Mangia limone e rischierai di più

Risultati immagini per lemon saatchi art
A lemon (Yvette Beneke)

Gli scienziati del Sussex Computer Human Interaction (SCHI) Lab, in un articolo pubblicato oggi su Scientific Reports, affermano di aver trovato per la prima volta prove empiriche che i gusti aspri conducono a comportamenti più rischiosi. I ricercatori raccomandano che le persone avverse al rischio, come quelle che soffrono di disturbi d’ansia o depressione, possano trarre beneficio da diete arricchite da gusti aspri in modo da aumentare i comportamenti maggiormente rischiosi, come uscire di casa o parlare con uno sconosciuto. Raccomandano inoltre che le persone nelle professioni in cui l’assunzione di rischi possa avere gravi ripercussioni, come i piloti di linea, possono trarre beneficio dalla riduzione della quantità di acido che hanno nella loro dieta quotidiana. L’assunzione di rischi può significare cose diverse per persone diverse; per qualcuno che sta saltando da un aereo a 30.000 piedi, ma per gli altri può semplicemente essere uscire di casa. Ma mentre per alcuni può avere connotazioni negative, l’assunzione di rischi è in realtà uno dei comportamenti primari che conduce ad una vita più felice. Questa ricerca indica che l’acido non induce le persone a indulgere in abitudini rischiose spericolate, ma ha caratteristiche uniche per modulare l’assunzione di rischi e può incoraggiare il rischio -avvertire le persone a cogliere nuove opportunità. Questo è supportato da precedenti lavori che hanno indicato che le persone che soffrono di disturbi psichiatrici come depressione, ansia o disturbi legati allo stress potrebbero trarre beneficio dall’uso di oli di limone che hanno anche proprietà di riduzione dello stress. Lo studio ha coinvolto 168 partecipanti provenienti dal Regno Unito e dal Vietnam che hanno ricevuto una soluzione da 20 ml che rappresenta uno dei cinque principali gruppi di gusto (amaro, salato, dolce amaro e umami) e un controllo neutro di acqua minerale. A loro è stato quindi chiesto di prendere parte al Balloon Analogue Risk-Taking (BART) standardizzato – una misura del comportamento di assunzione del rischio in cui i partecipanti prendono parte a una simulazione al computer per riempire un pallone con l’aria. Più aria nel pallone metti, più soldi i partecipanti vincono fino a quando il pallone scoppia e perdono tutto. I partecipanti hanno la possibilità di incassare in qualsiasi momento poiché ogni clic vede il palloncino aumentare di dimensioni insieme al premio o esplode, a seconda di un algoritmo randomizzato. In media, i partecipanti che hanno bevuto acido citrico hanno pompato i palloncini a una frequenza significativamente più alta rispetto a qualsiasi altro sapore; oltre il 39% in più rispetto al dolce (saccarosio), il 20,50% in più rispetto all’amaro (caffeina), il 16,03% in più rispetto al salato (cloruro di sodio) e il 40,29% in più rispetto all’umami (glutammato monosodico o MSG). Lo studio ha anche scoperto che l’acido promuove comportamenti che assumono rischi, indipendentemente dal livello di assunzione e dallo stile di pensiero individuale, con l’effetto aspro efficace sia per i pensatori intuitivi che per quelli analitici. I ricercatori dicono che i loro esperimenti indicano che l’influenza sull’assunzione di rischi può durare per almeno 20 minuti, ma ritengono che potrebbe durare molto più a lungo a seconda della concentrazione di acido consumato. Sappiamo cosa succede nel cervello quando le persone hanno un certo gusto e sappiamo cosa succede quando qualcuno decide una determinata linea d’azione, ma ciò che manca è il tracciamento del percorso neurale per mostrare come il gusto possa influenzare quel processo decisionale. Potrebbe essere che prendendo quel primo morso di qualcosa di acido stiamo già esibendo alcuni comportamenti rischiosi che hanno portato a mangiare frutta che potrebbe non essere del tutto gradita.

 

Daniele Corbo

Bibliografia: “Sour Promotes Risk-Taking: An Investigation into the Effect of Taste on Risk-Taking Behaviour in Humans” by Chi Thanh Vi & Marianna Obrist in Scientific Reports. Published June 7 2018.

20 commenti Aggiungi il tuo

    1. Eh lo sapevo che saresti rimasta perplessa… 😅

      Mi piace

      1. Giuliana ha detto:

        Il limone sulle cozze e sull’insalata di mare va bene e poi?

        Mi piace

      2. ehm, limonata? D’estate col ghiaccio è rinfrescante!

        Mi piace

      3. Giuliana ha detto:

        E dopo averla bevuta cosa potrei osare? Potrebbe essere pericoloso! 😎

        Piace a 1 persona

      4. Tu puoi osare tutto!!!

        Mi piace

      5. Giuliana ha detto:

        Oddio, m’arrestano! 🤣

        Piace a 1 persona

  1. Monique Namie ha detto:

    Molto interessante! A me piace mangiare il limone, soffro di disturbi d’ansia e certi tipi di situazioni rischiose mi elettrizzano. Insomma, mi riconosco abbastanza nello studio.

    Piace a 2 people

    1. Mi fa piacere, non è uno studio così banale, né sensazionalistico come sembra.

      Piace a 1 persona

  2. Le perle di R. ha detto:

    Sono un po’ scettica su questo studio ma appena ne avrò l’occasione proverò “il metodo limone”: magari funziona davvero 😀

    Mi piace

    1. diamo fiducia ai poveri ricercatori…

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        😛 non intendevo offendere 😀

        Mi piace

  3. titti onweb ha detto:

    certo che però aiuto : si legge sempre tutto e il contrario di tutto è!
    Ciao Daniele!!!

    Mi piace

    1. A volte si, però personalmente uno studio sui limoni non l’avevo mai letto.

      Mi piace

      1. titti onweb ha detto:

        Ho letto il contrario….per questo motivo la mia affermazione precedente🙏

        Mi piace

  4. fulvialuna1 ha detto:

    Non rinuncio al limone per nessun motivo…mi lascia perplessa, molto.

    Mi piace

    1. Lo studio non ne parla in modo negativo, anzi

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...