Le onde cerebrali come strumento di diagnosi dell’autismo

Risultati immagini per autism child saatchi art
Innocent (Ksenia Stetsenko)

Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è un disturbo dello sviluppo neurologico che può compromettere la capacità comunicativa, la socializzazione e le abilità verbali e motorie. In genere inizia nella prima infanzia e viene diagnosticata attraverso l’osservazione del comportamento. Questo metodo di valutazione può essere impreciso, il che è particolarmente problematico quando l’identificazione precoce è di vitale importanza per il follow up dello sviluppo. Esiste un forte bisogno di indicatori clinici oggettivi e misurabili, noti come biomarcatori. Ora, un team di ricercatori dell’Università di Kanazawa in Giappone ha compiuto un passo importante verso l’identificazione di un biomarcatore basato sull’attività cerebrale correlata alle aree motorie. Il loro lavoro è seguito dall’ipotesi chiave che l’autismo deriva da uno squilibrio eccitatorio e inibitorio nel cervello, che è associato a onde cerebrali ripetitive chiamate oscillazioni gamma. Una riduzione di questo tipo di attività cerebrale è stata osservata durante la stimolazione visiva, uditiva e tattile in soggetti con ASD. I ricercatori hanno cercato di esplorare ulteriormente le oscillazioni gamma indotte dai motorie nei bambini con ASD e di recente hanno riportato i loro risultati su The Journal of Neuroscience. Formarono due gruppi di bambini che avevano 5-7 anni. Quelli del primo gruppo sono stati diagnosticati convenzionalmente con ASD, mentre il secondo gruppo era costituito da bambini classificati come in via di sviluppo. Ognuno di loro ha svolto un’attività simile a un videogioco in cui dovevano premere un pulsante con il dito destro, mentre si trovavano in un ambiente rilassato. La magnetoencefalografia, che registra l’attività magnetica dei neuroni, è stata utilizzata per monitorare le onde cerebrali dei bambini durante l’attività. Hanno misurato il tempo di risposta del pulsante, i campi magnetici attivati ​e le oscillazioni gamma. Come rilevato in altri studi, il tempo di risposta dei bambini ASD era leggermente più lento e l’ampiezza dei loro campi magnetici era leggermente diminuita. Le oscillazioni gamma erano dove hanno visto differenze significative e interessanti. C’era una frequenza di picco notevolmente più bassa delle oscillazioni gamma nel gruppo ASD. Una bassa frequenza di picco delle oscillazioni gamma ha anche segnalato una bassa concentrazione del neurotrasmettitore inibitorio GABA, che è stato anche trovato associato all’ASD. I risultati suggeriscono inoltre uno sviluppo ritardato del controllo motorio nei bambini piccoli con ASD. Collettivamente le prestazioni comportamentali e i risultati del brainwave promettono la diagnosi di ASD. La diagnosi precoce dell’ASD è molto importante in modo che si possa gestire attivamente il disturbo il prima possibile. Questi risultati possono rivelarsi estremamente utili per aiutare a capire il meccanismo neurofisiologico che sta dietro lo sviluppo del controllo sociale e motorio nei bambini con ASD. L’uso della magnetoencefalografia in questo modo fornisce un biomarcatore non invasivo e quantificabile, che è qualcosa di cui abbiamo molto bisogno.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Altered Gamma Oscillations during Motor Control in Children with Autism Spectrum Disorder” by Kyung-min An, Takashi Ikeda, Yuko Yoshimura, Chiaki Hasegawa, Daisuke N. Saito, Hirokazu Kumazaki, Tetsu Hirosawa, Yoshio Minabe and Mitsuru Kikuchi in Journal of Neuroscience. Published September 5 2018.

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...