I ragazzi con difficoltà sociali sono più sensibili all’uso precoce di sostanze

Risultati immagini per Social Difficulties  saatchi art
Autism Series (Ben Chong)

I ragazzi che entrano in prima media con co-occorrenze sociali, ansia, apprendimento e problemi di condotta sono a maggior rischio di sviluppare comportamenti aggressivi e di usare tabacco, alcool e marijuana entro la fine dell’ottavo anno, un nuovo studio trovato. Mentre l’uso di sostanze tra tutti i ragazzi nella popolazione dello studio è aumentato nel tempo, è aumentato più velocemente tra i ragazzi che avevano le maggiori esigenze di abilità sociali. Piuttosto che un singolo fattore, una combinazione di caratteristiche può predire il rischio di soccombenza dei giovani o di evitare comportamenti problematici. I ricercatori hanno trovato quattro distinti modelli di apprendimento socio-emotivo co-occorrente e problemi comportamentali tra gli oltre 2.600 ragazzi delle scuole medie nel loro studio. I ragazzi erano studenti in 37 scuole situate a Chicago; Durham, North Carolina; Atene, Georgia; e Richmond, in Virginia. A quattro punti temporali, a partire dal termine dell’autunno del sesto grado di studi e terminando con l’ottavo anno di primavera, gli studenti sono stati intervistati sulla loro aggressione verbale, relazionale e fisica e sul loro uso di sigarette, alcol e marijuana nei precedenti 30 giorni. In ogni momento, un insegnante ha anche valutato lo sviluppo delle abilità sociali di ciascun ragazzo, i sintomi di ansia e i problemi di apprendimento. Gli insegnanti hanno anche riferito sulla condotta dei loro studenti, ad esempio con quale frequenza hanno saltato le lezioni e rubato agli altri studenti. I ragazzi che hanno avuto problemi significativi in ​​tutti e quattro i domini – abilità sociali, ansia, apprendimento e condotta – sono stati i più sensibili all’aggressione e all’uso di sostanze, hanno scoperto i ricercatori. Sebbene questo gruppo abbia composto solo il 6,3% della popolazione studiata, la ricerca precedente ha dimostrato che i giovani con queste caratteristiche sono a maggior rischio di ottenere i risultati più poveri durante la loro vita. Al contrario, i ricercatori hanno scoperto che i ragazzi che hanno ottenuto buoni risultati in termini sociali, emotivi, di apprendimento e di condotta – un gruppo che ha composto più del 61% del campione – hanno mostrato solo piccoli aumenti nell’aggressione fisica e nell’uso di sostanze. Il terzo modello di rischio coinvolgeva ragazzi che avevano scarse abilità sociali oltre all’apprendimento e alla condotta dei problemi. Mentre questi ragazzi sono entrati al sesto grado esibendo i problemi più comportamentali, la loro aggressività fisica e relazionale e il fumo di sigaretta sono diminuiti nel tempo e il loro consumo di alcool e marijuana non è cambiato. I ricercatori hanno anche identificato un quarto modello di rischio distinto precedentemente non esaminato nella ricerca relativa a un gruppo di ragazzi che potrebbero essere sottoserviti dai professionisti. I ragazzi di questo gruppo, che componevano circa il 15% della popolazione del campione, avevano abilità sociali positive ma problemi moderati di apprendimento, ansia e condotta. Sebbene questi ragazzi possano essere socialmente abili, i loro altri problemi possono portare ad un aumento dell’aggressività e dell’uso di sostanze mentre progrediscono attraverso la scuola media. Le abilità sociali di questi giovani possono spiegare la loro maggiore aggressività verbale, hanno ipotizzato i ricercatori, perché questi ragazzi sono più in sintonia su come utilizzare le forme indirette di aggressività come mezzo per danneggiare gli altri e, nel tempo, diventano più abituati a trattare con le persone interpersonali importa attraverso mezzi non fisici. L’uso di alcool e marijuana è aumentato tra i ragazzi di questo gruppo, ma a tassi inferiori rispetto ai coetanei del gruppo ad alto rischio. I ricercatori hanno suggerito che questi ragazzi sociali potrebbero essere più suscettibili alle influenze negative dei pari che portano alla sperimentazione di alcol e droghe. Comprendere queste configurazioni di problemi socio-emotivi, di apprendimento e di condotta può aiutarci a capire come elevano o diminuiscono i rischi degli studenti per i diversi esiti. Ci sono opportunità qui per le scuole di fornire prevenzione e interventi precoci per affrontare eventuali problemi prima che diventino gravi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Patterns of Social-Emotional Needs and Trajectories of Aggression and Substance Use Among Middle School Boys” by Kevin Tan, Deborah Gorman-Smith, Michael Schoeny, Yoonsun Choi in Journal of Early Adolescence. Published November 29 2018.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonella Lallo ha detto:

    L’ha ribloggato su Antonella Lallo.

    Mi piace

  2. alessandria today ha detto:

    L’ha ribloggato su Alessandria today.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.