Come i musicisti comunicano non verbalmente durante l’esecuzione

Un team di ricercatori della McMaster University ha scoperto una nuova tecnica per esaminare come i musicisti si coordinano intuitivamente l’uno con l’altro durante una performance, trasmettendo in silenzio come ciascuno esprimerà la musica.

Musicians-2 (Tamar Hirschl)

I risultati, pubblicati nella rivista Scientific Reports, forniscono nuove informazioni su come i musicisti sincronizzano i loro movimenti in modo che stiano suonando esattamente nel tempo, come una singola unità. Eseguire con successo la musica con un gruppo è un’attività estremamente complessa. In che modo i musicisti si coordinano l’uno con l’altro per eseguire musica espressiva che ha cambiamenti nel tempo e nelle dinamiche? La realizzazione di questo si basa sulla previsione di ciò che i colleghi musicisti faranno dopo in modo da poter pianificare i movimenti motori in modo da esprimere le stesse emozioni in modo coordinato. Se aspetti di sentire cosa faranno i tuoi colleghi musicisti, è troppo tardi. Per questo studio, i ricercatori si sono rivolti al Gryphon Trio, un acclamato ensemble di musica da camera. Ogni artista è stato dotato di marcatori di motion capture per tracciare i loro movimenti mentre i musicisti hanno suonato brani musicali felici o tristi, una volta con espressione musicale, una volta senza. Usando tecniche matematiche, i ricercatori hanno misurato quanto i movimenti di ciascun musicista stessero predicendo i movimenti degli altri. Sia che rappresentassero gioia o tristezza, i musicisti predicevano i movimenti degli altri in misura maggiore quando suonavano espressivamente, rispetto a quando suonavano senza emozioni. Il lavoro dimostra che possiamo misurare la comunicazione delle emozioni tra i musicisti analizzandone i movimenti in dettaglio e che il raggiungimento di un’espressione emotiva comune come gruppo richiede molte comunicazioni. I ricercatori suggeriscono che questa nuova tecnica può essere applicata ad altre situazioni, come la comunicazione tra i pazienti non verbali e la loro famiglia e le persone che si prendono cura di loro. Stanno anche testando la tecnica in uno studio sull’attrazione romantica. I primi risultati indicano che la comunicazione misurata nell’oscillazione del corpo può predire quali coppie vorranno vedersi di nuovo.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Body sway reflects joint emotional expression in music ensemble performance” by Andrew Chang, Haley E. Kragness, Steven R. Livingstone, Dan J. Bosnyak & Laurel J. Trainor in Scientific Reports. Published January 18 2019.

9 commenti Aggiungi il tuo

  1. alessandria today ha detto:

    L’ha ribloggato su Alessandria today @ Pier Carlo Lava.

    Mi piace

  2. Ho cantato in vari cori polifonici. Il risultato si ha se ci si ascolta reciprocamente. Se ci si guarda è meglio.

    Mi piace

    1. Quindi confermi quanto dice lo studio?

      Mi piace

      1. Assolutamente! Altrimenti ognuno va per conto suo.

        Mi piace

      2. Infatti… Grazie, buona domenica 😘

        Piace a 1 persona

  3. Harley ha detto:

    Il meccanismo è nello sguardo nel guardarsi mentre si suona o si canta.
    Le vibrazioni emozionali e gli spartiti le melodie, sono tutte negli sguardi.

    Mi piace

    1. Esattamente, sono d’accordo

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.