Lo stress fa realmente sentire più vecchi

Risultati immagini per stress saatchi art
Stress is more (Freja Overgaard)

I ricercatori di psicologia hanno scoperto che lo stress può giocare un ruolo significativo nel modo in cui i giovani adulti si sentono vecchi, con un’incidenza altissima di ogni evento stressante al di sopra della norma quotidiana che fa sentire a molti giovani di avere almeno un anno in più. I giovani adulti sono in un’età in cui non sono più bambini, ma non si sono ancora stabiliti nella loro età adulta. I ricercatori volevano sapere se lo stress influenzava la loro età soggettiva – quanti anni avevano – e hanno scoperto che poteva fare una grande differenza. Per lo studio, i ricercatori hanno rintracciato 53 uomini e 53 donne di età compresa tra 18 e 22 anni. Ogni giorno, per otto giorni, i partecipanti allo studio hanno compilato un sondaggio che monitorava gli eventi stressanti e faceva domande sulla loro età soggettiva. I partecipanti hanno anche compilato un questionario progettato per comprendere fino a che punto si sentivano ancora in fase di determinazione di chi sarebbero stati da adulti – che è spesso visto come una caratteristica distintiva dell’età adulta emergente. I ricercatori hanno scoperto che il 58 percento dei partecipanti allo studio ha riferito di avere sensi di età fluttuanti, riferendo di aver sentito almeno due delle tre opzioni (più anziane, più giovani o la loro età reale) in diversi punti durante lo studio. Lo stress era il fattore determinante. Potrebbe essere lo stress legato alla scuola, al lavoro o alle circostanze sociali, ma giorni stressanti hanno portato a studiare i partecipanti che si sentivano più anziani. Più stressori si sono verificati a qualcuno, oltre il giorno medio, più si sentiva vecchio. Ogni fattore stressante aggiuntivo ha fatto sentire le persone una media di almeno un anno in più. C’era anche l’effetto di essere generalmente “stressati” in modo tale che i giovani adulti che erano generalmente più stressati sentivano altri cinque anni in più. La risposta allo stress era particolarmente pronunciata per i partecipanti allo studio che erano “esploratori dell’identità”, cioè coloro che stavano abbracciando la loro età adulta emergente come un’opportunità per esplorare chi volevano essere. I partecipanti all’estremità opposta dello spettro – quelli con un’identità fissa – hanno riportato poco o nessun impatto sull’età soggettiva in risposta allo stress. Gli esploratori di identità che hanno sperimentato cinque fattori di stress aggiuntivi in ​​un dato giorno hanno riferito di sentirsi 11 anni più anziani, mentre quelli con un’identità fissa non hanno mostrato alcun cambiamento. Sappiamo che i bambini spesso riferiscono di sentirsi più anziani di quanto non siano in realtà. E che gli adulti spesso riferiscono di sentirsi più giovani. Questo lavoro ci aiuta a capire il ruolo che l’emergente età adulta gioca come periodo di transizione da uno all’altro e l’importanza dello stress nell’influenzare le fluttuazioni durante quella transizione.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Daily Subjective Age in Emerging Adults” by Jennifer A. Bellingtier, and Shevaun D. Neupert in Emerging Adulthood. Published June 27 2018.

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Credo di aver sperimentato anch’io le sensazioni descritte in questo articolo.

    Mi piace

    1. Credo che sia comune a tante persone…Ciao Rita!

      Piace a 1 persona

  2. Forse, per un maggiore approfondimento, oltre allo stress andrebbero contemporaneamente valutate le aspettative individuali, che amplificano la percezione di stress se non raggiunte. Sentirsi più vecchi di un anno, comunque, è davvero poca cosa, anche quando una identità non è ‘fissa’. Invece, a mio avviso, è molto più significativo sentirsi a quell’età più vecchi di 5 anni. Le mie sono solo opinioni, non certezze naturalmente.

    Mi piace

    1. Non lo so, credo che sentirsi più vecchi del 5% non sia così trascurabile. Sicuramente valutare altre variabili ed usarle come covariate nello studio possa essere interessante.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...