Gli introversi possono essere più felici se diventano estroversi

Se sei un introverso, sforzati di essere un estraneo. Sarai più felice. Questo è il suggerimento del primo studio in assoluto che chiede alle persone di agire come estroversi per un periodo prolungato. Per una settimana, ai 123 partecipanti è stato chiesto di – in alcuni casi – spingere i confini della loro volontà di impegnarsi, agendo come estroversi. Per un’altra settimana, allo stesso gruppo è stato chiesto di agire come introversi. I benefici dell’estroversione sono stati segnalati in precedenza, compresi quelli di “estroversione forzata”, ma di solito solo per brevi intervalli. In uno studio, ai passeggeri del treno è stato chiesto di parlare con estranei; a un gruppo di controllo fu ordinato di rimanere in silenzio. Coloro che parlavano hanno riportato un’esperienza più positiva. I ricercatori dell’UC Riverside hanno voluto estendere la falsa estroversione per vedere se si tradurrebbe in un migliore benessere. I risultati suggeriscono che cambiare il proprio comportamento sociale è un obiettivo realizzabile per molte persone e che comportarsi in modo estroverso migliora il benessere. Una sfida iniziale per questo studio è stata la presunzione che l’estroversione – come tratto premiato nella cultura americana – sia la migliore. Molti degli aggettivi associati all’estraversione sono più lusinghieri di quelli legati all’introversione. La maggior parte delle persone preferirebbe essere associata a parole come “dinamico” piuttosto che a parole come “ritirato”. Quindi il team ha cercato le parole concordate come più neutrali. Gli aggettivi per l’estroversione erano “loquaci”, “assertivi” e “spontanei”; per introversione, “deliberato”, “tranquillo” e “riservato”. Successivamente i ricercatori hanno detto ai partecipanti – sia il gruppo Act Introvert che il gruppo Act Extravert – che ricerche precedenti hanno scoperto che ogni serie di comportamenti è vantaggiosa per gli studenti universitari. Alla fine, ai partecipanti è stato detto di andare avanti e di essere loquaci, assertivi e spontanei come potevano sopportare. Più tardi, allo stesso gruppo fu detto di essere deliberato, calmo e riservato, o viceversa. Tre volte alla settimana, ai partecipanti è stato ricordato il cambiamento comportamentale tramite e-mail. Secondo tutte le misure di benessere, i partecipanti hanno riportato un maggiore benessere dopo la settimana di estroversione e una diminuzione del benessere dopo la settimana di introversione. È interessante notare che i falsi estroversi non hanno riportato alcun disagio o effetti negativi. Ha dimostrato che una manipolazione per aumentare il comportamento estroverso ha sostanzialmente migliorato il benessere. Manipolare il comportamento rilevante per la personalità per una settimana può essere più facile di quanto si pensasse in precedenza, e gli effetti possono essere sorprendentemente potenti. I ricercatori suggeriscono che futuri esperimenti che affrontano questa domanda potrebbero cambiare alcune variabili. I partecipanti erano studenti universitari, generalmente più malleabili in termini di cambiamento delle abitudini. Inoltre gli effetti dell’estroversione “fasulla” potrebbero emergere dopo un periodo di studio più lungo. Probabilmente la natura sociale dell’uomo negli introversi è repressa a causa di condizionamenti o insicurezze di varia natura, per cui essere estroversi, anche se obbligati, dà una sensazione di maggiore benessere.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Experimental manipulation of extraverted and introverted behavior and its effects on well-being”. Sonja Lyubomirsky and Seth Margolis. Journal of Experimental Psychology

Immagine: The Introvert (Tanya Gomelskaya)

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Le perle di R. ha detto:

    Io sono una persona introversa, riservata e selettiva, ma non timida quindi a me infastidirebbe dovermi comportare in un modo che non sento sia mio in quel momento, con quella persona, in quella circostanza… Forzare su di me non sarebbe l’idea migliore. Insomma, potrebbe non essere valido per tutti questo studio.

    "Mi piace"

    1. Come tutti gli studi… Però bisognerebbe provare e farlo nel modo corretto e senza pregiudizi.

      "Mi piace"

      1. Le perle di R. ha detto:

        Cosa intendi per “modo corretto e senza pregiudizi?”

        "Mi piace"

      2. Nel senso che già se la vivi come una forzatura che subisci o come una violenza alla tua personalità è naturale che l’esito sia negativo. Non a caso nell’esperimento facevano in modo di abbattere questo effetto.

        "Mi piace"

      3. Le perle di R. ha detto:

        Non lo metto in dubbio. Sulla mia esperienza so che se lo decido io – che sia per simpatia, per voglia, bisogno e quant’altro – non mi pesa. Però, so che non mi piace parlare degli affari miei e ne parlo poco o nulla con estranei, piuttosto lascio che siano loro a parlare: ecco, sono più adatta ad ascoltare e ne sono particolarmente legata perché sento di riuscire a captare meglio e di più.

        "Mi piace"

      4. Forse si può essere estroversi senza parlare delle proprie cose intime, nell’articolo si riferiva a questo. Comunque ti capisco…

        Piace a 1 persona

  2. quasibiancaneve ha detto:

    I miei tentativi di fare l’estroversa sono disastrosi, ma persevero.

    "Mi piace"

    1. Ahahahah, apprezzabile! Dovresti essere ricompensata con la felicità solo per la tenacia😊

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.