Segnali predittori della depressione

 

Risultati immagini per The Barricade (I'm still far from being what I want to be) Painting, 31.5 H x 47.2 W x 0.8 in Melinda Matyas
The Barricade (I’m still far from being what I want to be) -Melinda Matyas

Quasi tutte le persone nel corso della propria esistenza deve affrontare degli eventi negativi che sembrano minare il proprio benessere psichico: la morte di una persona cara, la fine di un amore o la perdita di un lavoro possono causare emozioni difficili come dolore, tristezza, ansia o rabbia. Ma mentre alcuni sono in grado di riprendersi da questi fattori di stress in tempi relativamente brevi, altri continuano a sperimentare malattie mentali come depressione o ansia. Negli ultimi tre decenni, i neuroscienziati hanno utilizzato il monitoraggio delle immagini e dell’elettricità per studiare in che modo l’attività nelle singole regioni del cervello può predisporre un individuo allo sviluppo di una malattia mentale. I ricercatori della Duke University School of Medicine hanno sviluppato una tecnica che può monitorare l’attività elettrica non solo in una regione del cervello del topo, ma in molte regioni contemporaneamente. I risultati rivelano come diverse aree del cervello lavorano insieme per creare stati mentali specifici. Nell’esperimento, ogni topo è stato inserito in una gabbia con un topo più grande e più aggressivo. Dopo aver vissuto con questo compagno di stanza per 10 giorni, molti topi hanno sviluppato sintomi che assomigliano alla depressione negli umani, tra cui ansia, evitamento sociale e difficoltà a dormire. Prima e dopo aver sperimentato questo stress, è stata misurata l’attività cerebrale in sette diverse regioni del cervello che sono state collegate alla depressione, tra cui la corteccia prefrontale, l’amigdala e l’ippocampo. Hanno scoperto che i topi che hanno sviluppato sintomi simili alla depressione hanno mostrato diversi modelli di attività cerebrale sia prima che dopo lo stress test rispetto a quelli che erano più resistenti all’esperienza. I risultati potrebbero essere utili per il trattamento e la prevenzione della depressione, infatti ad oggi, il trattamento più efficace per la depressione rimane la terapia elettroconvulsivante, ma ha anche molti effetti collaterali. Potrebbe essere possibile indirizzare l’elettricità nel posto giusto nel modo giusto per creare un trattamento che non abbia gli stessi effetti collaterali di mettere l’elettricità ovunque. Monitorare le reti di attività del cervello elettrico è promettente per comprendere non solo la depressione, ma anche altre forme di malattia mentale. Molti scienziati credono che i sintomi comportamentali e clinici che definiscono la maggior parte delle condizioni psichiatriche – non solo la depressione – sono guidati da cambiamenti a livello di rete cerebrale. Questo studio definisce un nuovo approccio che combina l’apprendimento automatico e altri metodi statistici all’avanguardia con registrazioni multi-circuito nei topi che probabilmente ispireranno i ricercatori ad applicare metodi simili per far progredire la nostra comprensione della neurobiologia alla base di altre forme di malattia mentale.

 

Daniele Corbo

Bibliografia: Brain-wide Electrical Spatiotemporal Dynamics Encode Depression Vulnerability. Hultman, Rainbo et al. Cell , Volume 0 , Issue 0.

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Very interesting post. I learned quite a bit, but I’m curious, is this a “sleep study” like that for sleep apnea? Meaning, can they determine the depression and anxiety levels in that way?

    Piace a 1 persona

    1. Thanks. Yes they could determine them in that way.

      Piace a 1 persona

      1. Good to know. Thank you. 🙂

        Piace a 1 persona

  2. Evaporata ha detto:

    Tra le tante sperimentazioni potrebbe anche essere utile ascoltare “con attenzione” qualcuno che, pur avendo problemi gravi, riesce a tenere in ordine il cervello. 😉

    Piace a 2 people

    1. È quello che provo a fare con Orme Svelate. Non c’è niente che sia più utile, hai ragione. Un abbraccio, Nadia

      Piace a 1 persona

  3. Harley ha detto:

    Un segnale predittore di depressione è l’ansia.

    Piace a 2 people

    1. L’ansia predice tante patologie, è essa stessa una patologia. Inoltre quando compare l’ansia già c’è un disagio, lo studio si riferisce alla possibilità di predire la depressione in assenza di sintomi evidenti:sarebbe un ottimo aiuto

      Mi piace

  4. etiliyle ha detto:

    Quando gli eventi si allontanano troppo dalle nostre aspettative, lì sopraggiunge l’ansia. Un male che a volte è sottovalutato …

    Piace a 2 people

    1. L’ansia è un segnale che ci proviene dal profondo, va ascoltato con attenzione…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...