Scoperto il meccanismo che causa emicranie

Migraine (Melissa Hillmer)

I ricercatori del CNRS, dell’Université Côte d’Azur e di Inserm hanno dimostrato un nuovo meccanismo correlato all’insorgenza dell’emicrania. Infatti, hanno scoperto come una mutazione, provoca disfunzione in una proteina che inibisce l’attività elettrica neuronale, induce emicranie. Questi risultati, pubblicati su Neuron il 17 dicembre 2018, aprono un nuovo percorso per lo sviluppo di farmaci antiemicranici. Anche se il 15% della popolazione adulta in tutto il mondo soffre di emicrania, nessun trattamento curativo a lungo termine, efficace, è stato commercializzato fino ad oggi. Gli episodi di emicrania sono correlati, tra gli altri fattori, all’ipereccitabilità elettrica nei neuroni sensoriali. La loro attività elettrica è controllata da proteine ​​che generano corrente chiamata canali ionici, in particolare dal canale TRESK, che inibisce l’attività elettrica. I ricercatori hanno dimostrato che una mutazione nel gene codificante per questa proteina causa una divisione tra due proteine ​​disfunzionali: una è inattiva e l’altra bersaglia altri canali ionici (K2P2.1) inducendo una grande stimolazione dell’attività elettrica neuronale che causa emicranie. Sebbene i ricercatori avessero già mostrato la natura ereditaria delle emicranie, non conoscevano il meccanismo sottostante l’emicrania. Dimostrando che la scissione di TRESK induce l’ipereccitabilità nei neuroni sensoriali che portano all’emicrania, questo lavoro, condotto presso l’Institut de Biologie Valrose (CNRS / Inserm / Université Côte d’Azur), apre un nuovo percorso di ricerca per lo sviluppo di farmaci antiemicranici. Inoltre, i ricercatori propongono che questo nuovo meccanismo genetico, che causa la formazione di due proteine ​​invece di una sola, debba ora essere preso in considerazione per lo studio di altre malattie genetiche e per la loro diagnosi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Migraine-Associated TRESK Mutations Increase Neuronal Excitability through Alternative Translation Initiation and Inhibition of TREK” by Perrine Royal, Alba Andres-Bilbe, Pablo Ávalos Prado, Clément Verkest, Brigitte Wdziekonski, Sébastien Schaub, Anne Baron, Florian Lesage, Xavier Gasull, Joshua Levitz, and Guillaume Sandoz in Neuron. Published December 17 2018.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonella Lallo ha detto:

    L’ha ribloggato su Antonella Lallo.

    "Mi piace"

  2. fulvialuna1 ha detto:

    Interessante. Soffro di emicrani dall’età di 18 anni e solo 13 anni fa sono riusciti a trovare un farmaco che mi aiuta per il dolore.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.