Suonare la batteria cambia il cervello

Le persone che suonano la batteria regolarmente per anni differiscono dalle altre persone sia nella loro struttura che nella funzione cerebrale. I risultati di uno studio condotto da ricercatori di Bochum suggeriscono che hanno meno fibre, ma più spesse nel tratto di connessione principale tra le due metà del cervello. Inoltre, le loro aree motorie del cervello sono organizzate in modo più efficiente. Questa è la conclusione tratta da un gruppo di ricerca guidato dalla dott.ssa Lara Schlaffke della clinica universitaria Bergmannsheil di Bochum e dall’unità di ricerca sulla biopsicologia presso la Ruhr-Universität Bochum a seguito di uno studio con la risonanza magnetica (MRI), pubblicato sulla rivista Brain and Behavior. Da tempo si comprende che suonare uno strumento musicale può cambiare il cervello attraverso processi neuroplastici, ma nessuno aveva mai esaminato in modo specifico i batteristi. I ricercatori di Bochum erano interessati a questo gruppo perché la loro coordinazione motoria supera di gran lunga quella delle persone non addestrate. La maggior parte delle persone è in grado di svolgere solo fini compiti motori con una sola mano e ha problemi a suonare ritmi diversi con entrambe le mani contemporaneamente. I batteristi possono fare cose che sono impossibili per le persone non allenate. Il team intendeva acquisire nuove conoscenze sull’organizzazione di complessi processi motori nel cervello identificando i cambiamenti nel cervello causati da questo allenamento. I ricercatori hanno testato 20 batteristi professionisti che hanno suonato il loro strumento per una media di 17 anni e attualmente si esercitano per più di dieci ore alla settimana. Li hanno esaminati usando varie tecniche di imaging MRI che forniscono approfondimenti sulla struttura e sulla funzione del cervello. Hanno quindi confrontato i dati con le misurazioni di 24 soggetti di controllo non musicisti. Nel primo passaggio, entrambi i gruppi dovevano suonare la batteria per testare le proprie abilità e sono stati quindi esaminati nello scanner MRI. I batteristi presentavano chiare differenze nella parte anteriore del corpo calloso, una struttura cerebrale che collega i due emisferi e la cui parte anteriore è responsabile della pianificazione motoria. I dati indicavano che i batteristi avevano meno fibre ma più spesse in questo importante tratto di connessione tra gli emisferi cerebrali. Ciò consente ai musicisti di scambiare informazioni tra gli emisferi più rapidamente dei controlli. La struttura del corpo calloso ha anche predetto le prestazioni nel test del tamburo: maggiore è la misura dello spessore delle fibre nel corpo calloso, migliore è la prestazione al tamburo. Inoltre, il cervello dei batteristi era meno attivo nei compiti motori rispetto a quello dei soggetti di controllo. Questo fenomeno è definito campionamento scarso: un’organizzazione del cervello più efficiente nelle aree porta a una minore attivazione nei professionisti.  In conclusione, suonare la batteria in maniera professionale è associato a un design neuronale più efficiente delle aree motorie corticali, nonché a un legame più forte tra la struttura commissurale e i parametri biochimici associati all’inibizione motoria.

Daniele Corbo

Bibliografia: “Boom Chack Boom—A multimethod investigation of motor inhibition in professional drummers”. Lara Schlaffke, Sarah Friedrich, Martin Tegenthoff, Onur Güntürkün, Erhan Genç, Sebastian Ocklenburg. Brain and Behavior

Immagine: Drummer Boy (Rudy Browne)

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Sara Provasi ha detto:

    Il mio strumento preferito! Da ascoltare ovviamente, ho una coordinazione penosa tra mano dx e sx 😅🤣🤣

    "Mi piace"

    1. Nello studio saresti stata un ottimo controllo non musicista!😬😅

      "Mi piace"

  2. olgited ha detto:

    post interessante

    "Mi piace"

  3. Molto interessante grazie :

    "Mi piace"

  4. mariluf ha detto:

    Sempre interessanti i tuoi post! Grazie.

    "Mi piace"

    1. Grazie mille a te! Buona serata

      "Mi piace"

Rispondi a mariluf Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.