Fiamma nel vento

PS_20180107100549Rami secchi,

nebbia che fa male,

nasconde l’anima

e non ti fa sognare.

I tuoi ricordi sono coperti,

non riconosci le emozioni,

diffidi dei tuoi sensi

e navighi a tentoni.

Chiedi a chiunque tu chi sia,

mani congiunte

in una preghiera

nell’attesa di una risposta

in cui hai smesso di sperare.

Allora è il momento

di guardarti dentro,

la fiamma che arde

non ha paura del vento,

prenditi tempo

ascoltati in fondo

e la tua luce

inizierà a brillare.

 

Daniele Corbo

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Daniela ha detto:

    vero, occorre prendere tempo per ritornare a sognare…

    Piace a 2 people

    1. La frenesia e l’ansia di essere felice sono nemiche del proprio benessere. Bisognerebbe imparare ad ascoltarsi nel silenzio, nel deserto…

      Piace a 2 people

      1. Daniela ha detto:

        proprio così, a qualcuno spaventa il deserto specialmente se i periodo di stasi è lungo, ma è necessario per una sorta di “purificazione” dell’animo addolorato, rancoroso o comunque offuscato… solo così ci si ritrova; chi c’è passato lo sa e a volte ci si rende conto di aver affrettato anche troppo i tempi di fuoriuscita dal proprio io…Buona domenica Daniele

        Piace a 2 people

      2. Si, è proprio come dici tu! Buona domenica anche a te, Daniela…

        Mi piace

  2. Le perle di R. ha detto:

    Davvero una bella poesia

    Piace a 1 persona

  3. lucetta ha detto:

    Vai sempre al nocciolo del problema. Presenti con le tue poesie una situazione e poi dai la soluzione. Mi piace. Daniele sono tuoi gli stati d’animo che descrivi oppure scaturiscono dall’osservazione degli altri? Ciao e buona domenica

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per aver colto la struttura delle mie poesie…No, non sono mai miei stati d’animo, ma è sempre ciò che osservo. Buona domenica anche a te

      Piace a 1 persona

  4. Nebbia

    Passi confusi
    nella nebbia
    in ricerca
    di una destinazione
    specchio limpido
    del tuo sentire
    Poi un soffio
    una speranza nuova
    capace di accendere
    nuove prospettive
    ascoltando voce d’anima
    Solo tu fecondi
    sogni e intenzioni
    per far sbocciare vita
    dove prima
    trovavi solo sassi

    07.01.2018 Poetyca

    Mi piace

    1. Eppure sogni ancora

      Prospettive chiuse,
      lo sguardo è annebbiato
      e la tua mano
      non trova qualcuno
      a cui appoggiarsi.
      Non percepisci un futuro
      nessuna destinazione
      ti sembra possibile,
      tutto il dolore
      sembra insostenibile
      e non ne cogli il senso.
      Eppure sogni ancora,
      quando gli occhi
      sono chiusi
      li illumina una luce,
      di cui ignori l’essenza
      e non sai la provenienza,
      ma arriva nell’anima
      e ti urla di vivere,
      ti implora di sperare
      finché tutto sarà chiaro
      e le pene saranno passato.

      Daniele Corbo

      Mi piace

      1. Squarcia il velo

        Chiuso nel bozzolo
        vorresti aver le ali
        per andare oltre
        le barricate sul cuore
        Non sai percorrere
        la distanza tra la mente
        e la tua anima prigioniera
        Vorresti essere
        ovunque ci sia vita
        allora squarcia il velo
        e sii te stesso

        07.01.2018 Poetyca

        Piace a 1 persona

      2. Eroe solitario

        Repressioni sanguinarie
        ti hanno tarpato le ali,
        hai lottato con vigore
        per scegliere il futuro,
        ma gli strascichi
        sono dentro di te.
        Oggi sei un uomo stanco,
        spesso confuso,
        dubiti di tutto
        credendo a chiunque.
        Solo come pochi,
        sei barricato
        nel tuo mondo,
        evitando il confronto
        e temendo lo scontro.
        Ricorda chi sei,
        hai combattuto tuo padre,
        eroe coraggioso
        hai tracciato la tua rotta,
        continua a seguirla
        per ritrovare te stesso.

        Daniele Corbo

        Mi piace

      3. Te stesso

        Ti specchiavi
        nelle pozzanghere
        da bambino
        e volevi
        essere grande
        manifestando te stesso
        Hai contato
        tutte le stelle
        e davi voce
        ad occhi chiusi
        ai tuoi desideri
        nascosti
        Ti hanno detto
        soltanto
        di aspettare
        di smettere
        di sognare
        Agitavi
        il tuo pugno
        nell’aria
        e ti strappavi
        il cuore
        Tu tuffati nella calma
        al centro della tua anima
        e si placheranno
        le maree turbinanti
        a te intorno

        08.01.2018 Poetyca

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...