Invecchiando si cambia?

Risultati immagini per ageing saatchi art
“Then AGE, bitch!” (Jim Gingerich)

Quanto saremo cambiati tra la scuola superiore e la pensione? La risposta dipende dal fatto che tu stia confrontando te stesso con gli altri o con il tuo io più giovane. I risultati di un nuovo studio, pubblicato il 16 agosto sul Journal of Personality and Social Psychology, il primo a testare come la personalità potrebbe cambiare in 50 anni e fare affidamento sulla stessa fonte di dati in entrambi i momenti, trova che i modelli ampi di pensieri, sentimenti, comportamenti e personalità cambiano, e questo cambiamento aumenta con il tempo. Ma non confrontare te stesso con gli altri; quelli che sono i più emotivamente stabili da giovani probabilmente continueranno ad essere i più stabili man mano che invecchiano. Le classifiche (dei tratti di personalità) rimangono abbastanza coerenti. Le persone che sono più coscienziose di altre alla loro età di 16 anni sono probabilmente più coscienziose di altre a 66 anni. Ma, in media, tutti diventano più coscienziosi, più emotivamente stabili e più gradevoli. Tuttavia, ha detto, i ricercatori hanno trovato differenze individuali nel cambiamento nel tempo, con alcune persone che cambiano più di altre e alcune che cambiano in modi più disadattivi o dannosi. Gli scienziati sociali hanno a lungo discusso se la personalità sia stabile – non variabile nel tempo – o malleabile. Studi recenti hanno indicato che potrebbe essere entrambi, ma studi longitudinali che coprono tempi molto lunghi e che fanno affidamento sulla stessa fonte di dati in entrambi i punti temporali sono rari. La nuova ricerca supporta l’idea che la personalità sia influenzata sia dalla genetica che dall’ambiente. La personalità è descritta come modelli di pensieri, sentimenti e comportamenti, costituiti da cinque tratti principali: coscienziosità, gradevolezza, apertura alle esperienze, estroversione e stabilità emotiva. Questi cinque tratti sono stati trovati attraverso età e culture. La combinazione di questi tratti – il modo in cui ogni tratto è dominante in un dato individuo rispetto agli altri tratti – crea il profilo della personalità. Il team di ricerca ha utilizzato un set di dati di studenti delle scuole superiori statunitensi che ha risposto a una serie di domande per valutare la personalità nel 1960 e ancora 50 anni dopo. I dati del progetto Talent Personality Inventory hanno permesso ai ricercatori di rispondere a diverse domande, tra cui:

  • In che misura le persone mantengono la loro posizione rispetto ai tratti della personalità rispetto ad altre persone – per esempio, le persone che sono più impulsive della maggior parte dei loro coetanei a 16 anni rimangono più impulsive dei loro coetanei a 60 anni?
  • In che misura i livelli medi dei tratti di personalità cambiano? Le persone, in media, sono più coscienziose a 66 anni rispetto alle 16?
  • Tutti cambiano allo stesso modo?
  • Ci sono differenze di genere nei modelli di stabilità della personalità e cambiamenti nel tempo?

Questi risultati suggeriscono che la personalità ha una componente stabile per tutta la durata della vita, sia a livello di tratto che a livello di profilo, e che la personalità è malleabile e le persone maturano con l’avanzare dell’età. Hanno trovato differenze di genere nella personalità in qualsiasi momento, ma nel complesso, uomini e donne circa allo stesso modo per tutta la durata della vita. Lo studio non sembra dare delle risposte certe, ma sicuramente aggiunge elementi per arricchire il dibattito in merito.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Sixteen going on sixty-six: A longitudinal study of personality stability and change across 50 years” by Damian, Rodica Ioana; Spengler, Marion; Sutu, Andreea; and Roberts, Brent W. in Journal of Personality and Social Psychology. Published August 3 2018.

11 commenti Aggiungi il tuo

  1. silvia1947 ha detto:

    Se faccio un confronto a com’ero a 16 anni ( ora sto per compierne 72 ) ed a come sono ora , indubbiamente sono più ” matura ” , le esperienze della vita ti fanno crescere , cresci con le esperienze dei tuoi figli e con l’arrivo dei nipoti , con le avversità che hai dovuto superare ed anche con le gioie avute… Inesorabilmente si cambia nel modo di pensare ( diventa più profondo ) , si cambia nell’approccio con gli altri ( particolarmente se sei stato ” bruciato ” ) ecc… però la personalità non muta , per me è così ! Ho notato questa cosa anche nella mia mamma che ora non è più …. il carattere di fondo rimane , addolcito magari , come dici nell’articolo , ma è sempre lui….Grazie

    Piace a 1 persona

    1. Grazie della tua conferma, mi ritrovo nelle tue parole e ti ringrazio per la condivisione. Un abbraccio

      Piace a 1 persona

  2. Maria ha detto:

    Una volts sentii un discorso fra due uomini anziani che stavano parlando di una conoscenza che avevano in comune, e uno di questi disse all’altro: “quando ci si va vecchi, si diventa l’opposto di quello che si è stato da giovani! Perciò ora lui ora parla così tanto! (la conoscenza in comune) Da ragazzo stava sempre zitto”.

    Mi piace

    1. Questa teoria non la condivido molto… Magari da giovane l’insicurezza portava questa persona ad essere silenziosa, poi è venuta fuori la sua vera personalità.

      Piace a 1 persona

      1. Maria ha detto:

        Sì, anch’io la penso come te!

        Mi piace

  3. Ehipenny ha detto:

    È inevitabile il confronto con i se stessi del passato, e si cambia per tante ragioni, esperienze, conoscenze, vittorie e fallimenti… il confronto con gli altri è quello che invece va per la maggiore, ma non so quanto possa portare di buono..

    Mi piace

    1. Credo che il confronto con gli altri non porti nulla di buono…

      Piace a 2 people

      1. Ehipenny ha detto:

        Mi sa di no 🙂

        Piace a 1 persona

  4. Articolo molto interessante! con interrogativi molto importanti che ritrovo anche tra gli studiosi di grafologia.
    Anche nella scrittura, come crede pure SILVIA1947, il carattere di fondo è sempre riconoscibile nel tempo, malgrado inevitabili cambiamenti più o meno evidenti imposti dall’adattamento sociale alla realtà esterna, ma questi cambiamenti possono riguardare di più le modalità espressive (= atteggiamenti) piuttosto che la sostanza (= l’IO, la propria identità). Ad esempio, l’emotivo non perderà col tempo la sua emotività, ma potrà cambiare strategie diverse per sopportarla meglio. Così è per chi è pacato o molto calmo per natura: può anche cascare il mondo che egli/lei non si scompone, nemmeno se sollecitato/a. Il carattere si costruisce-arricchisce con le esperienze individuali nel tempo ma è il temperamento (innato) che già dal primo strutturarsi della scrittura (alle elementari) imprime al gesto grafico le proprie caratteristiche neurovegetative ed ormonali, perché prima di tracciare le lettere con la penna noi le prepariamo nello spirito, interiormente, come pretracciato cerebrale. Come affermato da un noto e serio grafologo Nazzareno Palaferri: “è il biotipo di base che dà una impronta tipica di ritmo, di interessi, di mentalità, di intelligenza, di dinamismo [io aggiungo che questi elementi non cambiano sostanzialmente con l’avanzare dell’età], il temperamento qualifica il tipo di reattività agli stimoli esistenziali e il carattere ne definisce il comportamento” Forse ho messo troppa carne al fuoco, come si dice, ma sono spunti diversi di indagine che spero possano essere di aiuto un po’ a tutti, perché ci riguardano proprio da vicino.

    Mi piace

    1. Non ho niente da aggiungere se non che sono completamente d’accordo con te e grazie per il tuo prezioso contributo al dibattito!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...