L’effetto calmante della musica

La musica può offrire un’alternativa all’uso di un farmaco usato abitualmente per calmare i nervi prima dell’uso dell’anestesia locale (blocco dei nervi periferici), suggeriscono i risultati di uno studio clinico, pubblicato online sulla rivista Regional Anesthesia & Pain Medicine. Sembra avere effetti simili al midazolam sedativo nel ridurre l’ansia prima di un blocco del nervo periferico, un tipo di procedura anestetica eseguita sotto la guida degli ultrasuoni e progettata per intorpidire una specifica regione del corpo. L’ansia preoperatoria è comune e può aumentare i livelli di ormoni dello stress nel corpo, che a loro volta possono influenzare il recupero dopo l’intervento chirurgico. Di solito è trattato con benzodiazepine, come il midazolam. Ma questi farmaci hanno effetti collaterali, tra cui influire sulla respirazione, disturbare il flusso sanguigno e aumentare paradossalmente i livelli di agitazione e ostilità. L’uso di questi farmaci richiede anche un monitoraggio continuo da parte di un medico esperto. La medicina musicale è stata utilizzata per ridurre l’ansia preoperatoria in precedenza, ma non è stata direttamente confrontata con il midazolam per via endovenosa. I ricercatori volevano scoprire se si potesse offrire un’alternativa adeguata al midazolam per calmare i nervi prima di eseguire un blocco nervoso periferico (regionale). Hanno assegnato casualmente 157 adulti due possibilità: ricevere 1-2 mg di midazolam (80), iniettati 3 minuti prima dell’uso di un blocco nervoso periferico, o ascoltare la musica Weightless di Marconi Union tramite cuffie a cancellazione di rumore (77) per il stesso periodo. Questa traccia è considerata una delle canzoni più rilassanti del mondo. I livelli di ansia sono stati valutati usando una misura validata (State Trait Anxiety Inventory-6, o STAI-6 in breve) prima e dopo l’uso di ciascun metodo per calmare l’ansia. La soddisfazione tra pazienti e medici è stata valutata su una scala di 10 punti, con 0 che riflette il livello più basso di soddisfazione. I cambiamenti nei livelli di ansia preoperatoria erano simili in entrambi i gruppi, sebbene i pazienti nel gruppo musicale fossero meno soddisfatti di quelli trattati con midazolam, probabilmente perché ai pazienti non era permesso scegliere la musica che ascoltavano, suggeriscono i ricercatori. Ma non c’era differenza nei livelli di soddisfazione tra i medici. Sia i pazienti che i medici hanno pensato che fosse più difficile comunicare quando la musica veniva utilizzata per calmare i nervi, probabilmente a causa dell’uso di cuffie con cancellazione del rumore e non standardizzando il volume della musica, suggeriscono i ricercatori. I risultati spingono a concludere che la musica può essere offerta come alternativa al midazolam prima di eseguire un blocco nervoso regionale. Tuttavia sono necessari ulteriori studi per valutare se il tipo di musica, così come viene trasmessa, offre vantaggi rispetto al midazolam che superano l’aumento delle barriere comunicative.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Music versus midazolam during preoperative nerve block placements: a prospective randomized controlled study”. Veena Graff, Lu Cai, Ignacio Badiola and Nabil M Elkassabany. Regional Anesthesia & Pain Medicine.

Immagine: Love of Music Painting by Sabeen Zaidi

15 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Potrebbe tornarmi utile questo articolo.

    Piace a 1 persona

  2. Sara Provasi ha detto:

    Sono parecchio stressata, e sento il bisogno di ascoltare la musica il più possibile 😊

    Piace a 1 persona

    1. E così diminuisce lo stress… Almeno te lo auguro😘

      Piace a 1 persona

      1. Sara Provasi ha detto:

        Somatizzo lo stesso ahimé, ma sicuramente aiuta l’umore! 🙂

        Piace a 1 persona

  3. Tushara Olivia ha detto:

    Music is cure. Great post.🎵🎶😊👍

    Piace a 1 persona

  4. A me avevano fatto ascoltare una canzone dei Coldplay è ha funzionato benissimo. Le cose molto rilassanti (tipo new age o canti delle balene per intenderci) le trovo spesso ansiogene 😂

    Piace a 1 persona

    1. Anche io la musica new age la trovo ansiogena o addirittura stressante!

      Mi piace

  5. Dipende dalla musica. Un certo tipo di rock mi mette il nervoso.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.