Orologio circadiano e metabolismo

Risultati immagini per weigh in saatchi art
cat weigh body (Edie Supriyanto)

Riposarsi non ha sempre lo stesso dispendio energetico. I ricercatori che hanno pubblicato l’articolo su Current Biology hanno fatto la sorprendente scoperta che il numero di calorie bruciate da persone a riposo cambia con l’ora del giorno. A riposo, le persone bruciano il 10% in più di calorie nel tardo pomeriggio e nella prima serata rispetto alle prime ore del mattino. I risultati rafforzano l’importante ruolo dell’orologio circadiano nel governo del metabolismo. Aiutano anche a spiegare perché le irregolarità nei programmi di mangiare e dormire a causa del lavoro a turni o di altri fattori possono rendere le persone più tendenti ad aumentare di peso. Per determinare i cambiamenti nel corso della giornata nel metabolismo oltre agli effetti dell’attività, del ciclo sonno-veglia e della dieta, i ricercatori hanno studiato sette persone in un laboratorio speciale senza alcun indizio su che ora era fuori. Non c’erano orologi, finestre, telefoni o Internet. I partecipanti allo studio avevano degli orari per andare a letto e svegliarsi. Ogni notte, quei tempi venivano regolati quattro ore dopo, l’equivalente di viaggiare verso ovest attraverso quattro fusi orari ogni giorno per tre settimane. Poiché facevano l’equivalente di girare il globo ogni settimana, l’orologio interno del loro corpo non poteva tenere il passo, e quindi oscillava al suo ritmo. Questo ha permesso di misurare il tasso metabolico in tutti i diversi orari biologici del giorno. I dati hanno mostrato che il dispendio energetico a riposo è più basso nella fase circadiana che i ricercatori hanno designato come ~ 0 °, corrispondente alla diminuzione della temperatura corporea interna nella tarda notte biologica. Il dispendio energetico era più alto nella fase circadiana ~ 180 °, circa 12 ore dopo, nel pomeriggio biologico in serata. I ricercatori hanno scoperto che il quoziente respiratorio dei partecipanti, che riflette l’utilizzo dei macronutrienti, varia a seconda della fase circadiana. Questa misura era più bassa di sera e più alta nella mattina biologica. I risultati offrono la prima caratterizzazione di un profilo circadiano nel dispendio energetico a riposo a digiuno e il quoziente respiratorio a digiuno, disgiunto dagli effetti dell’attività, del ciclo sonno-veglia e della dieta nell’uomo, dicono i ricercatori. Non è solo ciò che mangiamo, ma quando mangiamo e riposiamo, questo influisce sulla quantità di energia che bruciamo o immagazziniamo come grassi. La regolarità delle abitudini come mangiare e dormire è molto importante per la salute generale. I ricercatori esamineranno come l’appetito e la risposta del corpo al cibo variano con l’ora del giorno. Stanno anche esplorando come i tempi, la durata e la regolarità del sonno influenzino quelle risposte.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Human Resting Energy Expenditure Varies with Circadian Phase” by Kirsi-Marja Zitting, Nina Vujovic, Robin K. Yuan, Cheryl M. Isherwood, Jacob E. Medina, Wei Wang, Orfeu M. Buxton, Jonathan S. Williams, Charles A. Czeisler, and Jeanne F. Duffy in Current Biology. Published November 8 2018.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Rain ha detto:

    Quando la scienza scopre quello che la saggezza antica conosce da sempre si riaccende in me la speranza

    Mi piace

    1. È vero, mi si accende un calore dentro anche a me

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.