I malinconici capiscono meglio le interazioni umane

Risultati immagini per kimonoLek (verso) Painting, 55.9 H x 35.4 W x 0.8 in DOMINAULT EVELYNE
kimonoLek (verso)-DOMINAULT EVELYNE

I ricercatori di psicologia sociale utilizzano un’ampia formazione e strumenti empirici complessi per esplorare le radici del comportamento umano. Tuttavia, un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Social Psychology, condotto dagli psicologi di Yale ha scoperto che un gruppo sorprendente di persone è particolarmente bravo nel valutare accuratamente le verità sulla “natura sociale” umana senza formazione formale o strumenti. Gli introversi inclini alla malinconia sembrano essere più abili nel capire come ci comportiamo in gruppo rispetto ai loro compagni gregari. I malinconici non vedono il mondo con gli occhiali rosa come fanno persone gioviali ed estroverse. I ricercatori hanno posto più di 1.000 domande su come le persone in media si sentano, pensino e sentano in contesti sociali – fenomeni che sono stati ampiamente studiati dagli psicologi sociali. Alcune delle domande erano: le persone lavorano di più nei gruppi o come individui? Le persone si sentono più responsabili del loro comportamento in gruppo o come individui? La catarsi funziona: se sono arrabbiato, perderò la mie ostilità picchiando una bambola fino a stare meglio? La ricerca ha dimostrato che, in media, le persone lavorano più individualmente che in gruppo, un concetto noto come pigrizia sociale; che le persone si sentono meno responsabili nei gruppi che come individui, un fenomeno che aiuta a spiegare gli orrori come il genocidio; e che picchiare una bambola non è in realtà catartico. Gli psicologi hanno quindi fatto una serie di esperimenti per cercare di identificare i tratti di coloro che hanno risposto con precisione a queste domande. Non sorprende che l’intelligenza e il desiderio di impegnarsi con problemi complessi sia stato un fattore predittivo fondamentale, hanno affermato i ricercatori. Ma hanno anche scoperto che gli introversi tendevano a rispondere in modo più accurato degli estroversi, così come le persone con minore autostima e coloro che riferivano di essere più soli. Potrebbe essere che le persone malinconiche e introverse trascorrano più tempo a osservare la natura umana rispetto a coloro che sono impegnati a interagire con gli altri, o sono più precisi nell’introspezione perché hanno meno pregiudizi motivazionali. Ad ogni modo, però, questo dimostra una forza non apprezzata degli introversi. Le persone che hanno ottenuto punteggi elevati nei test sulla natura umana non possiedono le stesse conoscenze e abilità degli psicologi sociali addestrati. Tuttavia, mentre gli psicologi sociali “naturali” non sostituiscono gli psicologi professionali, potrebbero essere attori importanti nel mondo reale. Questi psicologi sociali “naturali “, perché comprendono meglio i fenomeni sociali, possono essere in grado di interpretare e persino prevedere i cambiamenti sociali nella nostra società – forse sono esattamente ciò che manca alla nostra attuale governance e posizioni di potere. E questo studio aumenta anche il valore della nostra associazione Orme Svelate, dove per una precisa scelta, non sono coinvolti psicoterapeuti, ma solamente psicologi “naturali” in modo da affiancare i percorsi ordinari di benessere mentale.

 

Daniele Corbo

Bibliografia: Social Psychological Skill and Its Correlates. Anton Gollwitzer and John A. Bargh. Social Psychology 2018 49:2, 88-102.

35 commenti Aggiungi il tuo

  1. le hérisson ha detto:

    beh, magari le riescono anche a capire meglio, ma poi aiutano davvero?

    Liked by 1 persona

    1. Domanda giustissima. Deve essere sempre un’integrazione al lavoro degli psicoterapeuti. In questo modo aiuta molto!

      Mi piace

      1. le hérisson ha detto:

        bien ^_^
        merci Daniele

        Liked by 1 persona

  2. Quindi, se ho capito quanto scritto, gli psicologi sociali addestrati dovrebbero avvalersi delle interpretazioni degli psicologi sociali ” naturali ” per poter attuare un intervento mirato per ottenere il massimo benessere mentale…
    La mia domanda da persona che ignora tali argomenti è:
    – ma gli psicologi sociali addestrati sono d’ accordo ?

    Liked by 1 persona

    1. Lo studio è stato realizzato da psicologi sociali, ma non credo che tutti siamo d’accordo… In ogni caso non devono viste in maniera conflittuale le due figure. L’apporto empatico degli psicologi sociali naturali può integrare tutte le conoscenze e le esperienze degli psicologi

      Mi piace

  3. Paroledipolvereblog ha detto:

    …..eeeeeecco perché capisco sempre tutti e me la prendo nel di dietro puntualmente…colpa della mia malinconia congenita………… grazie claudio per la rivelazione

    Liked by 2 people

    1. Tu sei il connubio tra malinconia e psicologia… Sei in grado di capire tutto e tutti😊

      Liked by 1 persona

      1. Paroledipolvereblog ha detto:

        adesso mi sembra un tantino esagerato………ma comprendo il tuo post che si ha fondamenti importanti in letteratura esistono numerose tracce che riconducono alla comprensione lo stato malinconico…terra fertile claudio e tu lo sai bene

        Liked by 2 people

      2. Io credo che affinché si arrivi ad aiutare in modo ottimale chi soffre c’è bisogno che ognuno faccia la sua parte integrando competenze e abilità, senza preclusioni mentali o chiusure di casta intellettuale. Sono necessari psichiatri , psicologi, neuroscienziati e… malinconici. E serve che ci sia dialogo tra di loro, c’è troppo dolore in questo mondo e serve l’aiuto di tutti quelli di buona volontà. Buona serata, Paola!
        Daniele

        Mi piace

      3. Paroledipolvereblog ha detto:

        Lo so e come sai condivido il tuo richiamo

        Liked by 1 persona

  4. - ElyGioia - ha detto:

    L’introverso non perde tempo in chiacchere ed ogni giorno alimenta il suo essere studiandolo fino a fondo , passo dopo passo ..da non confondere con l’esser “asociale”,sono due cose distinte .
    L’introverso , il malinconico , ha come base la riflessione , dunque , abituato a cercare di comprendere meglio sé stesso è automaticamente portato nell’immedesimarsi in chi lo circonda .
    Un introverso sa mettersi in discussione ? È in grado di far parte di un gruppo e di collaborare con lo stesso ?
    Nelle scuole le maestre più aggiornate seguono il progetto di ” cooperative learning” , per chi non sapesse , il fare lavorare i bambini suddividendoli in piccoli gruppi dove ognuno di loro deve svolgere un proprio compito .
    Qui è interessante vedere come pure il bambino più introverso viene travolto dagli stimoli che gli vengono dai propri collaboratori , riuscendo ad esprimersi al meglio di sé stesso ed il proprio lavoro .
    Ho citato questo perché credo non sia valido solo per l’infanzia .
    Una persona introversa e malinconica può trarre beneficio dal suo opposto , come viceversa una persona estroversa può arricchire il proprio bagaglio frequentandone una introversa .
    Il malinconico viaggia con il pensiero , spesso rivolto al passato ..ed è proprio ricordando il suo vissuto che ne trae tesoro e saggezza .
    Che dire , mi sono dilungata troppo, perdonami , ma questi argomenti sono troppo spesso dati per scontati ..se solo avessimo voglia d approfondire di più ogni tanto .. Sapremo ad esempio che essere malinconici è una dote 😉
    Grazie per questi scritti , utili ,i quali pensieri vanno di pari passo con quello in cui credo pure io

    Liked by 5 people

    1. Le perle di R. ha detto:

      “L’introverso , il malinconico , ha come base la riflessione , dunque , abituato a cercare di comprendere meglio sé stesso è automaticamente portato nell’immedesimarsi in chi lo circonda .” queste tue parole le sento molto vicine al mio essere, ElyGioia.

      Liked by 3 people

      1. - ElyGioia - ha detto:

        È bello quando ci si rispecchia in alcune parole oppure in alcune canzoni ed idee .
        Ci si sente meno soli .

        Liked by 2 people

    2. Credo che ognuno possa apportare ricchezza in un tessuto sociale, basta saper valorizzare le doti di ognuno ed accettare le fragilità, come dicevi tu col tuo esempio. Spesso però si tende a filtrare la realtà per stereotipi e si perde quanto di bello ha da offrirci… grazie per i tuoi commenti!

      Liked by 2 people

      1. - ElyGioia - ha detto:

        S’impara a valorizzare le doti degli altri quando si acquista il giusto valore in sé stessi e delle cose della vita in generale .
        Basta pensare a quanto ci siano troppi sorrisi lasciati passare con indifferenza , mentre chi , ad esempio , per il proprio passato difficile, triste,duro ..sa apprezzare un sorriso ricevuto donandogli un valore inestimabile .
        Ecco , ci si può immedesimare in una lacrima altrui , quando se ne hanno perse tante , per propria esperienza , ancora di più .
        Che mondo ricco sarebbe se ci fosse più comprensione e condivisione.

        Liked by 1 persona

      2. e più sorrisi, abbracci, dolcezza, sincerità e soprattutto verità verso gli altri ma soprattutto verso se stessi…

        Liked by 1 persona

      3. - ElyGioia - ha detto:

        Sono esattamente le cose che se usate per aiutare gli altri curano più di quanto noi passiamo immaginare .. Facendo crollare molti metodi attuali decisamente invasivi e dannosi per la mente e per il cuore .

        Liked by 1 persona

  5. Evaporata ha detto:

    Sai già che cosa voglio dirti…

    Liked by 1 persona

  6. Norma ha detto:

    E’ interessante … ma, forse erroneamente, sono più attirata dalle persone non troppo malinconiche; credo che certi aspetti della vita siano già abbastanza evidenti. Non so come spiegarlo, ma spesso mi sento come se pendessi da una parte, tipo la torre di Pisa 🙂 e quella parte è sempre quella dove vedo un sorriso. (Non qualsiasi sorriso, eh!)
    Ciao Daniele, sempre molto istruttivo ciò che scrivi! Buona serata

    Liked by 1 persona

    1. non c’è qualcosa di erroneo…i malinconici hanno questa qualità, ma non vuol dire che tutti si debbano sentire attratti da loro! e poi anche i malinconici sanno sorridere…🙂
      Grazie mille, buona serata

      Liked by 1 persona

  7. Sara Provasi ha detto:

    Sono d’accordo! I più sensibili sono senza dubbio i più empatici… nel bene e nel male 😅 E il quadro è stupendo! *-*

    Liked by 1 persona

    1. Norma ha detto:

      Si, non intendevo dire che non sanno sorridere, mi sono basata solo sulle persone malinconiche che conosco . Forse per esprimere meglio il mio parere dovrei dire che non sono attirata da quelle TROPPO malinconiche 🙂 Ecco!
      Ariciaoooo

      Liked by 2 people

      1. In realtà avevo capito, ma volevo esplicitarlo … Ciaooo😘

        Liked by 1 persona

      2. Sara Provasi ha detto:

        Certo!! Infatti anch’io non associo la profondità d’animo alla cupezza, anzi 🙂 Anch’io preferisco le persone che sanno essere gioviali e serene, ma che anche appunto hanno quel pizzico di malinconia e sensibilità… anzi, sono doti di saggezza, e i migliori saggi sanno sorridere! 😊
        Ciao!! 😀😘

        Liked by 2 people

      3. Norma ha detto:

        Mi incasino un po’ quando voglio spiegarmi 🙂

        Liked by 1 persona

      4. Norma ha detto:

        Sara, non avrei saputo spiegare meglio di come hai fatto tu!! 🙂 Tenchiuuuu

        Liked by 1 persona

    2. E spesso i più sensibili tendono ad essere malinconici.. 😊

      Liked by 1 persona

      1. Sara Provasi ha detto:

        Già 😅 infatti avevo usato la sensibilità come sinonimo di malinconia 😀
        Ma che non c’entra per forza con la cupezza, come dicevo già a Norma, ma anzi con il saper ascoltare e il contemplare la vita 🙂

        Liked by 2 people

  8. Grazie,è importante riflettere sul valore dell’osservazione equidistante,del rapporto con se stessi e la responsabilità delle proprie azioni e chi ha sviluppato autodeterminazione,senza la richiesta di approvazione sociale,è in grado di manifestare maturità rispetto a chi si identifica a priori con un gruppo senza mai distaccarsi da scelte discutibili o nocive. Si osserva ad esempio come supportati da un “branco”,spesso si compiono azioni distruttive che non si farebbero singolarmente. È importante dare un supporto educativo ai bambini e agli adolescenti perché comprendano il valore personale e come esso vada educato ed espresso nel rispetto degli altri.

    Liked by 1 persona

    1. Si Daniela, è proprio vero! crescere sani vuol dire sviluppare contemporaneamente una relazione con se stessi e con gli altri, entrambe necessarie ed arricchenti. Grazie!

      Mi piace

      1. Si,equilibrio,dove i frutti della maturità interiore si offrono agli altri. Dove non ci si aggrappa ad aspettative distorcendo la propria natura per compiacere in cambio di attenzioni malate. Grazie a te!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...