I giocatori di football americano giocano meglio la sera per il ritmo circadiano

 

Risultati immagini per NFL Teams saatchi art
SUPER BOWL 49 (WALTER FAHMY)

I dati di uno studio recente suggeriscono che le squadre NFL hanno prestazioni migliori durante le partite notturne rispetto ai giochi pomeridiani a causa dei vantaggi dei ritmi circadiani. È ben noto sin dagli anni ’70 che le squadre NFL sulla West Coast vincono più partite notturne. Dati recenti concludono che il vantaggio della partita notturna per le squadre della West Coast è dovuto a un minor numero di infortuni della stagione regolare per gli uomini di linea. Questo studio ha ampliato questi set di dati storici per determinare ulteriori fattori che producono un vantaggio circadiano in termini di prestazioni a causa degli orari stagionali. I risultati mostrano che i team vincenti avevano un vantaggio circadiano dipendente da un minor numero di palle perse. Le squadre vincenti hanno avuto meno palle perse durante le partite in tarda serata a partire dalle 20:00. Sulla base di quello che si sa da decenni di ricerche sui ritmi circadiani di vigilanza e prestazioni, ci si aspettava che questi dati spiegassero perché le squadre della NFL vincono più partite di notte. Non ci si aspettava che la maggiore influenza sui risultati di gioco di notte rispetto al pomeriggio sarebbe derivata da errori mentali nel gioco e negli infortuni. Era stato sottovalutato grossolanamente l’impatto che i ritmi circadiani hanno sul rischio di infortunio negli atleti. Una semplice analisi delle statistiche delle prestazioni tracciate attraverso il tempo biologico di una persona (o del team) ha catturato i ritmi quotidiani delle capacità fisiche, i rischi per gli infortuni e le cadute mentali nelle prestazioni del mondo reale. Queste analisi supportano l’osservazione che il sistema di cronometraggio circadiano esercita un’influenza significativa sulle metriche prestazionali dei team sportivi professionisti, indipendentemente dal talento, dalla geografia e dal vantaggio del campo di casa. Lo studio offre anche uno spunto di riflessione su come le condizioni al contorno siano fondamentali in tutto ciò che facciamo, il nostro cervello è completamente immerso nel corpo e nel mondo e ne è condizionato e non si può prescindere da questo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Use Of Human Performance Response Curves To Demonstrate Circadian Advantages For Teams Playing Night Games Across A National Football League Season” by Choynowski J, Skeiky L, St Pierre M, Brager A will be presented at SLEEP 2018.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    “Lo studio offre anche uno spunto di riflessione su come le condizioni al contorno siano fondamentali in tutto ciò che facciamo, il nostro cervello è completamente immerso nel corpo e nel mondo e ne è condizionato e non si può prescindere da questo.” Credo molto in ciò

    Mi piace

  2. mariluf ha detto:

    Anche semplici esercizi di ginnastica mi riescono meglio alla sera…. banalmente, avevo attribuito questo al fatto che ho di norma la pressione arteriosa più bassa della media, e patisco un po’ di astenia venosa… ma sto scoprendo che ci può essere anche altro. Grazie, Ciao!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...