Collegamento tra stress diurno, sonno REM e cambiamento cerebrale

Secondo un nuovo studio pubblicato su PNAS, la prima e più netta conseguenza dello stress giornaliero è un aumento del sonno da movimento rapido (REM).

Sweet Sleep (Michael King)

La ricerca ha anche dimostrato che questo aumento è associato a geni coinvolti nella morte e sopravvivenza cellulare. Il sonno REM, noto anche come sonno paradossale, è lo stato di sonno durante il quale abbiamo la maggior parte dei nostri sogni ed è coinvolto nella regolazione delle emozioni e nel consolidamento della memoria. I disturbi del sonno REM sono comuni nei disturbi dell’umore, come la depressione. Tuttavia, si sapeva poco su come i cambiamenti del sonno sono collegati ai cambiamenti molecolari nel cervello. Durante questo studio di 9 settimane, condotto da ricercatori del Surrey Sleep Research Center presso l’Università del Surrey in collaborazione con Eli Lilly, i topi sono stati esposti in modo intermittente a una varietà di fattori stressanti, come l’odore di un predatore. Topi esposti a tali fattori stressanti hanno sviluppato segni di depressione; erano meno impegnati in attività di auto-cura; erano meno propensi a partecipare a piacevoli attività come mangiare cibo appetitoso, e diventavano meno socievoli e interessati a topi che non avevano mai incontrato prima. Monitorando i loro schemi di sonno, i ricercatori hanno identificato un aumento della durata e della continuità del sonno REM e specifiche oscillazioni cerebrali caratteristiche del sonno REM, mentre il sonno “profondo”, o sonno non-REM, non è cambiato. I cambiamenti nel sonno REM erano strettamente legati alla carenza nella regolazione dell’ormone dello stress corticosterone. Lo stress lieve ha anche causato cambiamenti nell’espressione genica nel cervello. Per comprendere meglio il legame tra stress, ormone dello stress, sonno REM ed espressione genica, i ricercatori hanno intrapreso un nuovo approccio di apprendimento automatico, che identifica gruppi di geni che possono predire il sonno osservato, le caratteristiche comportamentali e ormonali. Ciò ha rivelato che il sonno REM, la regolazione dell’ormone dello stress e un segno comportamentale di depressione erano strettamente associati alle vie molecolari coinvolte nella morte e sopravvivenza delle cellule nel cervello, principalmente nell’ippocampo. Questi dati suggeriscono che un aumento del sonno REM può attivare percorsi di segnalazione nel cervello che gli permettono di cambiare in risposta a esperienze di veglia lievemente stressanti. I risultati possono fornire una migliore comprensione di come lo stress porta a disturbi dell’umore e di come i cambiamenti nel sonno possono contribuire a questo. L’analisi completa dei cambiamenti comportamentali in combinazione con l’analisi del sonno e dell’espressione genica costituisce un valido argomento per l’importante ruolo del sonno REM nella risposta cerebrale allo stress. I cambiamenti comportamentali e del sonno sono molto simili a quelli osservati nella depressione e pertanto i cambiamenti molecolari osservati nei topi possono anche essere importanti per la risposta a stress e disturbi dell’umore negli esseri umani. Ancora una volta vediamo che il sonno è un indicatore molto sensibile e precoce della risposta cerebrale alle sfide affrontate durante la veglia. Ora sarà importante vedere come il sonno è coinvolto nel recupero dallo stress.

Daniele Corbo

Bibliografia:“REM sleep’s unique associations with corticosterone regulation, apoptotic pathways, and behavior in chronic stress in mice” by Mathieu Nollet, Harriet Hicks, Andrew P. McCarthy, Huihai Wu, Carla S. Möller-Levet, Emma E. Laing, Karim Malki, Nathan Lawless, Keith A. Wafford, Derk-Jan Dijk, and Raphaelle Winsky-Sommerer in PNAS. Published January 25 2019.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Antonella Lallo ha detto:

    L’ha ribloggato su Antonella Lallo.

    Mi piace

  2. beatrice841129783 ha detto:

    Le sommeil c’est important pour un bon réveil et du bon pied

    Mi piace

    1. C’est vrai, tu as raison

      Mi piace

  3. Rain ha detto:

    Per questo bisogna sempre trovare il modo di rilassarsi, lasciare andare ogni negatività, prima di dormire….

    Piace a 1 persona

    1. è quello che suggerisco sempre anche io, vale più di ogni altra cosa!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.