Se vuoi migliorare in matematica, migliora la tua postura

Risultati immagini per on chair saatchi art
Writer on a chair (Oleksandra Fedoruk)

Se ti sei mai sentito paralizzato dalla paura come un cervo nei fari di un auto prima di fare un test di matematica o di parlare davanti a un grande gruppo di persone, potresti trarre beneficio da un semplice cambiamento di postura. Come parte di un nuovo studio condotto da ricercatori della San Francisco State University, 125 studenti universitari sono stati testati per vedere quanto potevano eseguire semplici calcoli matematici – come sottrarre 7 ad 843 in sequenza per 15 secondi – mentre si sdraiavano o si sedevano dritti con le spalle all’indietro e rilassati. Il 56% degli studenti ha riferito di aver trovato più semplice eseguire gli esercizi di matematica in posizione verticale. Per le persone che sono ansiose rispetto alla matematica, la postura fa una grande differenza. La posizione accasciata li spegne e anche i loro cervelli non funzionano. Non riescono a pensare in modo così chiaro. Prima che iniziasse lo studio, gli studenti compilavano un questionario anonimo chiedendo loro di valutare i loro livelli di ansia durante gli esami di matematica; hanno anche descritto qualsiasi sintomo fisico di stress che hanno sperimentato durante il test. Una posizione accasciata è una postura difensiva che può innescare vecchi ricordi negativi nel corpo e nel cervello. Mentre gli studenti senza ansia per la matematica non hanno riportato un grande beneficio da una postura migliore, hanno scoperto che fare la matematica mentre erano accasciati era un po’ più difficile. Queste scoperte sulla posizione del corpo possono aiutare le persone a prepararsi a molti tipi diversi di prestazioni sotto stress, non solo i test di matematica. Atleti, musicisti e oratori pubblici possono beneficiare di una postura migliore prima e durante la loro esibizione. Si tratta di utilizzare una posizione potenziata per ottimizzare l’attenzione. Tale concetto potrebbe essere particolarmente utile per gli studenti che affrontano la sfida chiamata “minaccia stereotipata”. Uno studente, può identificarsi con tali studenti, che sperimentano paura e insicurezza a causa di una convinzione da parte di altri – che può diventare interiorizzata – che non farà bene in matematica. L’adozione di una postura più fiduciosa potrà aiutare altri studenti agli inizi ad entrare in modo ottimale nello studio delle scienze e della matematica, che spesso sono contaminate dalla minaccia degli stereotipi. Si costruisce una relazione con la matematica da bambini – fin dalle elementari, per cui si corre il rischio di essere condizionati tutta la vita da una falsa percezione di sé. I risultati dello studio dimostrano un modo semplice per migliorare molti aspetti della vita, specialmente quando è coinvolto lo stress: Il modo in cui portiamo noi stessi e interagiamo nello spazio influenza non solo il modo in cui gli altri ci percepiscono ma anche il modo in cui percepiamo noi stessi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Do better in math: How your body posture may change stereotype threat response” by Erik Peper, Richard Harvey, Lauren Mason, I-Mei Lin in NeuroRegulation. Published August 2018.

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    ” Il modo in cui portiamo noi stessi e interagiamo nello spazio influenza non solo il modo in cui gli altri ci percepiscono ma anche il modo in cui percepiamo noi stessi.” Sono completamente d’accordo, ancor prima di leggerlo nel tuo articolo.

    Piace a 1 persona

  2. italiafinlandia ha detto:

    Che gentile…mi stai dando un’altra chance con la mia matematica che non va…! 😉

    Mi piace

    1. ahahaha, mai disperare con la matematica!

      Piace a 1 persona

  3. fulvialuna1 ha detto:

    Mmmm…mi lascia perplessa.

    Mi piace

    1. In generale il corpo trasmette alla mente delle sensazioni e viceversa. È possibile che una postura dia sicurezze maggiori

      Mi piace

  4. Emozioni ha detto:

    Ci proverò.
    Cribbio!
    Eccome se ci proverò!

    Mi piace

    1. Vale la pena tentare, anche se cambiare postura non è banale

      Mi piace

      1. Emozioni ha detto:

        Certamente sì!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...