L’importanza della prima impressione

Risultati immagini per First Impressions saatchi art
First impression (Anastasia Shimshilashvili)

Sembrerebbe che il vecchio detto “la prima impressione è quella che conta” purtroppo sia vero, infatti secondo un nuovo studio gli esseri umani esprimono giudizi sull’affidabilità e le capacità di un oratore non conosciuto dopo aver ascoltato appena una parola. In un lavoro pubblicato sulla rivista PLOS One, i ricercatori dell’Università di Glasgow in Scozia e dell’Université Aix-Marseille in Francia descrivono come un nuovo esperimento mostra che gli ascoltatori traggono conclusioni sulla personalità percepita di un oratore sia che sentano una frase o anche solo una singola parola. Nell’esperimento, i ricercatori hanno usato clip di 60 voci scozzesi, ugualmente suddivise per genere, a 181 volontari. I volontari hanno ascoltato le voci che leggevano due testi di lunghezza simile, uno dei quali i ricercatori hanno definito “di contenuto ambiguo” e l’altro “di contenuto socialmente rilevante”. Il contenuto ambiguo era la parola “colori” e la frase “alcuni l’hanno accettata come un miracolo senza una spiegazione fisica”. Il contenuto socialmente rilevante era la parola “ciao” e la frase “ti esorto a presentare il tuo saggio entro la fine della settimana”, contenuto che aveva più probabilità di essere regolarmente ascoltato nelle situazioni di vita reale dai partecipanti allo studio. Ciò che i ricercatori hanno scoperto è che i giudizi dei partecipanti allo studio sull’affidabilità, la capacità e l’attrattiva dei relatori erano fortemente correlati, indipendentemente dal fatto che sentissero la clip di mezzo secondo o la frase di tre secondi, e non importa se il contenuto delle clip era ambiguo o di rilevanza sociale. Si sa dalle ricerche precedenti, alcune delle quali fatte proprio all’Università di Glasgow, che gli umani danno giudizi molto rapidi l’uno sull’altro unicamente dal suono delle loro voci, e che i giudizi delle persone su queste voci sono spesso molto simili tra loro. Quello che meno si sa è se queste impressioni rimangono coerenti quando le persone sentono parlare gli altri per periodi di tempo diversi. I ricercatori volevano approfondire ulteriormente questo aspetto facendo ascoltare le clip di volontari della stessa persona che pronunciavano una frase e poi una parola in contesti che sarebbero stati familiari o meno familiari. I risultati suggeriscono che le persone danno davvero giudizi molto simili sull’affidabilità, la capacità e l’attrattiva di altre persone, sia che sentano una frase o solo una singola parola. Le nostre prime impressioni sono vitali per come prendiamo decisioni sulle persone, ed è teorizzato che quelle impressioni siano potenzialmente basate sull’importanza dell’auto-conservazione – questa nuova persona è amico o nemico? Ci si può fidare? Questa nuova ricerca aggiunge elementi alla comprensione di come gli esseri umani comprendono e si relazionano tra loro fin dalle prime impressioni. Ci sono molte potenziali applicazioni per questa ricerca, dalla costruzione di voci per l’intelligenza artificiale che possono ispirare più fiducia fino alla creazione di voci più realistiche per le persone che hanno perso la capacità di parlare. Il tema è interessante e non privo di risvolti potenzialmente molto utili.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Judgements of a speaker’s personality are correlated across differing content and stimulus type” by Gaby Mahrholz, Pascal Belin, Phil McAleer in PLOS ONE. Published October 4 2018.

3 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.