Sentire odori inesistenti

Risultati immagini per Smell saatchi artEntrate in una stanza e la persona che è con voi vi dice “cos’è questo odore?” ma voi non sentite niente e lei continua a farvi sentire come se tu non avessi più olfatto. O forse è lei che ha immaginato tutto? Un nuovo studio rileva che 1 americano su 15 (o il 6,5%) di età superiore ai 40 anni sperimenta odori fantasma. Lo studio, pubblicato su JAMA Otolaryngology-Head and Neck Surgery, è il primo negli Stati Uniti ad utilizzare dati rappresentativi a livello nazionale che esamina la prevalenza e i fattori di rischio per la percezione dell’odore fantasma. Lo studio potrebbe informare le ricerche future volte a sbloccare i misteri degli odori fantasma. Lo studio è inserito nel programma di epidemiologia e biostatistica presso l’Istituto nazionale sulla sordità e altri disturbi della comunicazione (NIDCD), parte del National Institutes of Health. Il team ha utilizzato i dati di 7.417 partecipanti oltre i 40 anni di età dal National Health and Nutrition Examination Survey 2011-2014 (NHANES). I dati NHANES sono stati raccolti dal National Center for Health Statistics, che fa parte dei Centers for Disease Control and Prevention. I problemi con il senso dell’olfatto sono spesso trascurati, nonostante la loro importanza. Possono avere un grande impatto sull’appetito, le preferenze alimentari e la capacità di annusare segnali di pericolo come fuoco, fughe di gas e cibo avariato. I pazienti che percepiscono forti odori fantasma spesso hanno una qualità di vita miserabile e, a volte, non riescono a mantenere un peso sano. I ricercatori hanno utilizzato questa domanda del sondaggio NHANES per determinare se i partecipanti avessero percepito la sensazione dell’odore fantasma: “A volte senti odore sgradevole, cattivo o bruciante quando non c’è niente?” Per esplorare la correlazione tra gli odori fantasma e le caratteristiche dei partecipanti, i ricercatori hanno esaminato età, sesso, livello di istruzione, razza / etnia, stato socio-economico, determinate abitudini di salute e stato generale di salute dei partecipanti. La capacità di identificare gli odori tende a diminuire con l’età. La percezione dell’odore fantasma, d’altra parte, sembra migliorare con l’età. Uno studio precedente, utilizzando i dati di una comunità in Svezia, ha mostrato che il 4,9% delle persone di età superiore ai 60 anni soffre di odori fantasma, con una prevalenza maggiore nelle donne rispetto agli uomini. Il presente studio ha riscontrato una prevalenza simile nella fascia di età superiore ai 60 anni, ma nell’esaminare una fascia di età più ampia ha rilevato una prevalenza ancora più elevata tra i 40 ei 60 anni. Lo studio ha anche rilevato che circa il doppio delle donne rispetto agli uomini ha riferito di odori fantasma e che la prevalenza femminile era particolarmente sorprendente per i minori di 60 anni. Altri fattori di rischio per l’insorgenza di odori fantasma includono trauma cranico, secchezza delle fauci, scarsa salute generale, e basso status socio-economico. I ricercatori hanno ipotizzato che le persone con uno status socio-economico inferiore potrebbero essere più comunemente esposte a inquinanti e tossine ambientali o avere condizioni di salute che contribuiscono agli odori fantasma, direttamente o a causa di farmaci necessari per il trattamento delle loro condizioni di salute. Le cause della percezione dell’odore fantasma non sono comprese. La condizione potrebbe essere correlata alle cellule di rilevazione dell’odore iperattivo nella cavità nasale o forse a un malfunzionamento nella parte del cervello che comprende i segnali di odore. Un buon primo passo nella comprensione di qualsiasi condizione medica è una chiara descrizione del fenomeno. Da lì, altri ricercatori possono formulare idee su dove cercare ulteriori cause e, in definitiva, su come prevenire o curare la condizione.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Factors Associated With Phantom Odor Perception Among US Adults: Findings From the National Health and Nutrition Examination Survey” by Kathleen E. Bainbridge, PhD, MPH; Danita Byrd-Clark, BBA; and Donald Leopold, MD in JAMA Otolaryngology – Head & Neck Surgery Published August 16 2018.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Evaporata ha detto:

    Io percepisco e riconosco odori molto prima di chi mi sta vicino, e non sono odori fantasma

    Mi piace

    1. Hai un olfatto iper sviluppato, evidentemente

      Piace a 1 persona

      1. Evaporata ha detto:

        La mia parte animale.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...