Collegamento tra felicità e qualità dell’aria

Per molti anni, la Cina ha lottato per affrontare alti livelli di inquinamento che stanno paralizzando le sue grandi città. Infatti, un recente studio condotto da ricercatori dell’Università cinese di Hong Kong ha rilevato che l’inquinamento atmosferico nel paese causa una media di 1,1 milioni di morti premature ogni anno e costa alla sua economia 38 miliardi di dollari.

Pollution (Hamid javanmard)

Ora i ricercatori del MIT hanno scoperto che l’inquinamento atmosferico nelle città cinesi potrebbe contribuire a bassi livelli di felicità tra la popolazione urbana del paese. In un articolo pubblicato sulla rivista Nature Human Behaviour, un gruppo di ricerca rivela che livelli più elevati di inquinamento sono associati a una diminuzione dei livelli di felicità delle persone. Nonostante un tasso di crescita economica annuale dell’8%, i livelli di soddisfazione della popolazione urbana cinese non sono aumentati come ci si aspetterebbe. Accanto ai servizi pubblici inadeguati, all’impennata dei prezzi delle case e alle preoccupazioni sulla sicurezza alimentare, l’inquinamento atmosferico – causato dall’industrializzazione del paese, dalla combustione del carbone e dall’aumento dell’uso di automobili – ha avuto un impatto significativo sulla qualità della vita nelle aree urbane. La ricerca ha precedentemente dimostrato che l’inquinamento atmosferico è dannoso per la salute, le prestazioni cognitive, la produttività del lavoro e gli esiti educativi. Ma l’inquinamento atmosferico ha anche un impatto più ampio sulla vita sociale e sul comportamento delle persone. Per evitare alti livelli di inquinamento atmosferico, ad esempio, le persone possono trasferirsi in città più pulite o edifici verdi, acquistare equipaggiamento protettivo come maschere facciali e purificatori d’aria e trascorrere meno tempo all’aperto. L’inquinamento ha anche un costo emotivo. Le persone sono infelici e questo significa che possono prendere decisioni irrazionali. Nei giorni inquinati, è stato dimostrato che le persone hanno maggiori probabilità di impegnarsi in comportamenti impulsivi e rischiosi che potrebbero poi rimpiangere, probabilmente come conseguenza di depressione e ansia a breve termine. Quindi i ricercatori volevano esplorare una gamma più ampia di effetti dell’inquinamento atmosferico sulla vita quotidiana delle persone in città cinesi altamente inquinate. A tal fine, i ricercatori hanno utilizzato dati in tempo reale dai social media per tenere traccia di come i cambiamenti dei livelli di inquinamento quotidiani influiscano sulla felicità delle persone in 144 città cinesi. In passato, i livelli di felicità sono stati generalmente misurati usando questionari. Tuttavia, tali sondaggi forniscono solo una singola istantanea; le risposte delle persone tendono a riflettere la loro sensazione generale di benessere, piuttosto che la loro felicità in determinati giorni. I social media forniscono una misura in tempo reale dei livelli di felicità delle persone e forniscono anche un’enorme quantità di dati, in molte città diverse. I ricercatori hanno utilizzato informazioni sui livelli urbani del particolato ultrafine – concentrazione di PM 2,5 – dalle letture giornaliere della qualità dell’aria rilasciate dal Ministero della Protezione Ambientale cinese. Il particolato aereo è diventato il principale inquinante atmosferico nelle città cinesi negli ultimi anni e le particelle di PM 2,5, che misurano meno di 2,5 micron di diametro, sono particolarmente pericolose per i polmoni delle persone. Per misurare i livelli di felicità giornalieri per ogni città, il team ha applicato un algoritmo di apprendimento automatico per analizzare i 210 milioni di tweet geotaggati della più grande piattaforma di microblogging della Cina, Sina Weibo. I tweets coprono un periodo da marzo a novembre 2014. Per ogni tweet, i ricercatori hanno applicato l’algoritmo di analisi del sentimento addestrato alla macchina per misurare il sentimento del post. Hanno quindi calcolato il valore medio per quella città e quel giorno, il cosiddetto indice di felicità espresso, che va da 0 a 100, con 0 che indica un umore molto negativo, e 100 uno molto positivo. Infine, i ricercatori hanno fuso questo indice con la concentrazione giornaliera PM2,5 e i dati meteorologici. Hanno trovato una correlazione significativamente negativa tra inquinamento e livelli di felicità. Inoltre, le donne erano più sensibili ai livelli di inquinamento più elevati rispetto agli uomini, come lo erano quelle con redditi più alti. Quando i ricercatori hanno esaminato il tipo di città da cui provenivano i tweet, hanno scoperto che le persone delle città molto più sporche erano quelle maggiormente colpite dai livelli di inquinamento. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che quelli in città molto sporche sono più consapevoli del danno alla loro salute derivante dall’esposizione a lungo termine a sostanze inquinanti. Attraverso un uso creativo dei dati dei social media, gli autori dimostrano in modo convincente una forte relazione tra la qualità dell’aria e la felicità espressa, una misura soggettiva di benessere. Lo studio si aggiunge alle crescenti conoscenze scientifiche sul costo sociale dell’inquinamento atmosferico, concentrandosi sul costo sostenuto dalla “maggioranza silenziosa”che di solito non si presenta negli studi basati su risultati di morbilità e mortalità.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Air pollution lowers Chinese urbanites’ expressed happiness on social media” by Siqi Zheng, Jianghao Wang, Cong Sun, Xiaonan Zhang & Matthew E. Kahn in Nature Human Behaviour. Published January 21 2019.

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Morgana✈💖🌎 ha detto:

    Sempre ottimi articoli Daniele. Sono convinta che ci sia una correlazione tra infelicità e inquinamento. Abbiamo un forte legame con il mondo circostante, una forte energia che sprigiona il nostro essere, tale da provocare non solo negatività ma inquinamento. Certo, l’ambiente ormai è compromesso da altro, ma questo lo sappiamo già.

    Piace a 1 persona

    1. Grazie! L’ambiente in cui si vive è fondamentale per il proprio benessere mentale e questo non si può ignorare.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.