Inizia…

backInizia la scuola.
Finamente i corridoi del mio istituto superiore si animeranno di occhi vivaci, di risatine complici che colgo quando mi sposto dalla mia scrivania.
Riesco a cogliere anche i loro stati d’animo. Chi timoroso e solitario, chi estroverso e giocoso.
Per fortuna non sono insegnante, sarei indulgente.
Mi piace molto quando i rappresentanti di istituto si rivolgono a me per organizzare le loro assemblee. Un episodio per tutti: un famoso attore veronese, difficile da avere come ospite ha dovuto arrendersi alle mie gentili ma costanti richieste. Soddisfazione a mille per me quando la data fu fissata. Per i ragazzi una lezione di comunicazione bellissima e anche per me che ebbi il permesso di poter partecipare.
Ostinazione nel raggiungere i risultati anche se piccolini. Questo il mio motto. Ovviamente con gentilezza ed eleganza!
La mia idea di scuola molto fantasiosa prevederebbe un ora alla settimana di “gentilezza nelle relazioni” e un’ora alla settimana di ” educazione all’affettività” e un corso di teatro di pomeriggio.
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate. Si a te che leggi lo chiedo!

Giada

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Potrebbero essere utili se studiati nel modo giusto. 😉

    Piace a 1 persona

    1. 0000giada ha detto:

      Certo ! Basta avere cultura impegno e dedizione

      Piace a 1 persona

    1. 0000giada ha detto:

      Dai facciamo class action ? 😅

      Mi piace

  2. Serena ha detto:

    Mia figlia va in una scuola dove le lezioni di teatro sono curriculari nel primo quadrimestre, mentro nel secondo fanno scacchi: due materie molto interessanti e che insegnano molto. Bella l’idea “gentilezza nelle relazioni”: anche se basterebbe anche solo “buona educazione” che un tempo credo fosse poi uno dei punti dell’educazione civica. Su ”educazione all’affettività” invece non sono d’accordo: a mio avviso è un tema che deve trattare la famiglia.

    Molto bello quello che hai scritto, si vede che hai passione in quello che fai e in ambito scolastico c’è tanto bisogno di persone motivate!

    Piace a 2 people

  3. 0000giada ha detto:

    Grazie Serena per la tua esposizione.
    Ho espresso mie personali idee che non è detto possano essere condivise.
    Amo il confronto senza il quale non si va da nessuna parte.
    Ma qualcosa deve cambiare.
    Grazie per avermi apprezzata !

    Piace a 1 persona

  4. mariluf ha detto:

    Sono d’accordo. Interessante la scuola con lezioni di teatro e di scacchi…. E’ vero che l’affettività dovrebbe essere,per così dire, “respirata” in famiglia, ma un aiuto per imparare a gestirne le difficoltà non sarebbe male… tutto sta a stabilire come e da quanto, ed è un compito piuttosto difficile…Grazie comunque per i tuoi apporti, Giada!

    Piace a 1 persona

  5. ulbarb ha detto:

    Buongiorno. Parlo da mamma e da insegnante madrelingue. Tutte e tre sono proposte valide. La gentilezza manca ovunque. Nelle medie della mia figli piccola c’é il progetto ‘rispetto’ che va 8n quella tua direzione. Entrambi termini un po vintage, valori dimenticati. I figli grande fanno teatro\musical. Quante emozioni che hanno messo in giocho. Anche l’educazione alle affettivita’ ritengo fondamentale. Buon lavoro. Saluti

    Piace a 1 persona

  6. Emozioni ha detto:

    Mi sembrano ottime idee.
    Gentilezza.
    Educazione.
    Rispolverare valori sommersi dalla fretta e dalla superficialità.
    Anche il Teatro, è magnifico.
    Anche mia scuola l’ha fatto alle Medie. Esperienza stupenda.

    Piace a 1 persona

  7. Menti Vagabonde ha detto:

    Il teatro è un’idea molto valida, nella scuola media delle mie figlie è stata un’attività che ha avuto successo tra i ragazzi. Gentilezza e affettività in teoria dovrebbero essere “appresi” ad esempio facendo letteratura, scoprendo i poeti, ma a volte si corre troppo per terminare i programmi

    Piace a 1 persona

  8. 0000giada ha detto:

    Abbiamo tutte la stessa idea, rendo omaggio a voi con questo pensiero bellissimo:
    “Il Teatro è uno
    degli strumenti più espressivi
    e più utili per la formazione
    di un Paese. È scuola di riso
    e di pianto, è un luogo libero
    dove si possono spiegare
    con esempi vivi norme eterne
    del cuore e del sentimento
    umano.”
    FEDERICO GARCÍA LORCA

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...