Kisspeptin: la molecola del desiderio sessuale femminile

Risultati immagini per animali che si bacianoRegolarmente vengono pubblicati studi che, con proclami sensazionalistici, pretendono di poter spiegare chimicamente l’amore, dimenticando o ignorando che anche al “chimico” della canzone di Fabrizio De Andrè non riuscì mai di capire perché gli esseri umani si combinassero attraverso l’amore… La sessualità invece è un oggetto di studi più biologico, per cui è giusto cercare di fare passi avanti nella sua conoscenza . Oggi un gruppo di ricerca guidato dalla professoressa Julie Bakker all’Università di Liège (Belgio) e dal professor Ulrich Boehm dell’Università di Saarland (Germania) ha fatto un importante progresso nella nostra comprensione di come il cervello controlla il sesso. I loro risultati di ricerca sono pubblicati oggi su Nature Communications. Usando topi femmina come modello, i ricercatori hanno scoperto che un ormone nel cervello (appropriatamente) chiamato kisspeptin (peptina del bacio), spinge sia l’attrazione per il sesso opposto e il comportamento sessuale. Hanno scoperto che i feromoni secreti dal topo maschio attivano questi neuroni che, a loro volta, trasmettono questo segnale a un’altra popolazione di neuroni (neuroni dell’ormone che rilascia gonadotropina) per stimolare l’attrazione verso il sesso opposto. In parallelo, trasmettono questo segnale anche alle cellule che producono il neurotrasmettitore ossido nitrico per innescare comportamenti sessuali. Questo lavoro ha fornito nuove informazioni su come il cervello decodifica i segnali dal mondo esterno e poi traduce questi segnali ambientali in comportamenti. In molti animali, è previsto che il comportamento sessuale avvenga con l’ovulazione per garantire la massima possibilità di fecondazione e, quindi, la continuazione della specie. Fino ad ora, si sapeva poco di come il cervello lega insieme l’ovulazione, l’attrazione e il sesso. Ora sappiamo che una singola molecola – kisspeptin – controlla tutti questi aspetti attraverso diversi circuiti cerebrali che corrono in parallelo l’uno con l’altro. Presi insieme, questi risultati mostrano che la pubertà, la fertilità, l’attrazione e il sesso sono tutti controllati da una singola molecola; kisspeptin. Questo lavoro apre nuove ed eccitanti possibilità per il trattamento di pazienti con disturbi psicosessuali come il disturbo del desiderio sessuale. Attualmente non ci sono trattamenti disponibili per le donne che soffrono di un basso desiderio sessuale. La scoperta che la kisspeptina controlla sia l’attrazione che il desiderio sessuale apre nuove possibilità per lo sviluppo di trattamenti per il basso desiderio sessuale, stato che spesso ha delle serie conseguenze sull’equilibrio psico-fisico.

Daniele Corbo

Bibliografia: Female sexual behavior in mice is controlled by kisspeptin neurons. Vincent Hellier, Olivier Brock, Michael Candlish, Elodie Desroziers, Mari Aoki, Christian Mayer, Richard Piet, Allan Herbison, William Henry Colledge, Vincent Prévot, Ulrich Boehm & Julie Bakker. Nature Communicationsvolume 9, Article number: 400 (2018).

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giuliana ha detto:

    Insomma al momento possiamo solo farci dare “una dritta” dal sorcio 😄😄😄

    Liked by 1 persona

    1. Il sorcio, suo malgrado, arriva sempre prima…😀

      Mi piace

      1. Giuliana ha detto:

        e poi dicono che gli umani sono superiori alle bestie … 😄😄😄😄

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...