Una ricreazione di qualità è fondamentale per la crescita del bambino

Risultati immagini per recess saatchi art
Recess (Paulina Swietliczko)

I periodi di ricreazione possono offrire benefici fisici, cognitivi, sociali ed emotivi ai bambini delle scuole elementari, ma questi benefici sono strettamente legati alla qualità dell’esperienza di gioco. Una nuova ricerca della Oregon State University mostra che affinché la ricrezione costituisca un’esperienza arricchente per i bambini sono necessari diversi fattori: la sicurezza dei parchi giochi, l’accesso alle attrezzature da gioco, la risoluzione dei conflitti tra coetanei e una relazione di qualità tra adulti e studenti. I bambini sono intrinsecamente connessi al gioco e hanno bisogno di una pausa. La ricreazione può essere utile per lo sviluppo del bambino, ma può anche essere un disastro se non si fa bene. I risultati sono stati pubblicati di recente sulla rivista BMC Public Health e la ricerca è stata supportata da Playworks Education Energized, un’organizzazione nazionale senza scopo di lucro con la missione di sostenere un gioco sano e sicuro nelle scuole. La ricreazione è vista dagli educatori e dai responsabili delle politiche come una parte preziosa della giornata scolastica dei bambini. L’Accademia di Pediatria, ad esempio, ha ritenuto essenziale la ricreazione, e alcuni stati ora la impongono nelle scuole. La ricerca precedente ha dimostrato che la partecipazione al gioco può aiutare a facilitare lo sviluppo di abilità sociali ed emotive come la definizione degli obiettivi e il lavoro di squadra. La ricreazione può anche fornire ai bambini l’opportunità di sviluppare abilità sociali attraverso le relazioni tra coetanei, la condivisione e la risoluzione dei conflitti, ma essa può anche essere vista come non sicura: un tempo e un luogo in cui possono verificarsi bullismo, conflitto e violenza. I bambini sono studenti migliori quando sono più attivi, ma la qualità dell’esperienza conta. In un intervallo di 20 minuti mediamente un terzo dei bambini è entrato in conflitto con qualcun altro. I bambini non tornano in classe pronti per imparare dopo una pausa del genere. “The Great Recess Framework” è uno strumento di osservazione di 17 elementi che può essere utilizzato per osservare e valutare l’esperienza di ricreazione. I ricercatori hanno esaminato questioni di sicurezza e strutturali come la disponibilità di attrezzature per la ricreazione e la disponibilità di giochi organizzati; coinvolgimento e supervisione degli adulti, come ad esempio i rapporti tra gli adulti e gli studenti e la partecipazione degli adulti ai giochi; comportamento degli studenti, incluso il numero di lotte fisiche e dimostrazione da parte degli studenti delle strategie di risoluzione dei conflitti; e questioni relative alle transizioni tra ricreazione e classe. Per testare lo strumento di valutazione, i ricercatori hanno raccolto dati da 649 periodi di ricreazione all’aperto, scolastici e all’aperto nell’autunno 2016. Le sessioni di ricreazione si sono svolte in 495 scuole in 22 aree urbane negli Stati Uniti. I ricercatori hanno scoperto che le ricreazioni di qualità tendevano ad essere quelle in cui: le transizioni da e verso andavano bene; i bambini avevano molte scelte di attrezzature e giochi; erano in grado di risolvere i conflitti tra loro; c’era poca violenza o bullismo; e i supervisori adulti erano impegnati con gli studenti, partecipando ai giochi o incoraggiando l’interazione. Il prossimo obiettivo dei ricercatori è quello di portare lo strumento di osservazione a quante più scuole possibile, in modo che possano iniziare a identificare i modelli e determinare cosa funziona meglio nelle scuole di tutto il paese. Vogliono anche tenere traccia di come un periodo di ricreazione buono o cattivo influisce sulla prestazione scolastica o comportamentale di un bambino in classe.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Development of the great recess framework – observational tool to measure contextual and behavioral components of elementary school recess” by William V. MasseyEmail author, Megan B. Stellino, Sean P. Mullen, Jennette Claassen and Megan Wilkison in BMC Public Health. Published June 4 2018.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. diamanta ha detto:

    I bambini apprendono attraverso il gioco e il corpo, quindi la ricreazione non è pausa e “gioco” (si lo è, nel senso che staccano da banchi e da obbligo di immobilismo e quindi noia). Per come la vedo io è il momento di apprendimento più importante per essere uomini e donne. Apprendono la socialità e il viver e condividere.

    Mi piace

    1. io in materia non sono esperto, ma la mia visione è molto simile alla tua. Imparare a costruire relazioni è il più alto momento di apprendimento.

      Piace a 1 persona

  2. Le perle di R. ha detto:

    Speriamo che i modelli di cui ci hai parlato in quest’articolo arrivino anche in Italia.
    Interessante ricerca e articolo comunque. 😊

    Mi piace

    1. Grazie Rita, in realtà non mi dispiacerebbe lavorarci personalmente ad un progetto del genere. Se riesco vorrei proporlo a qualche scuola l’anno prossimo.

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        👍 In bocca al lupo allora 😀

        Mi piace

  3. fulvialuna1 ha detto:

    Il gioco è fondamentale per i bambini…

    Mi piace

    1. E forse anche per gli adulti…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.