Nessuna quantità di alcol è sicura in gravidanza

Un gruppo internazionale di ricercatori ha intrapreso uno dei primi passi importanti nel trovare i cambiamenti biologici nel cervello che guidano il disturbo dello spettro alcolico fetale (FASD). Un nuovo lavoro che usa la teoria del caos per analizzare i segnali cerebrali, discusso questo mese nella rivista Chaos , di AIP Publishing, mostra gli effetti a lungo termine. I ricercatori hanno scoperto che gli adolescenti che erano esposti all’alcol mentre erano nell’utero mostravano connessioni cerebrali alterate che erano coerenti con prestazioni cognitive compromesse. Le loro scoperte sono state raggiunte misurando le risposte da una tecnica di imaging cerebrale chiamata magnetoencefalografia (MEG) e quindi analizzandole con strumenti sviluppati usando la teoria del caos. FASD è una delle principali cause di disabilità intellettiva in tutto il mondo ed è collegata a una vasta gamma di problemi neurologici, tra cui l’ADHD. Mentre la teoria prevalente lega il consumo di alcol delle madri incinte ai danni cognitivi per i bambini, restano domande sulla portata di questo effetto. Nonostante il legame noto, i ricercatori sono incerti sul meccanismo preciso con cui l’alcol altera il cervello in via di sviluppo. Gli sforzi del gruppo segnano una delle prime volte in cui i ricercatori sono stati in grado di quantificare gli effetti dell’esposizione all’alcol sul cervello in via di sviluppo. Il lavoro fornisce importanti risultati integrativi per il settore FASD. Questi risultati possono quindi indicare che semplici misure sensoriali possono fornire sensibilità per deficit cerebrali che colpiscono il dominio cognitivo più ampio. I precedenti tentativi di studiare i circuiti cerebrali negli individui affetti sono stati ostacolati dalla difficoltà di trarre conclusioni da complicati dati MEG. Per entrare nel vivo del problema, i membri del team hanno sviluppato una sofisticata tecnica computerizzata chiamata analisi multidipolare spatio-temporale di Cortical Start che poteva identificare quali aree del cervello erano attive quando i soggetti di ricerca erano nella macchina MEG. Dopo aver raccolto i dati di 19 pazienti FASD e 21 soggetti senza FASD, l’approccio computazionale ha rivelato diverse aree del cervello che mostravano una compromissione della connettività tra il gruppo FASD. I soggetti che erano esposti all’alcol nel grembo materno avevano più probabilità di avere problemi con le connessioni attraverso il loro corpo calloso, la banda di tessuto cerebrale che collega le metà sinistra e destra del cervello. Deficit in quest’area sono stati segnalati in persone con schizofrenia, sclerosi multipla, autismo, depressione e anormalità nella sensazione. Questo lavoro presenta prove importanti che i bambini esposti all’alcol in età prenatale sono a rischio di soffrire di capacità cognitive compromesse e altri fattori secondari. Questo studio mostra che non ci sono quantità sicure o fasi sicure durante la gravidanza per il consumo di alcol.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Quantitative assessment of cerebral connectivity deficiency and cognitive impairment in children with prenatal alcohol exposure”. Lin Gao, Celso Grebogi, Ying-Cheng Lai, Julia Stephen, Tongsheng Zhang, Yuanli Li, Hai Peng Ren, Dichen Li, Jue Wang, Bjoern Schelter and Linda Sommerlade.. Chaos.

Immagine: Alcohol makes us happy (Szabina Góré)

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Grazie di darci sempre informazioni così importanti, Daniele.

    Mi piace

    1. Grazie cara Rita. Spesso insisto sui concetti relativi alla gravidanza o l’infanzia perché lì bisogna intervenire per creare adulti sereni.

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        Sono d’accordo.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.