Sentirsi giovani significa invecchiare cerebralmente più lentamente

Risultati immagini per old young saatchi art
Old and Young (Yuri Vasiliev)

Mentre tutti invecchiano, non tutti sentono la loro età. Uno studio recente rivela che tali sentimenti, chiamati età soggettiva, possono riflettere l’invecchiamento cerebrale. Utilizzando le scansioni cerebrali con risonanza magnetica, i ricercatori hanno scoperto che le persone anziane che si sentono più giovani della loro età mostrano meno segni di invecchiamento cerebrale, rispetto a coloro che sentono la loro età o più vecchia della loro età. Pubblicato su Frontiers in Aging Neuroscience, questo studio è il primo a trovare un legame tra età soggettiva e invecchiamento cerebrale. I risultati suggeriscono che le persone anziane che si sentono più grandi della loro età dovrebbero prendere in considerazione la cura per la loro salute del cervello. Tendiamo a pensare all’invecchiamento come a un processo fisso, in cui i nostri corpi e le nostre menti cambiano costantemente. Tuttavia, gli anni che passano influenzano tutti in modo diverso. Quanti anni ci sentiamo, che è chiamato la nostra età soggettiva, varia anche tra le persone – con molti che si sentono più vecchi o più giovani rispetto alla loro età reale. Ma l’età soggettiva è solo un sentimento o un’attitudine o riflette il modo in cui i nostri corpi stanno invecchiando? Questa domanda ha incuriosito il gruppo di ricerca dell’Università Nazionale di Seoul in Corea. Perché alcune persone si sentono più giovani o più grandi della loro vera età? Alcune possibilità includono stati depressivi, differenze di personalità o salute fisica. Tuttavia, nessuno aveva studiato i processi di invecchiamento del cervello come una possibile ragione per le differenze nell’età soggettiva. Le persone subiscono frequentemente alcuni problemi cognitivi man mano che invecchiano. Infatti, il cervello mostra una varietà di cambiamenti legati all’età che riflettono il declino della salute neurale, comprese le riduzioni dei volumi di materia grigia. Le tecniche sviluppate di recente possono aiutare i ricercatori a identificare le caratteristiche del cervello associate all’invecchiamento, per fornire un’età stimata del cervello. I ricercatori hanno utilizzato queste tecniche per studiare il legame tra età soggettiva e invecchiamento cerebrale. Hanno eseguito scansioni cerebrali MRI in 68 persone sane le cui età andavano da 59-84 anni e hanno esaminato i volumi di materia grigia in varie regioni del cervello. I partecipanti hanno anche completato un test, che includeva domande sul fatto che si sentissero più anziani o più giovani della loro età e domande che valutassero le loro capacità cognitive e le percezioni della loro salute generale. Le persone che si sentivano più giovani della loro età avevano più probabilità di ottenere un punteggio più alto in un test di memoria, ritenevano che la loro salute fosse migliore e presentavano meno probabilità di riportare sintomi depressivi. Criticamente, coloro che si sentivano più giovani della loro età mostravano un aumento del volume della materia grigia nelle regioni chiave del cervello. I ricercatori hanno utilizzato i dati della risonanza magnetica per calcolare l’età cerebrale stimata per i partecipanti. Hanno scoperto che le persone che si sentono più giovani hanno le caratteristiche strutturali di un cervello più giovane. È importante sottolineare che questa differenza rimane solida anche quando vengono presi in considerazione altri possibili fattori, tra cui personalità, salute soggettiva, sintomi depressivi o funzioni cognitive. I ricercatori ipotizzano che coloro che si sentono più anziani possano essere in grado di percepire il processo di invecchiamento nel loro cervello, poiché la loro perdita di materia grigia potrebbe rendere le attività cognitive più difficili. Tuttavia, al momento i ricercatori non sanno con certezza se queste caratteristiche cerebrali sono direttamente responsabili dell’età soggettiva e dovranno effettuare studi a lungo termine per comprendere ulteriormente questo legame. Una possibilità interessante è che coloro che si sentono più giovani hanno maggiori probabilità di condurre una vita più attiva fisicamente e mentalmente, che potrebbe causare miglioramenti nella salute del cervello. Tuttavia, per coloro che si sentono più grandi, potrebbe essere vero il contrario. Se qualcuno si sente più vecchio della propria età, potrebbe essere segno per loro di valutare il loro stile di vita, le abitudini e le attività che potrebbero contribuire all’invecchiamento del cervello e prendere misure per prendersi cura meglio della propria salute del cervello.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Feeling How Old I Am: Subjective Age Is Associated With Estimated Brain Age” by Seyul Kwak, Hairin Kim, Jeanyung Chey and Yoosik Youm in Frontiers in Aging Neuroscience. Published June 7 2018.

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. Marco Cariati ha detto:

    Grazie Daniele. Allora ho buone speranze per non invecchiare 😁
    Complimenti

    Mi piace

    1. Grazie a te! si basta sentirsi giovani😁😁

      Mi piace

  2. Anch’io mi sento più giovane di quello che sono.

    Mi piace

    1. Quindi invecchierai lentamente 😉

      Piace a 1 persona

  3. Le perle di R. ha detto:

    Io sono giovane e vario dal sentirmi vecchia, al sentirmi ancora giovane 😕 anche se, credo, prevalga la prima.

    Mi piace

    1. L’importante è che tu sappia di essere giovane, da questa consapevolezza ricostruisci la percezione di ciò che sei!

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        Grazie per il consiglio 😊

        Mi piace

      2. Di niente. Buona serata, Rita 😘

        Piace a 1 persona

      3. Le perle di R. ha detto:

        A te, Daniele e buona notte

        Piace a 1 persona

  4. Laura Parise ha detto:

    In effetti é una cosa che ho notato d tempo… piú ti senti giovane dentro piú ne ottieni benefici sia fisici che mentali.

    Mi piace

    1. Assolutamente è così, sono circoli virtuosi che fanno molto bene!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...