Il riposino ed il sonno notturno fissano i ricordi nell’infanzia

Risultati immagini per naps saatchi art
A Nap in Machu Picchu (Patrick Bornemann)

In un nuovo studio condotto da ricercatori del sonno presso l’Università del Massachusetts, i neuroscienziati  riportano per la prima volta le prove che i sonnellini e il sonno notturno possono lavorare insieme per beneficiare della memoria nella prima infanzia. Essi riferiscono che per i bambini arruolati in questo studio, individualmente, il pisolino ed il sonno durante la notte non erano sufficienti per indurre cambiamenti nella memoria. È stato osservato un significativo beneficio solo quando sono state prese in considerazione le modifiche nell’intero periodo di 24 ore. Ciò supporta un’interazione tra il riposo notturno e il successivo riposino nel consolidamento dei ricordi nei bambini piccoli. I ricercatori sostengono che un altro punto saliente del loro lavoro sta nel trovare che i sonnellini contribuiscono all’elaborazione delle emozioni nei bambini in età prescolare, il che è coerente con le osservazioni dei genitori e degli insegnanti della prima infanzia, sebbene questo beneficio nella memoria emotiva sia ritardato. Questo ritardo può riflettere la destabilizzazione a breve termine di una memoria arricchita. Cioè, ci possono essere benefici misurabili nel comportamento, anche se non nei ricordi stessi. Un’osservazione comune dei genitori e degli insegnanti di scuola materna è che i bambini sembrano scontrosi o frastornati quando saltano il sonnellino. Questi risultati sono coerenti con queste osservazioni dei caregivers. I pisolini contribuiscono all’elaborazione delle emozioni in questa giovane età. Una precedente ricerca sugli adulti ha mostrato che l’elaborazione dell’emozione e la memoria emotiva sono migliorate con il sonno, e ci sono suggerimenti che i pisolini possano supportare anche la regolazione emotiva e la memoria emotiva per i più piccoli. Ma la prevalente “ipotesi del sonno REM dell’elaborazione emotiva” dice che il sonno REM è necessario per questo beneficio. Invece, il 42% dei sonnellini nei bambini piccoli consiste in un sonno ad onde lente. Così i ricercatori hanno cercato di esplorare se i sonnellini possono contribuire al consolidamento della memoria per i ricordi con valenza emotiva – o contenuto emotivo buono o cattivo – nella prima infanzia. Quando la memoria è stata testata nuovamente dopo il riposo notturno, il cambiamento nella precisione della memoria è stato maggiore se il bambino aveva fatto il pisolino il giorno precedente. Inoltre, l’attività ad onde lente del pisolino è stata associata a un maggiore decadimento della memoria durante il pisolino. Tuttavia, l’attività ad onde lente del pisolino prevedeva anche un maggiore miglioramento notturno in memoria. Insieme, questi risultati suggeriscono che i periodi di sonno possono interagire a vantaggio della memoria nella prima infanzia. I risultati dello studio sono stati basati sulla performance di 49 bambini che hanno visto foto emotivamente neutre di volti maschili e femminili abbinati a dichiarazioni “cattive” o “buone”, come “Lena è sempre carina”. “Il riconoscimento del viso familiare contro uno sconosciuto è stato testato in tre punti: subito dopo l’apprendimento, dopo un certo tempo sia con un pisolino o sveglio, e ancora il giorno successivo. I bambini che non hanno dormito sono stati tenuti svegli con oggetti di gioco rilassanti prima del test posticipato. Intorno al loro normale orario di addormentamento, i genitori portarono il bambino nel laboratorio del sonno dove erano dotati di un cappuccio elettroencefalografico con elettrodi per registrare le fasi del sonno durante la notte. I bambini si sono risvegliati in modo naturale da questo e sono andati in giro per le loro normali routine mattutine, prima di essere nuovamente testati dopo 24 ore. Questo studio dimostra che il riposino è utile per l’elaborazione della memoria. Data l’importanza nell’apprendimento socio-emotivo dei sonnellini in età prescolare in media 70 minuti può essere utile a sostenere gli obiettivi curriculari dell’educazione della prima infanzia. Come tale, il pisolino rimane una parte importante del programma prescolare giornaliero e il tempo sufficiente per dormire dovrebbe essere protetto.

Bibliografia: “TSleep-dependent enhancement of emotional memory in early childhood” by Laura B. F. Kurdziel, Jessica Kent & Rebecca M. C. Spencer in Scientific Reports. Published August 22 2018.

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. Ehipenny ha detto:

    Io sono sempre stata contraria al riposino, non dormivo quasi mai 😁

    Mi piace

    1. Anche io ho fatto sempre fatica a farlo…

      Piace a 1 persona

  2. Nasuko ha detto:

    Yes,it’s true!!
    REM sleep is important for organizing memory.
    In life without stimulus, it is unnecessary to organize the memory, so REM sleep decreases.

    Mi piace

    1. Yes, but generally modern life is full of stimuli! So REM sleep is very important

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...