Produzione e percezione del linguaggio

Risultati immagini per communication saatchi art
Communication v3.2 (Mi Be)

Le regioni cerebrali coinvolte nell’articolazione del linguaggio sono anche attive nella percezione del linguaggio. Questo studio di un team del BrainLinks-BrainTools Cluster of Excellence dell’Università di Friburgo contribuisce in modo significativo a chiarire una questione di ricerca che è stata oggetto di accesi dibattiti per decenni. Gli scienziati hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Scientific Reports. La comunicazione orale spontanea è una parte fondamentale della nostra vita sociale. Ma cosa succede nel cervello umano mentre si parla? La neuroscienza del linguaggio si è sviluppata costantemente negli ultimi decenni grazie a studi sperimentali. Tuttavia, si sa ancora poco su come il cervello supporta la lingua parlata in condizioni quotidiane, non sperimentali e spontanee. La questione se le regioni cerebrali responsabili dell’articolazione siano attivate anche durante la percezione della lingua ha diviso gli studiosi in due campi. Alcuni hanno osservato tale attivazione durante studi sperimentali e hanno concluso che riflettono un meccanismo necessario per la percezione del linguaggio. Altri non hanno trovato questa attivazione nei loro esperimenti e hanno dedotto che deve essere raro o forse non esiste realmente. Tuttavia, entrambi i campi avevano le seguenti preoccupazioni: l’attività cerebrale in regioni rilevanti per l’articolazione potrebbe essere influenzata dalla progettazione dell’esperimento – alla fine, le condizioni sperimentali differiscono enormemente da quelle del linguaggio spontaneo. Quindi, era necessario condurre uno studio usando conversazioni naturali. Usando un design straordinario, i ricercatori di Friburgo sono riusciti a studiare l’attività neuronale durante tali conversazioni. Ciò è stato fatto usando l’attività cerebrale registrata per la diagnosi durante le conversazioni quotidiane di pazienti neurologici. Gli scienziati hanno dimostrato che le regioni del cervello rilevanti per l’articolazione del linguaggio mostrano in modo affidabile l’attività durante la percezione del linguaggio parlato spontaneo. Il fatto che queste regioni non siano state attivate quando i soggetti testati hanno udito rumori non verbali suggerisce che questa attività potrebbe essere specifica per la parola. In pratica, come anche ho dimostrato in un mio studio del 2017, esistono delle aree cerebrali collocate nella corteccia temperoparietale che sono specifiche della comunicazione. Questo potrebbe permettere di avere cure più specifiche in patologie che vanno ad intaccare la capacità di comunicare.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Real-life speech production and perception have a shared premotor-cortical substrate” by Olga Glanz (Iljina), Johanna Derix, Rajbir Kaur, Andreas Schulze-Bonhage, Peter Auer, Ad Aertsen & Tonio Ball in Scientific Reports. Published June 11 2018.
“Observing Others Speak or Sing Activates Spt and Neighboring Parietal Cortex.” Corbo D, Orban GA. J Cogn Neurosci. 2017 Jun;29.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. olgited ha detto:

    interessantissimo,buona giornata!

    Mi piace

    1. Grazie! buona giornata anche a te

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...