I bambini nati durante l’inverno hanno maggior rischio di sviluppare disturbi di salute mentale

I livelli dell’ormone dello stress cortisolo sono più elevati nelle donne che partoriscono in autunno e in inverno rispetto a quelli che partoriscono in primavera o in estate, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell’Università di Cardiff, pubblicato su Psychoneuroendocrinology. Le nuove scoperte potrebbero spiegare perché i disturbi della salute mentale sono più comuni nelle persone nate durante l’inverno. Sebbene i livelli di cortisolo materno aumentino naturalmente durante la gravidanza, questi dati mostrano che i bambini nati in autunno e in inverno sono esposti a livelli particolarmente alti prima della loro nascita. In media, le donne che partorivano in autunno/inverno avevano il 20% in più di cortisolo salivare poco prima del parto rispetto a quelle che partorivano in primavera/estate. Poiché livelli più elevati di cortisolo nelle donne in gravidanza sono stati precedentemente associati a un rischio più elevato di bambini che sviluppano disturbi di salute mentale, i nuovi risultati potrebbero spiegare perché questi disturbi sono più comuni nelle persone nate durante i mesi invernali. Tuttavia, non spiegano il motivo per cui le donne che partoriscono in inverno o in autunno hanno questi livelli più elevati di cortisolo.  I cambiamenti stagionali dell’umore e del comportamento sono comunemente riportati nella popolazione generale, ma si sa molto meno su come le stagioni possono influenzare l’umore durante la gravidanza. Utilizzando i dati dello studio longitudinale Grown in Wales, i ricercatori dell’Università di Cardiff hanno studiato la relazione tra le stagioni e le concentrazioni salivari di cortisolo, i sintomi della depressione e dell’ansia, i centili personalizzati alla nascita e il peso della placenta nelle donne in gravidanza che vivono nel Galles del sud. Mentre il team ha trovato un legame tra la stagione e le concentrazioni di cortisolo salivare a termine, non ha trovato un’associazione tra la stagione e i sintomi di salute mentale, peso alla nascita o peso placentare riportati dalla madre. lo studio ha incluso 316 donne. I dati sono stati raccolti all’appuntamento pre-chirurgico prima di un parto prefissato e immediatamente dopo la nascita, attraverso un ampio questionario e note registrate dall’ostetrica di ricerca. Il cortisolo è stato derivato da campioni di saliva materna.  

Daniele Corbo

Bibliografia: “Seasonal variation in salivary cortisol but not symptoms of depression and trait anxiety in pregnant women undergoing an elective caesarean section”. Samantha M. Garay et al. Psychoneuroendocrinology. 

Immagine: Motherhood (Marco Ortolan)

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. almerighi ha detto:

    urca son nato il 21 gennaio …

    Piace a 1 persona

      1. Maria Di Lanno ha detto:

        E io a febbraio! Stiamo messi bene…

        Mi piace

      2. Valeria Minciullo ha detto:

        Ci sono anche io! 🙋‍♀️Otto gennaio!

        Piace a 2 people

  2. luisa zambrotta ha detto:

    Oh caspita. Sia io che i miei figli siamo nati in gennaio o febbraio 🤔

    Mi piace

    1. Probabilmente la predisposizione al disagio è una maggiore sensibilità…

      Mi piace

  3. Falupe ha detto:

    In effetti mezzo matto lo sono 🧐

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.