L’alcolismo condiziona diversamente i cervelli maschili e femminili

Risultati immagini per Binge Drinking saatchi art
DRINK FOR DRUNK (massimo jose monaco)

L’alcolismo è un problema che riguarda la popolazione mondiale, con incidenza sempre maggiore nei giovani. Ma il cervello a causa della dipendenza si modifica? E lo fa allo stesso modo in maschi e femmine? Un nuovo studio pubblicato su Frontiers in Genetics riporta che l’espressione genica in un’area del cervello legata alla dipendenza è influenzata in modo diverso da binge drinking ripetuto in maschi e femmine. Rivela per la prima volta che i geni associati alla segnalazione ormonale e alla funzione immunitaria sono influenzati dal consumo ripetuto di alcolici nei topi femmina, mentre i geni associati alla segnalazione nervosa sono colpiti nei maschi. Questi risultati hanno implicazioni significative per il trattamento del disturbo da consumo di alcol in quanto sottolineano l’importanza di personalizzare terapie efficaci nei confronti di pazienti di sesso maschile e femminile. Il binge drinking ripetuto altera in modo significativo i percorsi molecolari nel nucleo accumbens, una regione del cervello legata alla dipendenza. Un confronto tra i percorsi attivati ​​rivela diverse risposte in ciascun sesso, simile a quello riportato nelle recenti ricerche su topi maschi e femmine testati durante la fase di sospensione dopo intossicazione da alcol cronica. Queste scoperte sono importanti in quanto aumentano la comprensione delle differenze maschili e femminili nei percorsi molecolari e nelle reti che possono essere influenzate da ripetuti binge drinking. Questa conoscenza può aiutare a identificare e sviluppare nuovi trattamenti mirati per il disturbo da consumo di alcol nei pazienti maschi e femmine. I ricercatori hanno analizzato l’espressione genica in un’area del cervello legata alla dipendenza, il nucleo accumbens. L’espressione genica è il processo in cui vengono attivati ​​specifici geni per produrre proteine ​​per l’uso da parte della cellula, ad esempio come elementi costitutivi per nuovi tessuti o ormoni. La regolazione genica governa la quantità e la tempistica dell’espressione genica. Hanno esaminato l’effetto di binge drinking ripetuto sull’espressione di 384 geni precedentemente identificati come importanti nella dipendenza e nei disturbi dell’umore. Su un totale di 106 geni regolati da binge drinking, solo 14 sono stati regolati sia nei maschi che nelle femmine, rappresentando obiettivi comuni per il binge drinking. È interessante notare che solo 4 di questi 14 geni erano regolati nella stessa direzione e che i 30 principali geni regolati dal binge drinking in ciascun sesso differivano notevolmente. I risultati suggerivano che il binge drinking ripetuto avesse un effetto molto diverso sulle risposte neuro-adattative del nucleo accumbens nei maschi e nelle femmine, con percorsi differenti attivati ​​in ciascun sesso. Una considerazione del sesso è fondamentale nello sviluppo di potenziali terapie farmacologiche per il trattamento del disturbo da consumo di alcol. Gli studi futuri determineranno se le attuali variazioni di espressione genica corrispondono a differenze comportamentali e/o fisiologiche.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Binge Ethanol Drinking Produces Sexually Divergent and Distinct Changes in Nucleus Accumbens Signaling Cascades and Pathways in Adult C57BL/6J Mice” by Deborah A. Finn, Joel G. Hashimoto, Debra K. Cozzoli, Melinda L. Helms, Michelle A. Nipper, Moriah N. Kaufman, Kristine M. Wiren and Marina Guizzetti in Frontiers in Genetics. Published September 10 2018.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. - ElyGioia - ha detto:

    Ciao Daniele, spero che le ricerche vadano ancora più nel profondo. Conosco, per lavoro e nella vita personale quotidiana, uomini ai quali l’alcool da effetti contrastanti, eppure sono dello stesso sesso. (questo ugualmente per le donne) In alcuni/e causa sonnolenza, in altri/e fa disinibire in una forma che va oltre ogni morale ed in altri/e ancora sfocia in violenza. Ecco, andare alla radice di tutto questo per evitarlo, sarebbe davvero come manna dal cielo. Buona giornata di cuore

    Mi piace

    1. Ciao Elisabeth. Lo studio parlava del cervello a livello genetico per cui gli effetti osservati non sono strettamente in relazione. In ogni caso è come dici tu, la ricerca deve andare avanti per aiutare la vita delle tante persone che soffrono.

      Piace a 2 people

  2. Muy buen artículo.
    La información muy excelente. Y muy buena.
    Gracias. Un saludo

    Mi piace

    1. Informar sobre el bienestar mental es fundamental para nosotros. Un abrazo

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...