Abusi subiti e comportamenti dannosi

Le persone che hanno sofferto il bullismo o l’abuso sessuale hanno una qualità della vita inferiore a quelle che vivono in condizioni croniche come malattie cardiache, diabete, depressione o ansia grave, secondo un nuovo studio dell’Università di Adelaide. Sono anche molto più propensi a mostrare comportamenti dannosi come dipendenza da fumo e abbuffate.

For those who suffering abuse silently (Alla Guterman)

Lo studio, pubblicato su BMC Public Health , ha studiato circa 3000  australiani che hanno preso parte a interviste faccia a faccia utilizzando domande di auto etichettatura per misurare l’età di esordio e la durata del bullismo e delle violenze sessuali e dei loro risultati durante le interviste domiciliari. Lo studio ha incluso partecipanti di tutte le età, ambienti urbani e rurali e livelli socioeconomici che vivono nell’Australia meridionale. In Australia quasi la metà di tutti gli adulti ha subito episodi di bullismo e il 10% ha subito alcune forme di abuso sessuale, e queste esperienze hanno avuto effetti a lungo termine su comportamenti dannosi, depressione e qualità della vita. Mentre il 60-70% di queste forme di abuso si sono verificate durante l’infanzia o l’adolescenza, sono state associate a esiti peggiori più tardi nella vita. L’abuso sessuale e il bullismo sono stati collegati a comportamenti dannosi come dipendenza da fumo e alimentazione incontrollata, uso di antidepressivi e riduzione della qualità della vita. Coloro che hanno subito prepotenze e abusi sessuali erano tre volte più propensi a diventare dipendenti dal cibo rispetto a persone che non avevano mai sperimentato queste forme di abuso. L’uso di antidepressivi era fino a quattro volte più probabile e la dipendenza dal fumo era due volte più frequente. Se qualcuno ha avuto due o più esiti avversi (dipendenza da fumo, abbuffate, uso di antidepressivi e una minore qualità della vita), la probabilità che hanno subito bullismo e / o abuso sessuale varia tra il 60-85%. Parlare di un’esperienza di bullismo o di abusi sessuali in un’intervista faccia-a-faccia è molto complicato a causa della natura sensibile di queste domande. Lo studio ha dimostrato che è possibile utilizzare questo tipo di domande brevi ma ben strutturate invece di lunghi questionari per esplorare questi problemi. Ciò è particolarmente rilevante per gli appuntamenti medici in cui vi è un tempo limitato per esplorare così tanti risultati diversi. Se un medico trova un paziente con molteplici comportamenti dannosi – come dipendenza da fumo e abbuffate – chi è depresso e ha una qualità di vita inferiore, dovrebbe valutare se questi pazienti sono stati vittime di bullismo e / o abusi sessuali. Come questi risultati è molto probabile che abbiano sofferto di queste forme di abuso. Identificare i sopravvissuti di entrambe le forme di abuso è importante per fornire supporto e ridurre conseguenze mentali e fisiche più gravi, come il suicidio.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Measuring connectedness to nature in preschool children in an urban setting and its relation to psychological functioning” by Tanja Sobko , Zhenzhen Jia, and Gavin Brown in PLOS ONE. Published November 29 2018.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. alessandria today ha detto:

    L’ha ribloggato su Alessandria today @ Pier Carlo Lava.

    Mi piace

  2. Antonella Lallo ha detto:

    L’ha ribloggato su Antonella Lallo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.