamente attaccati alla madre durante l’infanzia avevano volumi di materia grigia più grandi nel solco temporale superiore e nel giro, nella giunzione temporo-parietale e nel giro precentrale nella tarda infanzia. Non sono state trovate associazioni tra sicurezza dell’attaccamento e spessore corticale. Se replicati, questi risultati suggerirebbero che una relazione di attaccamento sicura e le sue caratteristiche principali (ad es. Un’adeguata regolazione delle emozioni diadiche, esplorazione competente) possono influenzare il volume della materia grigia nelle regioni cerebrali coinvolte nel funzionamento sociale, cognitivo ed emozionale attraverso processi dipendenti dall’esperienza. Quindi strutture cerebrali che sembrerebbero esserci da sempre in alcune persone, potrebbero essere state indotte dalla relazione diadica con il caregiver, per cui acquista sempre più importante il concetto di relazione, in quanto diventa strumento di una sana formazione cerebrale.

Daniele Corbo

Bibliografia: Attachment Security in Infancy: A Preliminary Study of Prospective Links to Brain Morphometry in Late Childhood. Élizabel Leblanc,   Fanny Dégeilh, Véronique Daneault, Miriam H. Beauchamp and   Annie Bernier. Front. Psychol. 

Preventing enduring behavioural problems in young children through early psychological intervention (Healthy Start, Happy Start): study protocol for a randomized controlled trial. Paul G. Ramchandani, Christine O’Farrelly, Daphne Babalis, Marian J. Bakermans-Kranenburg, Sarah Byford, Ellen S. R. Grimas, Jane E. Iles, Marinus H. van IJzendoorn, Julia McGinley, Charlotte M. Phillips, Alan Stein, Jane Warwick, Hillary C. Watt, Stephen Scott.   Trials. 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...