Bere troppo alcol durante l’adolescenza diminuisce la memoria di lavoro

Risultati immagini per Binge Drinking saatchiart
DRINK FOR DRUNK (massimo jose monaco)

Un nuovo studio dei ricercatori della Columbia University Irving Medical Center ha scoperto che il binge drinking altera la memoria di lavoro nel cervello dell’adolescente. Lo studio, nei topi, spiega perché gli adolescenti che bevono in maniera incontrollata hanno una probabilità 15 volte superiore di diventare alcolisti durante l’età adulta. Lo studio, pubblicato su Journal of Neuroscience, sostiene che il cervello dei giovani adolescenti è in una fase di sviluppo che li rende più vulnerabili ad arrivare alla dipendenza da alcol. La domanda che si stanno ponendo è:possiamo trovare questi interruttori nell’adolescente alcolizzato in modo da spegnerlo? Altri ricercatori hanno esaminato la neuroscienza del binge drinking, ottenendo i topi intossicati attraverso l’inalazione di vapore o l’iniezione di alcool. Altri stanno adottando un approccio diverso, consentendo ai topi di bere volontariamente. Le scorciatoie sono utili per far bere gli animali, ma questi modelli non assomigliano a come si sviluppa l’alimentazione negli esseri umani. In questo nuovo approccio, i topi ricevono l’accesso all’alcol ogni altro giorno durante un periodo del loro sviluppo equivalente all’adolescenza umana. Alcuni dei topi bevono avidamente e molto poco, il che li paragona all’esperienza umana. Le conseguenze del binge drinking nei topi adolescenti sono anche simili agli effetti nell’uomo. Mentre i topi diventano giovani adulti, quelli che hanno bevuto pesantemente nella loro giovinezza adottano abitudini alimentari spesso viste nelle persone. Spesso i topi bevono massicciamente non appena viene fornito l’alcol. Questo cosiddetto comportamento di carico frontale è spesso presente nelle persone che sviluppano successivamente un disturbo dell’alcol. I cambiamenti più evidenti che i ricercatori hanno visto sono apparsi nei neuroni all’interno del topo equivalentemente alla corteccia prefrontale umana (PFC), che è coinvolta nella pianificazione delle azioni sopprimendo le risposte inappropriate e mantenendo la memoria di lavoro (che governa la memoria a brevissimo termine) e l’attenzione. L’area non matura completamente nelle persone fino ai 20 anni. Nei topi che hanno binge-drinking, alcuni neuroni PFC erano meno in grado di generare attività persistente, e questi cambiamenti sembrano compromettere la memoria di lavoro. Questo risultato è coerente con studi di imaging che mostrano una ridotta attività di riposo nel PFC di alcolizzati e bevitori abituali. Questi risultati possono aiutare a spiegare perché i bevitori adolescenti hanno problemi di memoria, ma suggeriscono anche che ci sono modi per intervenire. I ricercatori hanno scoperto che l’alcolismo alterava l’eccitabilità dei neuroni interferendo con i canali che permettono agli ioni di fluire nei neuroni. L’individuazione di questi canali può ripristinare i normali schemi di attività nel PFC e migliorare la memoria di lavoro e studi neurobiologici come questo sono necessari per sviluppare nuovi trattamenti per i disturbi dell’alcol.
La maggior parte degli adulti con disturbi da consumo di alcol inizia il suo consumo eccessivo di adolescenti. Se speriamo di trovare modi per prevenire o curare questi disordini, è fondamentale comprendere non solo i fattori sociali e ambientali che contribuiscono al consumo precoce di alcol, ma anche i cambiamenti che avvengono nel cervello che portano alla dipendenza da alcol.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Alcohol Consumption during Adolescence in a Mouse Model of Binge Drinking Alters the Intrinsic Excitability and Function of the Prefrontal Cortex through a Reduction in the Hyperpolarization-Activated Cation Current” by Michael C. Salling, Mary Jane Skelly, Elizabeth Avegno, Samantha Regan, Tamara Zeric, Elcoma Nichols and Neil L. Harrison in Journal of Neuroscience. Published July 4 2018.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. olgitedo ha detto:

    Ne sono convinta pur io!

    Mi piace

    1. È un argomento da affrontare in maniera rigorosa ipotizzando strategie da utilizzare.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...