Il perfezionismo nei bambini è un predittore del disturbo ossessivo compulsivo

Risultati immagini per obsessive saatchiart
Obsessive thoughts (luca cappai)

Studiando bambini piccoli, i ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università di Washington a St. Louis hanno scoperto che i bambini che hanno tendenze al perfezionismo e un eccessivo autocontrollo hanno il doppio delle probabilità rispetto agli altri bambini di sviluppare il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) nel momento in cui raggiungono l’adolescenza . Inoltre, le scansioni MRI prese come parte della ricerca hanno rivelato che i perfezionisti avevano spesso volumi più piccoli di una struttura cerebrale precedentemente collegata al DOC. I risultati sono stati pubblicati il 18 luglio sulla rivista JAMA Psychiatry. Avere un sacco di autocontrollo e la ricerca della perfezione spesso sono considerati in maniera positiva dai genitori e dalla società perché possono eliminare gli errori, ma un eccessivo autocontrollo e perfezionismo possono essere un campanello d’allarme. Negli adolescenti e negli adulti, queste caratteristiche sono associate al disturbo ossessivo compulsivo e ad altri disturbi, come l’anoressia e l’ansia sociale. Ora sono stati in grado di collegare questo al rischio di DOC nei bambini. Il DOC è un disturbo cronico di salute mentale che spesso comporta pensieri o ossessioni incontrollabili, ricorrenti – come la paura dei germi o il bisogno di avere le cose in perfetto ordine – e comportamenti che una persona sente l’impulso a ripetere più e più volte – come lavarsi le mani, conteggio compulsivo o controllo ripetuto se le porte sono bloccate. È importante identificare il disturbo il più presto possibile perché la condizione spesso è cronica e ricorre per tutta la vita. Se si possono identificare bambini molto piccoli a rischio, potrebbe essere possibile intervenire prima per prevenire o almeno ridurre l’intensità delle ossessioni e compulsioni legate al DOC. I ricercatori hanno arruolato 292 bambini di età compresa tra 4 e 5. Nei successivi 12 anni, 35 bambini hanno sviluppato il DOC. Tra i bambini, i ricercatori hanno scoperto che stavano esercitando un eccessivo autocontrollo e perfezionismo, una diagnosi di DOC era due volte più probabile che tra coloro a cui non importava tanto di svolgere un compito in modo assolutamente corretto. Tutti i bambini dello studio sono stati reclutati più di un decennio fa per uno studio correlato in cui i ricercatori hanno valutato i bambini piccoli per la depressione. I dati per il nuovo studio sono stati ricavati dalle interazioni videoregistrate dello studio precedente di bambini con un ricercatore. Lo sperimentatore avrebbe consegnato al bambino un foglio di carta bianca e un pennarello verde e avrebbe semplicemente detto: ‘Ho bisogno che tu mi disegni un cerchio verde perfetto’. Disegnare un cerchio perfetto è difficile per quasi tutti, ma soprattutto per i bambini piccoli. Dopo che un bambino avrebbe completato il disegno e mostrato il cerchio al ricercatore, il ricercatore avrebbe fornito un feedback negativo, chiamando il cerchio “troppo piccolo” o “troppo piatto” e poi avrebbe detto al bambino di riprovare. Dopo 3 minuti e mezzo di feedback negativo, lo sperimentatore ammetterebbe di essere troppo severo, loderebbe il bambino e gli direbbe che tutto andava bene. I ricercatori hanno valutato l’intensità del monitoraggio delle prestazioni di un bambino mentre il giovane ha tentato di fare un lavoro migliore. Alcuni bambini erano molto autocritici. Il ricercatore avrebbe fatto notare i difetti, ma anche il bambino era critico nei confronti dello sforzo. Questo eccessivo perfezionismo è stato il più forte predittore del DOC in seguito. Nelle sue forme più gravi, il DOC è un disturbo altamente invalidante e intrattabile. Pertanto, questa prima identificazione dei comportamenti di rischio tangibili nella prima infanzia apre nuove interessanti opportunità per la progettazione di interventi preventivi. Mentre i bambini crescevano, 152 di loro avevano una serie di tre scansioni cerebrali MRI nei successivi 10-12 anni. I ricercatori hanno scoperto che coloro che si comportavano come perfezionisti durante il lavoro del cerchio avevano anche volumi più piccoli di una struttura cerebrale chiamata corteccia cingolata anteriore, una caratteristica anatomica nel cervello che in precedenza era stata collegata al DOC negli adulti. Uno dei principali i problemi alla base dei pensieri ossessivi e dei comportamenti compulsivi nel disturbo ossessivo-compulsivo sono un deficit nel controllo cognitivo, che coinvolge in particolare la corteccia cingolata anteriore. La maggior parte dei trattamenti per DOC riguardano farmaci e psicoterapia. Se non trattata, la condizione può essere cronica e grave. È importante anche considerare il ruolo dei genitori, perché se uno di questi bambini ha un genitore che dice sempre “Non sei abbastanza bravo!” il problema peggiorerà sempre più.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Associations of Observed Performance Monitoring During Preschool With Obsessive-Compulsive Disorder and Anterior Cingulate Cortex Volume Over 12 Years” by Kirsten E. Gilbert, PhD; Margot E. Barclay, BA; Rebecca Tillman, MS; Deanna M. Barch, PhD; and Joan L. Luby, MD in Brain Stimulation. Published July 18 2018.

13 commenti Aggiungi il tuo

  1. Non ho corso questo rischio 😉

    Mi piace

  2. Questo studio mi fa ricordare Wertheimer, il personaggio creatto da Thomas Bernhard nel libro Il soccombente. Ecco il passaggio:

    “Voleva pubblicare un libro ma non c’è riuscito perché ha seguitato a modificare il suo manoscritto, lo ha modificato talmente spesso che alla fine di quel manoscritto non è rimasto più nulla, in realtà i cambiamenti del manoscritto altro non erano che la totale cancellazione del manoscritto stesso, di cui alla fine non è rimasto che il titolo, che era Il soccombente.”

    Ma non è proprio il perfezionismo (quando non si inceppa, certamente) uno degli elementi trascinatori dell’umanitá?

    Mi piace

    1. Volevo dire “creato”… Be’, ho il diritto di sbagliare, no?

      Mi piace

      1. Assolutamente si!!! 😉

        Mi piace

    2. Infatti il perfezionismo in un adulto è tendenzialmente costruttivo. Invece i bambini non sono attrezzati per sostenerlo e col tempo rischiano di restarne ingabbiati

      Mi piace

    3. Grazie per il commento molto interessante

      Mi piace

  3. Monique Namie ha detto:

    Uno studio molto interessante. Io soffro di un certo tipo di DOC, i miei genitori non l’hanno capito quand’ero piccola e adesso sto ancora cercando di uscirne.

    Mi piace

    1. Purtroppo il tuo caso è tipico, sono rari i genitori che hanno la lucidità per accorgersene. Spero che tu ne possa uscire presto

      Piace a 1 persona

  4. - ElyGioia - ha detto:

    I bambini devono fare ed essere BAMBINI, mi ci batto ogni giorno su questo principio.. Grazie per diffondere questi articoli

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...