Le bevande zuccherate sono dannose per la salute e possono dare assuefazione

Coca (Richard Thibaud)
Coca (Richard Thibaud)

Proprio come potremmo aver intuito, quelle gustose bevande zuccherate che aumentano il rischio di diabete e altre malattie croniche possono effettivamente creare dipendenza. I giovani tra i 13 ei 18 anni che sono stati privati ​​di bevande zuccherate per soli tre giorni hanno riportato mal di testa, voglie e altri sintomi di astinenza, secondo uno studio dell’Università della California. Tutti i 25 partecipanti a questo studio esplorativo hanno riferito di consumare normalmente almeno tre bevande zuccherate al giorno prima dello studio e hanno detto che stavano partecipando a uno studio che esaminava come la soda influisce sulla salute degli adolescenti. I giovani hanno riferito i seguenti sintomi specifici durante il periodo di tre giorni di cessazione dalle bevande zuccherate: aumento del mal di testa, diminuzione della motivazione a lavorare, mancanza di contentezza e capacità di concentrazione, desiderio di bevande zuccherate e valutazioni più basse del benessere generale. Un’abbondanza di ricerche indica che le bevande zuccherate contribuiscono a un certo numero di malattie croniche. Queste scoperte, pubblicate sul Journal Appetite, riferiscono che queste bevande possono avere proprietà di dipendenza – rendono la loro disponibilità e la pubblicità onnipresente per i giovani ancora più preoccupanti per la salute pubblica. Ai ragazzi, tutti in sovrappeso, è stato chiesto di consumare le loro bevande normali per cinque giorni, quindi, per tre giorni dopo, di consumare solo acqua o latte normale. Sono stati rimborsati per il viaggio e hanno ricevuto fino a $ 160 per la partecipazione. I partecipanti, una popolazione diversificata che vive nella zona della baia di San Francisco, hanno tenuto un diario del consumo delle bevande e riportato ai ricercatori diverse volte durante lo studio. Tre quarti dei partecipanti erano donne. Hanno anche presentato campioni di saliva per testare l’assunzione di caffeina, che potrebbe influenzare i risultati. La maggior parte dei partecipanti non erano consumatori di caffeina prima dello studio, riducendo la probabilità che i partecipanti soffrissero solo di astinenza da caffeina, un disturbo accertato, piuttosto che ridurre l’assunzione di zucchero. Lo studio ha osservato che i risultati erano coerenti con le ricerche precedenti che hanno riportato il potenziale di dipendenza dello zucchero, un’area relativamente nuova ma in rapida crescita con paralleli all’abuso di sostanze. Inoltre, i ricercatori hanno detto che lo studio era necessario perché il consumo di bevande zuccherate dagli adolescenti era aumentato di cinque volte dagli anni ’50 e l’adolescenza è un momento di maggiore suscettibilità alla dipendenza. I giovani, secondo il rapporto, consumano la maggior quantità di bevande zuccherate e hanno registrato i maggiori aumenti di obesità negli ultimi decenni. Lo studio potrebbe avere importanti implicazioni per la salute pubblica e dovrebbe essere ripetuto con un campione più ampio, hanno detto i ricercatori. Questi risultati, combinati con le prove corroboranti presenti e future, potrebbero informare la pratica clinica circa aiutare gli adolescenti a ridurre l’assunzione di bevande zuccherate, avere importanti implicazioni per la messaggistica nelle campagne di salute pubblica e indurre la necessità di sforzi per ridurre la pubblicità di bevande zuccherate per la disponibilità dei giovani e di quelle bevande nelle scuole e nelle vicinanze.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Potentially addictive properties of sugar-sweetened beverages among adolescents” by Jennifer Falbe, Hannah R. Thompson, Anisha Patel, and Kristine A. Madsen in Appetite. Published October 29 2018.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. alessandria today ha detto:

    L’ha ribloggato su Alessandria today.

    Mi piace

  2. Sara Provasi ha detto:

    Lo zucchero è davvero ovunque… cerco di limitarle, già che amo troppo i biscottini! Mi concedo ogni tanto qualche amato estathé 😀

    Mi piace

    1. Senza esagerare, mi raccomando 😉😘

      Piace a 1 persona

      1. Sara Provasi ha detto:

        Ok 😀 ho un piccolo tesoretto in dispensa ma lo violo solo quando mi va proprio 😅 insieme all’altra mia droga: i dessert di soia al cioccolato! 😍
        In un certo senso è un bene che io abbia tante intolleranze, così non posso sgarrare troppo o in giro! 😂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.