Le avversità croniche riducono la produzione di dopamina

Le persone esposte ad una vita di avversità psicosociali possono avere una capacità ridotta di produrre i livelli di dopamina necessari per far fronte a situazioni di grave stress. Questi risultati, pubblicati su eLife, possono aiutare a spiegare perché l’esposizione a lungo termine a traumi psicologici e abusi aumenta il rischio di malattie mentali e dipendenza. Sappiamo già che le avversità psicosociali croniche possono indurre vulnerabilità a malattie mentali come la schizofrenia e la depressione. Ciò che ci manca è una precisa comprensione meccanicistica di come questo rischio è aumentato. Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno usato una tecnica di imaging chiamata tomografia ad emissione di positroni (PET) per confrontare la produzione di dopamina in 34 volontari esposti a uno stress acuto. La metà dei partecipanti ha avuto un’esposizione ad alta durata allo stress psicosociale, mentre l’altra metà ha avuto un’esposizione bassa. Tutti hanno intrapreso il compito di stress di Montréal Imaging, che ha comportato ricevere critiche mentre cercavano di completare l’aritmetica mentale. Due ore dopo questo compito di stress, ai partecipanti sono state iniettate piccole quantità di un tracciante radioattivo che ha permesso agli scienziati di visualizzare la produzione di dopamina nel cervello usando il PET. Le scansioni hanno rivelato che in quelli con bassa esposizione alle avversità croniche, la produzione di dopamina era proporzionale al grado di minaccia che la persona percepiva. Nelle persone con elevata esposizione alle avversità croniche, tuttavia, la percezione della minaccia era esagerata mentre la loro produzione di dopamina era compromessa. I ricercatori hanno scoperto che anche altre risposte fisiologiche allo stress sono state attenuate in questo gruppo. Ad esempio, i loro livelli di pressione sanguigna e cortisolo non sono aumentati tanto quanto nel gruppo a bassa avversità in risposta allo stress. Questo studio non può dimostrare che lo stress psicosociale cronico causi malattie mentali o abuso di sostanze più tardi nella vita abbassando i livelli di dopamina. Ma ha fornito un meccanismo plausibile per come lo stress cronico possa aumentare il rischio di malattie mentali alterando il sistema di dopamina del cervello. Ora è necessario ulteriore lavoro per comprendere meglio come i cambiamenti nel sistema della dopamina causati dalle avversità possano portare alla vulnerabilità alle malattie mentali e alla dipendenza.

Daniele Corbo

Bibliografia: “The effects of psychosocial stress on dopaminergic function and the acute stress response”. Michael AP Bloomfield, Robert A McCutcheon, Matthew Kempton, Tom P Freeman, Oliver Howes. eLife

Immagine: Stress (Anthony Flake)

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.