La psicobiologia dei giocatori online

Risultati immagini per computer saatchi art
Playing Computer (Pedro Oliveira)

Quando i ricercatori hanno esaminato l’espressione di un particolare complesso genico attivato dallo stress cronico, hanno riscontrato differenze a seconda che qualcuno fosse coinvolto positivamente nei videogiochi o fosse un giocatore problematico. Per lo studio dell’American Journal of Human Biology, i ricercatori hanno studiato 56 persone che giocano ai videogiochi e hanno confrontato quelli con punteggi positivi e negativi su una misura di salute sociale/psicologica legata al gioco. Lo studio fa progredire la comprensione da parte dei ricercatori della “psicobiologia” del gioco, dimostrando l’associazione di giochi internet con esperienza negativa con misure biologiche di minaccia cronica, incertezza e angoscia. Lo studio rileva che esperienze di gioco salutari sono rilevabili nel corpo a livello molecolare, con profili più favorevoli di espressione genica infiammatoria e antivirale nelle cellule immunitarie da parte di giocatori che sperimentano il gioco come coinvolgente piuttosto che come forma di dipendenza. Un risultato sorprendente è il modo in cui i risultati dell’espressione genica sono influenzati dal relativo grado di connessione sociale degli altri giocatori. Ciò è coerente con l’idea che schemi più problematici del gioco online sono strettamente correlati con lo stress e il disagio caratteristici dell’isolamento sociale e della solitudine. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente annunciato il “disturbo del gioco” come una nuova condizione di salute mentale inclusa nell’undicesima edizione della sua classificazione internazionale delle malattie.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Social genomics of healthy and disordered internet gaming” by Jeffrey G. Snodgrass, H. J. François Dengah II, Michael G. Lacy, Robert J. Else, Evan R. Polzer Jesusa M. G. Arevalo, and Steven W. Cole in American Journal of Human Biology. Published June 20 2018.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. luisa zambrotta ha detto:

    Interessante e inquietante

    Mi piace

  2. redbavon ha detto:

    Forse c’è un refuso: “sperimentano il gioco come coinvolgente piuttosto che coinvolgente”. Quale è la discriminante?
    Interessante anche per la mia esperienza di vecchia cariatide dei videogiochi: non amo l’online, la ritengo un’esperienza piatta, fine a se stessa, priva di coinvolgimento emotivo (a causa di una mancanza di narrazione anche elementare), praticamente contraddittoria rispetto alla sua denominazione “multiplayer”. L’esperienza con il confronto con giocatori umani invece della IA dovrebbe aumentare il grado di sfida (anche a livello di complessità di interazione) e il livello di coinvolgimento o divertimento. Mi è capitato raramente è solo in giochi online co-op. In modalità PvP invece riscontro quanto hai riportato e la mia impressione converge sul fatto che sia un’esperienza potenzialmente alienante. Giocatori “puri” online con cui mi sono confrontato non sono d’accordo e non giocano ad altro se non in multiplayer. Si crea una sorta di dipendenza, alimentata da meccaniche di grinding, looting e livellamento degli avatar, che presuppongono una persistenza (e dipendenza) nell’universo di gioco, pena essere penalizzati a livello di gameplay.
    Molto interessante, andrò ad approfondire e se hai altri riferimenti, ti chiedo la cortesia di citarmeli. Grazie.

    Mi piace

    1. Grazie, era un refuso. Volevo dire ““sperimentano il gioco come coinvolgente piuttosto che come forma di dipendenza”. Tra l’altro con la correzione si collega anche al tuo discorso che condivido. La cosa interessante di questo studio è che non è psicologico ma neurobiologico per cui i dati sono incontrovertibili (sempre nel limite dell’errore statistico..). Penso che domani pubblicherò un approfondimento sul tema, ma in ogni caso mi ripropongo di darti ulteriori fonti sull’argomento. Buona serata

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...