La depressione post-natale è superabile

Risultati immagini per motherhood Giovanni Scifo
motherhood (Giovanni Scifo)

La depressione postnatale è nota per essere una delle complicanze più comuni e temute della nascita di un bambino ed è spesso associata a svariati problemi nella mamma e complicanze nel neonato, compresi problemi cognitivi, comportamentali ed emotivi e attaccamento insicuro. Sono in corso iniziative a livello internazionale per migliorare l’identificazione e il trattamento della depressione postnatale e di altri disturbi mentali perinatali (ad esempio, disturbi in gravidanza e post parto), che si spera possano migliorare la salute mentale della madre e del bambino. In Inghilterra, un investimento di 365 milioni di sterline è stato pianificato per il periodo 2016-21 dall’NHS in servizi di salute mentale perinatale. Questi nuovi servizi sono focalizzati sull’affrontare i disturbi mentali materni nel periodo perinatale, piuttosto che sull’interazione genitoriale e materno-infantile, sebbene questi siano i principali mediatori di esiti avversi nei bambini. Uno studio pubblicato sulla rivista The Lancet Psychiatry ha affrontato questa problematica assegnando casualmente a donne con depressione postnatale persistente di almeno 3 mesi di durata una terapia di video-feedback (VFT, un intervento basato sull’evidenza noto per migliorare i deficit) nelle interazioni madre-bambino o progressivo rilassamento muscolare (PMR), mentre entrambi i gruppi erano trattati con terapia cognitivo-comportamentale erogata in modo ottimale (CBT). Non vi era alcun beneficio aggiuntivo della VFT sui risultati cognitivi, linguistici, comportamentali o di attaccamento dei figli, che erano tutti nella gamma normale, e nessuna differenza significativa nei comportamenti genitoriali a 2 anni, suggerendo quindi che l’intervento addizionale non era necessario. Gli autori hanno esaminato il potenziale effetto moderatore dei disordini comorbili (disturbo d’ansia generalizzato [GAD] e disturbo da stress post-traumatico) e di altri moderatori chiave, ma non sono stati trovati effetti (sebbene ciò potrebbe essere dovuto a un potere statistico limitato). Colpisce l’efficacia dell’intervento psicologico nel produrre una prolungata remissione dalla depressione, anche a 2 anni dopo il parto (> 80%), e sembra probabile che un intervento efficace nelle case delle donne da parte di terapeuti altamente qualificati fosse fondamentale producendo risultati così positivi. Tuttavia, questo tipo di intervento non è normalmente disponibile ovunque a livello internazionale. La sperimentazione ha utilizzato psicologi clinici altamente qualificati, ben addestrati e ben controllati, offrendo un intervento su misura di lunghe sessioni (1 · 5 ore), con contributi sostenuti comprendenti sessioni settimanali e quindicinali, con ripetizioni nel secondo anno postnatale (oltre il consueto periodo perinatale di servizi specialistici). La CBT è stata adattata perinatalmente, coinvolgendo problemi come il sonno, la routine e l’auto-cura. Il superamento del problema sia da parte delle madri che dei figli dimostra che sono possibili risultati eccellenti nel contesto di un’offerta di servizi di alta qualità. È incoraggiante che un trattamento psicologico ad alta intensità e alta qualità possa essere così efficace per le madri con depressione postnatale e, di conseguenza, sia associato al normale sviluppo infantile. Resta da capire quali nazioni possano offrire un servizio di questa qualità in maniera gratuita e su questo la personale perplessità è alta.

Daniele Corbo

Bibliografia: Stein, A, Netsi, E, Lawrence, PJ et al. Mitigating the effect of persistent postnatal depression on child outcomes through an intervention to treat depression and improve parenting: a randomised controlled trial. (published online Jan 15.)Lancet Psychiatry. 2018;

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. Gloria ha detto:

    Ciao Daniele! Grazie per questo articolo interessante! Ho alcune amiche neo-mamme 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Gloria! È un tema che mi sta molto a cuore, perché molte donne perdono il piacere della gravidanza e dell’essere mamma nel timore della depressione. Buon pomeriggio😘

      Piace a 2 people

  2. Francesca ha detto:

    Dopo la nascita di un figlio tempo fa le neomamme venivano supportate dalle altre donne della famiglia…ora, spesso ci si ritrova sole

    Piace a 2 people

    1. è profondamente vero quello che dici. Questo vale anche per altri problemi, che con una rete familiare o di amicizie non diventerebbero disagio. Anche questo è un po’ il senso di Orme Svelate, essere rete per chi si trova solo e disorientato! Ciao Francesca, buona serata

      Piace a 1 persona

      1. Francesca ha detto:

        Buona serata anche a te!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...