Sintomi ossessivi compulsivi nei giovani

Stan’s Obsessive Compulsive Disorder (Bert Heersema)

Impegnarsi in comportamenti ripetitivi e rituali fa parte del tipico sviluppo del bambino. Tuttavia, i comportamenti che si sviluppano in sintomi ossessivi e compulsivi (OCS) possono rappresentare una bandiera rossa per gravi condizioni psichiatriche. I ricercatori del Lifespan Brain Institute (LiBI) dell’ospedale pediatrico di Philadelphia (CHOP) e della Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania hanno trovato bambini e giovani adulti con OCS che hanno anche ammesso di avere cattivi pensieri con maggiore probabilità anche di sperimentare psicopatologia, compresa la depressione e il suicidio. Questo è il primo e più grande studio che esamina l’OCS in più di 7000 partecipanti di età compresa tra gli 11 e i 21 anni. I risultati sono stati pubblicati online il mese scorso sul Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry. I ricercatori hanno diviso l’OCS in quattro categorie: cattivi pensieri, ripetizione / controllo, simmetria e pulizia / contaminazione. Oltre il 20 percento dei giovani ha ammesso di avere pensieri intrusivi cattivi, che includevano pensieri su come danneggiare se stessi o gli altri, raffigurare immagini violente, o temere che si farebbe qualcosa di male senza l’intenzione di farlo. Questi bambini avevano maggiori probabilità di sviluppare una psicopatologia grave oltre il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), compresa la depressione e il suicidio. La speranza è che questi risultati spingano sia i professionisti della salute mentale che i professionisti non mentali, come i pediatri, a sondare questi sintomi durante le visite dei loro pazienti. Questi sintomi possono essere fondamentali per identificare gli adolescenti che si trovano in una traiettoria psichiatrica potenzialmente debilitante. Le azioni ripetitive sono comuni nei bambini piccoli e sono in effetti una parte sana dello sviluppo. È quando questi sintomi continuano nell’adolescenza e iniziano a interferire con le attività quotidiane che abbiamo davvero bisogno di esaminare la causa e le terapie disponibili. Gli OCS erano comuni negli individui che non cercavano trattamenti di salute mentale (38,2%). Solo il 3% ha raggiunto la soglia per il DOC. Gli OCS erano più comuni nelle donne e dopo la pubertà. I ricercatori suggeriscono che l’OCS può essere una finestra per i clinici per sondare e identificare condizioni psichiatriche gravi.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Obsessive-Compulsive Symptomatology in Community Youth: Typical Development or a Red Flag for Psychopathology?” by Ran Barzilay, MD, PhD, Ariana Patrick, MSc, Monica E. Calkins, PhD, Tyler M. Moore, PhD, Daniel H. Wolf, MD, PhD, Tami D. Benton, MD, James F. Leckman, MD, PhD, Ruben C. Gur, PhD, Raquel E. Gur, MD, PhD in Journal of American Academy of Child and Adolescent Psychiatry. Published January 2 2019.

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.