Alimenti che aiutano il cervello a dimagrire

Risultati immagini per food saatchi art
Food (Marta Tuta)

I ricercatori hanno scoperto che consumare un brodo ricco di umami o di sapori salati può causare sottili cambiamenti nel cervello che promuovono comportamenti alimentari sani, specialmente nelle donne a rischio di obesità. Umami è un termine giapponese usato per esprimere un pasto delizioso e salato e rappresenta uno dei cinque sapori base, insieme a dolce, salato, amaro e aspro. Un componente chiave del gusto umami è il glutammato, un amminoacido non essenziale presente in natura che può essere trovato in quasi tutti i cibi e specialmente in alimenti ricchi di proteine come latticini, pesce e carne. Precedenti studi sperimentali hanno dimostrato che l’assunzione di un brodo o di una zuppa integrata con glutammato monosodico (MSG), un sale di sodio del glutammato, prima di un pasto può ridurre l’appetito e l’assunzione di cibo, specialmente nelle donne con una propensione a mangiare troppo e aumentare di peso. In uno studio pubblicato su Neuropsychopharmacology, i ricercatori hanno valutato i cambiamenti nel cervello di giovani donne sane dopo aver consumato brodo di pollo con o senza aggiunta di MSG. Gli investigatori hanno utilizzato tre strumenti di laboratorio per rilevare i cambiamenti: un test del computer che misurava il controllo inibitorio (un processo mentale chiave necessario per l’autoregolazione del mangiare), un pasto a buffet durante il quale i partecipanti mangiavano liberamente indossando occhiali speciali che monitoravano i movimenti degli occhi, e una scansione funzionale del cervello che misurava l’attività cerebrale mentre i partecipanti facevano scelte alimentari. Dopo l’assunzione del brodo ricco di umami, i partecipanti hanno eseguito il test di controllo inibitorio meglio, hanno avuto uno sguardo più focalizzato durante il pasto e hanno avuto un maggiore coinvolgimento di un’area cerebrale legata all’autoregolamentazione di successo durante la scelta del cibo. Inoltre, dopo aver consumato il brodo ricco di umami, quelli a maggior rischio di obesità hanno consumato meno grassi saturi durante il pasto. Ricerche precedenti sull’uomo hanno studiato gli effetti dei brodi contenenti umami sull’appetito, che viene tipicamente valutato con misure soggettive. Qui, hanno esteso queste scoperte replicando gli effetti benefici dell’umami sull’alimentazione sana nelle donne ad alto rischio di obesità, e hanno usato nuove misure di laboratorio che sono sensibili e obiettive. Hanno anche notato che molte ricerche hanno esaminato gli effetti dello zucchero e della dolcezza sul cervello, ma lo studio del gusto salato è stato limitato. I risultati possono aprire nuovi modi per facilitare un’alimentazione sana e ridurre l’assunzione di cibo nella popolazione generale. Molte culture in tutto il mondo sostengono di bere un brodo prima di un pasto. Il nostro studio suggerisce la possibilità che le persone ad alto rischio di obesità possano beneficiare di un brodo ricco di umami prima di un pasto per facilitare un’alimentazione sana e una scelta alimentare sana. Tuttavia, qui hanno valutato solo gli effetti immediati e in un contesto di laboratorio. La ricerca futura dovrebbe stabilire se questi cambiamenti osservati possono accumularsi e influenzare l’assunzione di cibo nel tempo e / o se possono essere sfruttati per aiutare le persone a perdere peso con maggiore successo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Neurocognitive effects of umami: association with eating behavior and food choice” by Greta Magerowski, Gabrielle Giacona, Laura Patriarca, Konstantinos Papadopoulos, Paola Garza-Naveda, Joanna Radziejowska & Miguel Alonso-Alonso in Neuropsychopharmacology. Published March 20 2018.

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. Il glutammato monosodico può far aumentare la pressione e provocare reazioni allergiche.

    Piace a 1 persona

    1. È vero, ha degli effetti negativi che ho dimenticato di scrivere. Bisogna trovare il compromesso, oppure i ricercatori devono individuare un modo di assumerlo senza avere effetti collaterali. Buona domenica Elena

      Piace a 1 persona

  2. olgited ha detto:

    Interessante!Io da anni non uso il glutammato,ma non ho propensione per l’obesità.Buona domenica Daniele!

    Mi piace

    1. Grazie, buona domenica anche a te

      Mi piace

  3. Dora Millaci ha detto:

    Argomento interessante, anche se a me onestamente non occorre dimagrarire… peso solo 45Kg nonostante mangi sempre e di tutto. Lo so, sono “l’invidia” di tutte quelle donne che non riescono a perdere peso. Ho messo su diversi chili quando facevo la chemio. In quel caso, caspita sono lievitata come una torta ah ah 😀 ben 12 kg in pochi mesi!!!! Certo, tutti mi dicevano stai bene, perché a me che sono magra di natura non si vedeva così tanto, ma io non mi ci ritrovavo. Dalle foto si vede la differenza. Una cosa però, la faccia mi è restata gonfia (anche perché prendo spesso cortisone).

    Mi piace

    1. Eh si, direi proprio che sei invidiabile per questo aspetto!!! Il cortisone purtroppo dà questo effetto, non ci si può far niente. Buona settimana cara Dora

      Piace a 1 persona

      1. Dora Millaci ha detto:

        Lo so purtroppo è uno degli effetti collaterali del cortisone. Grazie amico mio, buona settimana a te. Un abbraccio ♥ ^_^

        Mi piace

      2. Buona serata cara, un abbraccio forte a te 💖

        Piace a 1 persona

      3. Dora Millaci ha detto:

        gentilissimo come sempre 🙂

        Mi piace

  4. Bell’articolo, interessante..!! 🙂

    Mi piace

    1. Grazie, mi fa piacere che ti abbia interessato. Buona giornata 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...