Sollievo dal dolore cronico

Le condizioni che causano dolore cronico possono essere difficili da gestire. Questi includono sciatica, cancro e artrite reumatoide. I meccanismi del dolore cronico sono complicati, il che è uno dei motivi per cui la gestione del dolore è così difficile. Questa difficoltà diminuisce la qualità della vita dei pazienti che, in molti casi, possono soffrire di dolore costante con poco o nessun sollievo. I farmaci per alleviare il dolore di uso generale sono spesso inefficaci. Perfino la morfina, forse il miglior antidolorifico, non riesce a inibire il dolore nei pazienti oncologici. Il dolore cronico è in aumento in tutto il mondo ed è associato all’aumento della popolazione. Il crescente numero di persone che soffrono di dolore cronico significa che la creazione di nuove terapie è urgente, quindi perché i risultati di questi tipi di studi possono avere conseguenze importanti sull’assistenza sanitaria per questi pazienti.Ricerche precedenti avevano dimostrato che l’attivazione di un tipo di recettore cellulare (REV-ERB) che invia segnali chimici all’interno della cellula per bloccare la produzione di determinati geni regola le molecole che causano dolore e infiammatorie all’interno del corpo. Tale ricerca aveva dimostrato che una molecola utilizzata per “accendere” i REV-ERB aveva ridotto la produzione di molecole infiammatorie nelle cellule immunitarie ma nessuno ha controllato l’effetto dell’agonista [stimolatore] di REV-ERB sui comportamenti nocicettivi [reazioni al dolore] o sul dolore cronico, quindi per prima cosa i ricercatori hanno controllato l’effetto dell’agonista del REV-ERB sul dolore cronico. Fino ad ora, la ricerca ha anche esaminato solo un tipo di modello di dolore alla volta. Probabilmente non è sufficiente ridurre ad un solo obiettivo, ma è importante coprire un sacco di molecole che mediano il dolore cronico, e i REV-ERB sembrano essere un obiettivo adatto. Il gruppo di ricerca ha applicato questa conoscenza per determinare se l’attivazione del recettore nucleare REV-ERB in cellule specializzate del midollo spinale (astrociti) produca sollievo dal dolore nei topi. Il team ha trattato topi con diversi livelli di sensibilità al dolore con molecole che hanno attivato REV-ERB. Le molecole studiate possono essere facilmente trovate negli attuali farmaci antidolorifici secondo il team. Per verificare se ci fosse un notevole effetto sul dolore; i topi venivano toccati con un filamento sulla zampa posteriore. Il dolore è stato registrato quando i topi hanno sollevato la zampa lontano dal filamento. Tocchi leggeri hanno fatto reagire i topi con dolore cronico mentre i topi “normali” si muovevano solo quando la forza veniva aumentata. I topi con dolore cronico trattati con uno stimolatore REV-ERB non reagivano ai tocchi più leggeri (a seconda del tipo di dolore cronico che avevano). Attraverso queste osservazioni, sulla base di questi risultati, i ricercatori ritengono che questo nuovo obiettivo per il sollievo dal dolore potrebbe giovare a molti tipi di malati di dolore cronico. Hanno in programma di eseguire ulteriori ricerche e esperimenti di screening dei farmaci per sviluppare nuovi farmaci per vari tipi di sollievo dal dolore cronico.

Daniele Corbo

Bibliografia: Norimitsu Morioka, Keitaro Kodama, Mizuki Tomori, Kanade Yoshikawa, Munenori Saeki, Yoki Nakamura, Fang Fang Zhang, Kazue Hisaoka-Nakashima, Yoshihiro Nakata. “Stimulation of nuclear receptor REV-ERBs suppresses production of pronociceptive molecules in cultured spinal astrocytes and ameliorates mechanical hypersensitivity of inflammatory and neuropathic pain of mice”. Brain, Behavior, and Immunity, 2019.

Immagine: Life’s pain (Krzyzanowski Art)

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.