Impatto negativo dei social media sulla percezione dei nostri corpi

Social Media (John Barney)
Social Media (John Barney)

Le giovani donne che si impegnano attivamente con le immagini dei social media di amici che pensano siano più attraenti di loro riferiscono di sentirsi peggio rispetto alla percezione della propria immagine in seguito, come mostra uno studio della York University. Non è un segreto che i social media possano offuscare le linee su cosa sia reale e cosa sia la fantasia, ma una nuova ricerca mostra ora come le giovani donne interagiscono con le immagini online possono influenzare il loro modo di sentire i propri corpi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Body image, si concentrava su giovani donne, di età compresa tra 18 e 27 anni, che amavano o commentavano le foto di persone che ritenevano essere più attraenti di loro. I risultati hanno mostrato che queste giovani donne adulte si sentivano più insoddisfatte dei loro corpi. Si sentivano peggio per il loro aspetto dopo aver guardato le pagine dei social media di qualcuno che percepivano come più attraente di loro. Anche se si sentivano male con se stessi prima di entrare nello studio, in media, si sentivano ancora peggio dopo aver completato il compito. La ricerca ha incluso 118 studentesse universitarie di diversa etnia. I partecipanti hanno riportato la loro età, etnia, se l’inglese era la loro prima lingua e anni di istruzione post-secondaria in un questionario online sei settimane prima dell’esperimento. A ciascun partecipante è stato fornito un modulo di consenso e un questionario in cui dovevano indicare utilizzando una scala specifica quanto erano soddisfatti o insoddisfatti del proprio aspetto o della propria immagine corporea. I partecipanti sono stati quindi assegnati in modo casuale ad una delle due condizioni sperimentali. Ad un gruppo di partecipanti è stato chiesto di accedere a Facebook e Instagram per un periodo di cinque o più minuti e trovare un pari della stessa età che ritenevano fosse più attraente di loro. Dopo aver guardato le foto, a ciascun partecipante è stato chiesto di lasciare un commento a loro scelta. Nel gruppo di controllo, ai partecipanti è stato chiesto di svolgere lo stesso compito, tranne questo commento su un post di un familiare che non ritenevano fosse più attraente di loro. I dati hanno mostrato che le opinioni dei partecipanti sul proprio aspetto non erano influenzate dall’interazione con i propri familiari. Penso che in molti casi, le giovani donne che postano sui social media sperano di ottenere un rinforzo positivo per ciò che stanno postando e il modo in cui le donne usano i social media è più basato sull’aspetto che sugli uomini. In particolare in questa fascia di età, dai 18 ai 20 anni, l’aspetto è molto importante e le donne si preoccupano molto di come vengono percepite da altre persone. Sono anche più propensi a utilizzare i social media. Quando ci confrontiamo con altre persone, questo ha il potenziale di influenzare la valutazione di noi stessi. Abbiamo davvero bisogno di educare i giovani su come l’uso dei social media potrebbe farli sentire rispetto a loro stessi e su come ciò potrebbe anche essere collegato a diete rigorose, disturbi alimentari o esercizio eccessivo. Ci sono persone che possono essere iper stimolate dai social media e che sono particolarmente vulnerabili.

Daniele Corbo

Bibliografia: “The effects of active social media engagement with peers on body image in young women” by Jacqueline V. Hogue and Jennifer S. Mills in Neurology. Published November 12 2018.

7 commenti Aggiungi il tuo

  1. decimohangar ha detto:

    la recriminazione non dovrebbe riguardare solo l’aspetto fisico che per le donne è molto importante, interessante il sondaggio, quale dovrebbe essere il ruolo delle donne sui social media? un corpo quante situazioni può contenere? se si tratta di stabilire” i miei sostenitori ” direi che il cuore grande delle donne può fare molto di più di noi dipende da quello che si scrive è dividerli nelle liste, la curiosità delle donne comunque è maggiore troppa porta solo a scrutare.

    Mi piace

    1. Assolutamente d’accordo. Essendo uno studio scientifico non poteva prendere in esame più aspetti altrimenti sarebbe stato impossibile analizzarli in maniera sistematica. Ma in altri studi si parla di altre forme di condizionamento esercitato dai social.

      Mi piace

  2. maria cavallaro ha detto:

    i media sono una vetrina e le donne giovani e belle vi si mettono in mostra accendendo la competizione, ma anche molte anziane non sono da meno, postano foto di età giovanile, e foto ritoccate per sembrare più giovani. Se vogliamo poi dirla tutta, la schiera dei narcisi si estende anche ai maschietti sessantenni che postano le foto di quando ne avevano trenta. La vanità e la percezione del corpo come arma di seduzione è innata, quando non c’erano i social le ragazze si mostravano nella piazzetta del paese sfoggiando i vestiti nuovi e le loro grazie, oggi le piazze sono vuote, mentre sono piene di fanciulle le pagine fb e le passeggiate dei centri commerciali. I tempi cambiano!!!!
    ciao!

    Mi piace

    1. È verissimo, il problema è che i social cambiano la percezione del proprio corpo in maniera negativa e questo comporta una serie di disagi psicologici (dalla vigorissia all’anoressia o altre forme di vulnerabilità emotiva). Ciao, buona giornata

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.