Il disordine affettivo stagionale ha un impatto su tante persone. Sei una di loro?

Quando è terminata l’ora legale e abbiamo ripristinato i nostri orologi, segnalando la transizione verso la fine dell’autunno e dell’inverno la luce del giorno ha iniziato ad andare via prima. Quando ciò accade, alcune persone possono provare sentimenti emergenti di tristezza e lentezza e fluttuazioni di peso. Se soffri di questi sintomi, potresti avere un disturbo affettivo stagionale (SAD), un tipo di depressione correlato ai cambiamenti delle stagioni. La SAD colpisce circa 10 milioni di americani, con le donne con una probabilità quattro volte maggiore di essere diagnosticate rispetto agli uomini. Fortunatamente, ci sono trattamenti disponibili che si sono dimostrati efficaci nel trattamento del disturbo. Come si fa a distinguere SAD dalla tristezza ordinaria? Quali sono i possibili trattamenti? E cosa sanno gli scienziati delle cause alla base del disturbo? SAD si riferisce ai cambiamenti dell’umore che si verificano quando i sintomi fluttuano in base alla stagione dell’anno. Più comunemente, si riferisce alla depressione associata ai mesi invernali, in genere autunno e inverno. Si pensa che sia correlato al fatto che durante i mesi invernali abbiamo giorni più brevi. In genere sono associati a cambiamenti dell’umore, ad esempio la depressione. Le persone che soffrono di SAD possono avere difficoltà a svegliarsi la mattina, avere meno energia e avere un appetito aumentato. Potrebbe essere più difficile per loro concentrarsi. Forse hanno meno motivazione a fare le cose. Il rovescio della medaglia è che il contrario accade nei mesi più brevi, come la primavera e l’inizio dell’estate, dove le persone forse dormiranno un po’ meno, sono forse più energiche, forse più attive, forse anche in alcuni casi un po’ più “ipomaniche” un po’ sul lato maniacale. Dal punto di vista tecnico, non è solo una questione di depressione nei mesi invernali. È anche maniacale, se vuoi, nei giorni più lunghi. Quindi, fondamentalmente, è un disturbo dell’umore che sembra essere collegato alle stagioni. Come riconosci di soffrire di SAD e non di qualcos’altro? È difficile, perché anche se le persone hanno collegato al fatto che in molti casi è legato al ciclo della luce, ci sono anche molte altre cose che accadono – cambiamenti di lavoro, vacanze, tempo più freddo – che possono essere più stressanti per alcune persone rispetto ad altre. Quindi ci sono molti fattori. Il modo in cui lo riconosci è che nel corso di diversi anni, vedi che c’è un tema ricorrente: ogni quattro mesi, inizi ad avere questi cambiamenti di umore. Quindi dopo che ciò accade forse tre anni o più, allora potresti considerare che è SAD. Certamente per le persone che vivono in aree in cui non si vede una così grande variazione nelle stagioni, dove ci sono i climi temperati, non è altrettanto probabile che si verifichino casi di SAD. L’estremo sarebbe la gente che vive in aree equatoriali. Lì, i tempi non cambiano molto. Hanno quasi 12 ore di luce durante tutto l’anno. All’opposto le persone più a nord o più a sud possono avere giorni molto lunghi in estate ma giorni molto brevi, o inesistenti, in inverno. Quali sono le opzioni di trattamento per le persone con SAD? Ci sono un paio di opzioni qui. Uno è usare una sorta di terapia della luce. Puoi ottenere scatole luminose facilmente disponibili. Di solito la prescrizione deve essere esposta a 10.000 lux, che è l’unità di misura per l’illuminamento, accettata dal Sistema Internazionale (un lux è pari a un lumen fratto un metro quadrato, quindi definire il lux come il flusso luminoso per unità di superficie). Di solito sono luci a spettro completo e di solito l’intensità varia a seconda di quanto è lontana da te. Quindi se vuoi curarti, devi sederti di fronte alla finestra al mattino per circa 30 minuti ogni giorno. L’esposizione mattutina tende ad essere molto più potente dell’esposizione serale o a metà giornata. L’altra opzione è trattarla come la depressione. Molte cose che hanno dimostrato di essere efficaci per la depressione sono efficaci per SAD, come il solito tipo di antidepressivi. Ci sono modi per prevenire SAD o mitigarne i sintomi? Inizia a trattarlo prima che accada. Oppure, in inverno, trasferisciti in Sud America… Cosa non sanno ancora i medici e gli scienziati del SAD? Pensano che capire come le cellule nella parte posteriore dell’occhio siano particolarmente implicate in questi meccanismi, abbia bisogno di essere studiato un po’ di più. Inoltre i ricercatori stanno anche cercando di capire se sia implicata e come l’intensità della luce. Ci si chiede anche se regolare la luce artificiale in un particolare modo possa aiutare. E la sua genetica? Come puoi prevedere chi è a rischio maggiore di altri per questo? Uno dei problemi della terapia della luce è che varia leggermente da persona a persona. L’idea è di sedersi davanti alla luce per 30-60 minuti, ma ciò richiede alcuni cambiamenti nello stile di vita e un impegno nel tempo. Nel prossimo futuro sarà importante apprezzare l’impatto della luce sull’umore, ma anche sulla cognizione. Sono strettamente correlati perché la cognizione fluttua con l’umore. Qual è l’effetto di questi disturbi affettivi stagionali su cose come la memoria e la cognizione in generale? È meglio seguire i corsi più difficili nel semestre autunnale o nel semestre primaverile? La ricerca avanza per dare delle risposte.

Daniele Corbo

Bibliografia: Boston University

Immagine: Autumn Rain in the City (Chin h Shin)

10 commenti Aggiungi il tuo

  1. Quando dico che vorrei essere d’inverno al mare e d’estate in montagna ha un suo perché

    "Mi piace"

  2. Sara Provasi ha detto:

    A me il buio e clima grigio danno più buonumore! Sono meteoropatica al contrario 😄
    Il freddo lo soffro, ma con i miei problemi fisici il caldo mi butta proprio a terra… anche quando stavo meglio però non ho proprio mai apprezzato il caldo e la troppa luce, già solo a livello visivo!

    "Mi piace"

    1. Personalmente anche io preferisco buio e clima grigio…

      Piace a 1 persona

      1. Sara Provasi ha detto:

        Dà più tranquillità e visivamente è meglio!

        Piace a 1 persona

  3. Le perle di R. ha detto:

    Pare uno studio complesso.

    "Mi piace"

    1. Lo è, ma comunque non risponde a tanti quesiti!

      Piace a 1 persona

      1. Le perle di R. ha detto:

        Quello scoperto fino ad ora no di certo. Ed è per tale ragione che l’ho definito “complesso”

        Piace a 1 persona

  4. Biagina Danieli ha detto:

    A me dura il primo giorno…lo definirei rodimento però! 😉

    "Mi piace"

    1. 😂Direi che non hai il disordine affettivo stagionale…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.