Bullo o leader? I bambini piccoli sanno riconoscerlo

Risultati immagini per bully saatchi art
Protecting his cat from the bully (June Biddy Fitzpatrick)

Un nuovo studio rivela che i bambini di 21 mesi possono distinguere tra il potere basato sul rispetto asserito da un leader e il potere basato sulla paura esercitato da un bullo. Lo studio, pubblicato su PNAS, ha analizzato il comportamento che prevedeva il guardare negli occhi i bambini, un approccio standard per misurare le aspettative nei bambini troppo piccoli per spiegare il loro pensiero agli adulti. Questo metodo di “violazione della aspettativa” si basa sull’osservazione che i bambini fissano più a lungo gli eventi che contraddicono le loro aspettative. Precedenti studi avevano dimostrato che i bambini possono riconoscere le differenze di potenza tra due o più personaggi. Ad esempio, i bambini fisseranno più a lungo gli scenari in cui i personaggi più grandi differiscono da quelli più piccoli. Prendono anche nota quando un personaggio che normalmente vince un confronto con un altro perde improvvisamente. Ma si sapeva poco sulla capacità dei bambini di distinguere tra diverse forme di potere. Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno sviluppato una serie di animazioni raffiguranti personaggi dei cartoni animati che interagiscono con un individuo ritratto come un leader, un bullo o una persona simpatica senza alcun potere evidente. Per prima cosa ha testato come gli adulti – studenti universitari presso l’Università dell’Illinois – hanno risposto agli scenari e hanno scoperto che gli adulti identificavano i personaggi come previsto. Successivamente, hanno misurato il comportamento degli occhi dei bambini mentre guardavano le stesse animazioni. In un esperimento, i bambini hanno assistito a uno scenario in cui un personaggio raffigurato come leader o prepotente ha dato un ordine (“è ora di andare a letto!”) A tre protagonisti, che inizialmente hanno obbedito. Il personaggio ha poi lasciato la scena e i protagonisti hanno continuato a obbedire o disobbedire. I bambini hanno rilevato una violazione quando i protagonisti hanno disobbedito al leader, ma non quando hanno disobbedito al prepotente. Ciò era vero anche in un secondo esperimento che ripeteva gli scenari ma eliminava le precedenti differenze nell’aspetto fisico tra il capo e il bullo. Un terzo esperimento ha testato se i bambini rispondevano alla simpatia dei personaggi negli scenari, piuttosto che al loro status di leader o prepotenti. In generale, quando il leader lasciò la scena, i bambini si aspettavano che i protagonisti continuassero a obbedire al leader. Tuttavia, quando il bullo se ne andò, i bambini non avevano particolari aspettative: i protagonisti potevano continuare a obbedire per paura, oppure potevano disobbedire perché il bullo era sparito. I bambini si aspettavano obbedienza solo quando il bullo rimaneva nella scena e poteva nuocere di nuovo se disobbedivano. Alla fine, quando il personaggio simpatico se n’è andato, i bambini si aspettavano che i protagonisti disobbedissero, molto probabilmente perché il personaggio non aveva potere su di loro. Le nuove scoperte confermano studi precedenti che mostrano che i neonati possono rilevare le differenze di potere tra gli individui e aspettarsi che tali differenze durino nel tempo. Questi risultati forniscono anche la prova che i bambini al secondo anno di vita possono già distinguere tra leader e prepotenti. I bambini capiscono che con i leader, devi obbedire a loro anche quando non sono in giro; con i bulli, però, devi obbedirli solo quando sono in giro.

Daniele Corbo

Bibliografia: The study will appear in PNAS.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Mi è capitato di notare molti bambini che in presenza di uno dei due genitori si contengono ma in sua assenza si scatenano: tale genitore lo identificano come bullo?

    Mi piace

    1. No, ma non la ritengono una figura autorevole

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...