L’esposizione all’inquinamento atmosferico prima e dopo la nascita influenza le abilità cognitive

Un numero crescente di ricerche suggerisce che l’esposizione all’inquinamento atmosferico nelle prime fasi della vita è associata ad effetti negativi sulle capacità cognitive. Un nuovo studio condotto dall’istituto di Barcellona per la salute globale (ISGlobal) ha fornito nuovi dati: esposizione a particelle con un diametro inferiore a 2,5 μm (PM2,5) durante la gravidanza e i primi anni di vita sono associati a una riduzione delle abilità cognitive fondamentali, come la memoria lavorativa e l’attenzione esecutiva. Lo studio, realizzato nell’ambito del progetto BREATHE, è stato pubblicato su Environmental Health Perspectives. L’obiettivo era quello di basarsi sulle conoscenze generate da studi precedenti svolti dalla stessa squadra, che trovavano livelli inferiori di sviluppo cognitivo nei bambini che frequentavano scuole con livelli più elevati di inquinamento atmosferico dovuto al traffico. Lo studio ha coinvolto 2221 bambini tra i 7 e i 10 anni che frequentano le scuole nella città di Barcellona. Le abilità cognitive dei bambini sono state valutate utilizzando vari test computerizzati. L’esposizione all’inquinamento atmosferico a casa durante la gravidanza e durante l’infanzia è stata stimata con un modello matematico utilizzando misurazioni reali. Lo studio ha rilevato che una maggiore esposizione alla PM2.5 dalla gravidanza fino all’età di 7 anni era associata a una riduzione dei punteggi della memoria di lavoro nei test somministrati tra i 7 ei 10 anni. I risultati suggeriscono che l’esposizione al particolato fine nel corso del periodo di studio ha avuto un effetto cumulativo, sebbene le associazioni fossero più forti quando sono stati presi in considerazione gli ultimi anni di esposizione. La memoria di lavoro è un sistema cognitivo responsabile della memorizzazione temporanea di informazioni per la successiva manipolazione. Svolge un ruolo fondamentale nell’apprendimento, nel ragionamento, nella risoluzione dei problemi e nella comprensione del linguaggio. L’analisi stratificata del sesso ha dimostrato che la relazione tra esposizione a PM2,5 e memoria di lavoro ridotta è stata trovata solo nei ragazzi. Al momento, i ricercatori non capiscono che cosa causa queste differenze, ma ci sono vari meccanismi ormonali e genetici che potrebbero portare a ragazze che hanno una risposta migliore ai processi infiammatori innescati dal particolato fine e che sono meno sensibili alla tossicità di queste particelle. Lo studio ha anche scoperto che una maggiore esposizione al particolato era associata a una riduzione dell’attenzione esecutiva sia nei ragazzi che nelle ragazze. L’attenzione esecutiva è una delle tre reti che costituiscono la capacità di attenzione di una persona. È coinvolta in forme di attenzione di alto livello, come il rilevamento e la risoluzione di conflitti tra opzioni e risposte, rilevamento di errori, inibizione della risposta e regolazione di pensieri e sentimenti. Mentre studi precedenti nel progetto BREATHE hanno analizzato l’esposizione all’inquinamento atmosferico nelle scuole nel corso di un anno, questo studio ha valutato le esposizioni presso le case dei partecipanti per un periodo molto più lungo: dal periodo prenatale ai 7 anni di età. Questo studio rafforza le precedenti scoperte e conferma che l’esposizione all’inquinamento atmosferico all’inizio della vita e durante l’infanzia è una minaccia per il neurosviluppo e un ostacolo che impedisce ai bambini di raggiungere il loro pieno potenziale.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Association between Early Life Exposure to Air Pollution and Working Memory and Attention”. Ioar Rivas, Xavier Basagaña, Marta Cirach, Mónica López-Vicente, Elisabet Suades-González, Raquel Garcia-Esteban, Mar Álvarez-Pedrerol, Payam Dadvand and Jordi Sunyer. Environmental Health Perspectives.

Immagine: Happy pollution (Nikola Jankovic)

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. fulvialuna1 ha detto:

    Un dato e una scoperta davvero catastrofica!

    "Mi piace"

    1. E per questo bisognerebbe tenerne conto…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.