Notte

Risultati immagini per bad sleep saatchi art
Sleeping Woman (Ragnit von Mosch)

Ed aspettavi l’alba
temendo che ti potesse trovar sveglia
hai passato le ore a soffrire
i pensieri sembravano non finire
e la mente accelerava,
viaggiava e non si spegneva
oscurava tutti i sogni
manifestando le paure più profonde
sprofondavi nel sudore delle lacrime
in cui affogare non è così dolce,
poi arrivava il profumo di un ricordo
delicato come la brezza del mattino
penetrante come un buon vino
carezzandoti lieve come una mamma
e l’alba finalmente ti trovò addormentata.

Daniele Corbo

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. Emozioni ha detto:

    Dopo la tempesta, la serenità.
    Come spesso i ricordi, riescono a fare.
    Accarezzare l’inquietudine.
    Molto delicata, Daniele.

    Mi piace

    1. Grazie cara Dina. Buona domenica sera

      Piace a 1 persona

  2. almerighi ha detto:

    è poesia, ma anche atto di tenera protezione, mi ha commosso

    Mi piace

    1. Grazie! è vero, il narratore è sveglio e veglia sulla protagonista della poesia…

      Piace a 1 persona

      1. almerighi ha detto:

        è già la seconda con lo stesso titolo “notte”, è evidente come la notte sia dei poeti

        Mi piace

      2. E la notte è il momento peggiore per chi soffre e si acuisce la sensibilità.

        Piace a 1 persona

  3. oldpoet56 ha detto:

    Very nice poem Sir.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.