Il trauma infantile e connettività cerebrale nella depressione

Uno studio condotto dai ricercatori della Penn Medicine ha scoperto che il trauma infantile è legato alla connettività anomala nel cervello negli adulti con disturbo depressivo maggiore (MDD). Il documento, pubblicato questa settimana in Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) , è il primo studio basato sui dati a mostrare cambiamenti specifici del sistema, a livello di sistema, nella connettività della rete cerebrale nella MDD. Considerando che approssimativamente il 10% di tutti i bambini negli Stati Uniti sono stati sottoposti ad abusi infantili, l’importanza del maltrattamento sui bambini sullo sviluppo e sulla funzione del cervello è un tema importante. Questo studio non solo conferma l’importante relazione tra il trauma infantile e la depressione maggiore, ma collega anche le esperienze dei pazienti con trauma infantile con specifiche anomalie della rete cerebrale funzionale. Questo suggerisce un possibile contributo ambientale ai sintomi neurobiologici. La MDD è una malattia mentale comune caratterizzata da una varietà di sintomi, tra cui umore persistentemente depresso, perdita di interesse, bassa energia, insonnia o ipersonnia e altro ancora. Questi sintomi compromettono la vita quotidiana e aumentano il rischio di suicidio. Inoltre, le esperienze di trauma infantile, tra cui l’abuso fisico, sessuale o emotivo, nonché l’abbandono fisico o emotivo, sono state associate all’emergenza e alla persistenza di disturbi depressivi e ansiosi. Tuttavia, i meccanismi neurobiologici alla base della MDD sono ancora in gran parte sconosciuti. Per affrontare questa sfida, un team di ricerca ha utilizzato la risonanza magnetica funzionale (fMRI) per studiare le reti cerebrali e gli schemi che sono alla base del disturbo. I ricercatori hanno confrontato l’attività cerebrale in 189 partecipanti con MDD con l’attività di 39 controlli sani. Il team ha condotto analisi statistiche per determinare le associazioni tra le correlazioni temporali nella connettività all’interno e tra 10 reti statiche a riposo ben stabilite (RSN) e misure cliniche, incluse le storia di traumi e sintomi clinici attuali, come depressione, ansia, suicidio. Questi sintomi sono stati misurati da 213 domande del sondaggio fatto per l’articolo. Gli autori hanno scoperto che nei pazienti con MDD, mentre le correlazioni più forti erano con il trauma infantile, anche la connettività di rete anormale era associata ai sintomi attuali della depressione. Anche se i partecipanti a questo studio non sono stati selezionati come partecipanti sulla base di una storia di trauma, e l’imaging cerebrale ha avuto luogo decenni dopo il trauma, un trauma precedente era evidente nella connettività funzionale anormale. Questi risultati suggeriscono che la connettività della rete cerebrale a riposo può indicare alcuni dei meccanismi cerebrali alla base dei sintomi del disturbo depressivo maggiore. Potrebbe avere il potenziale per fungere da biomarcatore efficace, aiutando lo sviluppo di biotipi da depressione e aprendo la possibilità di una diagnosi mirata.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Childhood trauma history is linked to abnormal brain connectivity in major depression” Meichen Yu, Kristin A. Linn, Russell T. Shinohara, Desmond J. Oathes, Philip A. Cook, Romain Duprat, Tyler M. Moore, Maria A. Oquendo, Mary L. Phillips, Melvin McInnis, Maurizio Fava, Madhukar H. Trivedi, Patrick McGrath, Ramin Parsey, Myrna M. Weissman, and Yvette I. Sheline. PNAS published ahead of print April 8, 2019

Immagine: Violence and Trauma (Atalay Mansuroğlu)

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Terrò incrociate le dita.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.