Il disturbo depressivo maggiore collegato alle principali malattie

Il disturbo depressivo maggiore, definito colloquialmente il “cane nero”, è stato identificato come causa genetica di 20 malattie distinte, fornendo informazioni vitali per aiutare a rilevare e gestire alti tassi di malattie fisiche nelle persone con diagnosi di depressione. Valutando i fattori di rischio tra la depressione (che colpisce oltre 300 milioni di persone in tutto il mondo ed è la principale causa di cattiva salute e disabilità in tutto il mondo, con oltre la metà dei costi della depressione direttamente o indirettamente correlati alle comorbilità) e le altre malattie, uno studio dell’Australian Center for Precision Health presso l’Università del Sud Australia ha trovato una relazione causale tra depressione e una serie di malattie respiratorie, cardiache e digestive tra cui: asma, malattia coronarica, alta colesterolo, esofagite, gastroenterite, infezioni da E. coli e disturbi del sistema urinario. La comprensione della relazione tra depressione e altre malattie può ridurre l’incidenza di comorbidità – la presenza di una o più condizioni aggiuntive che si verificano con una condizione primaria – e migliorare la vita di milioni di persone in tutto il mondo. I dati mostrano che le persone che vivono con gravi malattie mentali, come la depressione, hanno tassi di malattia fisica molto più elevati rispetto a quelli della popolazione generale. Ma fino ad ora, questi studi sono stati complicati dalla possibilità di altri fattori di confondimento, o addirittura dalla causalità inversa dove si presume che le condizioni fisiche causino depressione. Questa ricerca mette a tacere l’enigma dell’ “uovo e della gallina” dimostrando che la depressione provoca malattie, piuttosto che solo il contrario. È importante sottolineare che questa ricerca segnala che un individuo a cui è stata diagnosticata la depressione dovrebbe ora essere sottoposto a screening per una serie definita di possibili comorbidità, consentendo una gestione clinica molto migliore e risultati significativamente migliorati. Pubblicato in Molecular Psychiatry , lo studio è il primo a utilizzare le analisi MR-PheWAS per selezionare un legame causale tra la depressione e una serie di malattie. MR-PheWAS è un metodo che utilizza i dati genetici per esplorare le associazioni causali tra un fattore di rischio (depressione) e una serie di esiti della malattia. In questo studio, i ricercatori hanno valutato i dati di 337.536 partecipanti alla biobanca britannica per confermare la gamma di malattie affette da depressione. Oggi, si stima che quasi la metà della popolazione soffra di problemi di salute mentale durante la vita. Comprendere le connessioni tra depressione e altre malattie è fondamentale per garantire alle persone con depressione il supporto di cui hanno bisogno. Più possiamo guardare al singolo paziente nel suo insieme, migliori saranno i risultati. Questi risultati suggeriscono che è importante guardare oltre l’ovvio e che dobbiamo vagliare e gestire efficacemente le comorbidità legate alla depressione se vogliamo minimizzare le implicazioni negative a lungo termine sulla salute. È anche importante concentrarsi sulla dieta e incoraggiare stili di vita sani in questo contesto. Era preoccupante vedere che la depressione era associata a più complicanze infiammatorie e persino emorragiche del tratto gastrointestinale, che possono essere dovute agli effetti collaterali dei farmaci usati per curare la depressione, o anche a causa della maggiore insorgenza di infezioni da e-coli, entrambe le quali potrebbe essere prevenuto. Attraverso questo studio forniscono prove critiche per aiutare a navigare le complessità della depressione e le sue comorbilità, con l’obiettivo finale di fornire strategie di trattamento incentrate sul cliente per le persone che soffrono di questa malattia debilitante.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Association between major depressive disorder and multiple disease outcomes: a phenome-wide Mendelian randomisation study in the UK Biobank”. Anwar Mulugeta, Ang Zhou, Catherine King & Elina Hyppönen. Molecular Psychiatry.

Immagine: Depression (Murat Tiryakioglu)

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Speriamo sia d’aiuto davvero.

    "Mi piace"

    1. Più si conosce e più si può aiutare!

      Piace a 2 people

  2. SaraTricoli ha detto:

    Esatto! “Guardare oltre l’ovvio” e non dare sempre tutto per scontato… aiuterebbe davvero a progredire verso una più chiara conoscenza che porterà sicuramente a una risoluzione del problema… perché la depressione dilaga… paurosamente 😔

    "Mi piace"

    1. La depressione dilaga, insieme a tutte le altre malattie mentali, e si fa ancora troppo poco per prevenire e curare!

      Piace a 1 persona

      1. SaraTricoli ha detto:

        Già purtroppo… 😔

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.