La deprivazione nei primi anni può compromettere alcune funzioni a 16 anni

I bambini piccoli che hanno sofferto di privazione e negligenza nelle strutture istituzionali hanno compromesso la memoria e il funzionamento esecutivo dagli 8 e 16 anni rispetto ai coetanei collocati nelle prime case di cura di qualità, riferiscono gli investigatori al Boston Children’s Hospital.

Children Of Poverty-Zimbabwe 2 (Otis Porritt)

Lo studio, interpretando gli ultimi risultati dello studio randomizzato controllato, il Progetto di intervento precoce di Bucarest (BEIP), è stato pubblicato su PNAS. Questo studio ci mostra che gli effetti della deprivazione e della negligenza nella prima infanzia continuano anche nella seconda decade di vita, fornendo una forte evidenza che l’esperienza precoce ha un impatto a lungo termine sul funzionamento cognitivo nell’adolescenza – un periodo molto importante di sociale e biologico sviluppo. Circa 8 milioni di bambini in tutto il mondo vivono nelle istituzioni. Lo studio BEIP di lunga data mette a confronto i risultati psicosociali, cognitivi e cerebrali nei bambini allevati negli orfanotrofi rumeni, rispetto a quelli adottati nella prima fase di vita da famiglie affidatarie attentamente controllate e bambini che non sono mai stati nelle istituzioni. Un’analisi condotta lo scorso autunno ha segnalato alti livelli di problemi di salute mentale quando i bambini cresciuti nell’istituzione hanno raggiunto l’adolescenza, in particolare comportamenti difficili come violazione di regole, discussioni eccessive con personalità autorevoli, furti o aggressioni tra pari. Ma questi problemi sono stati ridotti tra i bambini collocati presto nelle famiglie affidatarie. La nuova analisi si è concentrata sul funzionamento cognitivo, in particolare sulla memoria e sul funzionamento esecutivo. Il funzionamento esecutivo comprende diversi processi cognitivi che aiutano gli individui ad essere più orientati agli obiettivi e a risolvere i problemi. È importante nel rendimento accademico e nel funzionamento sociale dell’infanzia ed è anche legato al conseguimento professionale a lungo termine, al reddito e ad altri aspetti del benessere psicosociale.
Le scoperte:
I bambini di tutti i gruppi, istituzionalizzati o meno, migliorarono su diverse misure di memoria e funzionamento esecutivo man mano che diventavano più grandi (dagli 8 ai 16 anni).
Tra i bambini istituzionalizzati, anche quelli eventualmente collocati in affidamento, precoce menomazione dell’attenzione, memoria visiva a breve termine, pianificazione spaziale e problem solving (tutte le componenti del funzionamento esecutivo) persistono durante l’adolescenza.
Il divario nella memoria di lavoro spaziale tra i bambini sempre istituzionalizzati e quelli cresciuti nella comunità risulta ampliato nell’adolescenza.
C’era una nota di speranza: Quando i bambini istituzionalizzati sono stati collocati precocemente in affidamento di qualità, le prime difficoltà nella memoria visuo-spaziale e nuovo apprendimento sono diminuite dall’adolescenza, rendendole indistinguibili da altri bambini all’età di 16 anni. I bambini istituzionalmente cresciuti iniziano con più difficoltà, ma quando sono assegnati agli ambienti di cura precoce e positiva, possono mostrare un certo recupero su alcuni aspetti del funzionamento esecutivo. Un ambiente sicuro e cognitivamente stimolante in un contesto familiare è fondamentale per il successo a lungo termine dei bambini, e può aiutare alcuni che lottano presto per rimettersi in carreggiata durante l’adolescenza. Lo studio ha anche scoperto che una misura EEG dell’attività cerebrale all’età di 8 anni, vale a dire un maggiore potere alfa di EEG di riposo, ha predetto un miglior funzionamento esecutivo all’età di 8, 12 e 16 anni. Questo potrebbe indicare un meccanismo neurale che supporta lo sviluppo cognitivo dei bambini.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Long-term effects of institutional rearing, foster care, and brain activity on memory and executive functioning” by Mark Wade, Nathan A. Fox, Charles H. Zeanah, and Charles A. Nelson III in PNAS. Published January 14 2019.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. alessandria today ha detto:

    L’ha ribloggato su Alessandria today @ Pier Carlo Lava.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.